TV Sony KD55XF8096BAEP e soundbar XT-ZF9: la mia recensione

News
24/08/2018 Danilo Pagnin 1960

Ho provato nello showroom Sony il TV KD55XF8096BAEP e la soundbar XT-ZF9: leggi nella mia recensione come Sony ha portato l'esperienza del cinema tra le mura domestiche.

Sony mi ha messo a disposizione nel proprio showroom un TV LED KD55XF8096BAEP e la soundbar XT-ZF9: ho potuto testare i due prodotti e vedere/sentire dal vivo come tutta l’esperienza di Sony in ambito audio e video si sia evoluta grazie anche al know-how derivato dal colosso Sony Pictures Enterteniment, cioè il ramo aziendale che si occupa di produrre e distribuire film in tutto il mondo. La soundbar infatti è configurata con Dolby Atmos e DTS-X di serie, cioè standard nati in ambito cinematografico.
Ma vediamo ora da vicino le caratteristiche tecniche dei due prodotti.
 

TV KD55XF8096BAEP:  tecnologia TRILUMINOUS e MotionFlow per cogliere ogni dettaglio

Il TV LED KD55XF8096BAEP fa parte della serie BRAVIA XF80 di Sony, disponibile in 3 dimensioni: 43, 49 e 55 pollici. Quello che Sony mi ha messo a disposizione è la versione 55", che, nonostante le dimensioni "importanti", non ha un impatto particolarmente ingombrante alla vista, grazie ad un design molto curato, con bordi sottili e un inserto in alluminio all'interno dello spessore della cornice, che dà un tocco di eleganza al TV anche guardandolo di taglio. La base ha un'anima in alluminio bianco ricoperto di un materiale plastico che si presenta con l'effetto alluminio spazzolato, indubbiamente piacevole, e nella parte posteriore è munita di canaline per il cablaggio intelligente.
La serie XF80 si colloca nella fascia medio-alta della gamma Sony, caratterizzata da un con risoluzione 4K Ultra HD e tecnologia MotionFlow, proprietaria di Sony, studiata per ridurre al minimo, attraverso una finissima ottimizzazione software, uno dei limiti fisici delle cellette LCD, cioè l’effetto scia (se vuoi approfondire il significato di MotionFlow, vai alla nostra guida sull'argomento): quest'ultima caratteristica è molto apprezzata anche dal mondo gamer, a cui per motivi assolutamente ovvii Sony è molto attenta.
 

Anche TRILUMINOUS è una tecnologia proprietaria Sony: grazie, anche qui, ad un lavoro sul software, è stato possibile ampliare la gamma cromatica tradizionalmente disponibile sui pannelli LCD, consentendo la resa di sfumature di rosso, blu e verde altrimenti non visibili. Tra i video che ho visualizzato, uno in particolare rendeva particolarmente evidente questa caratteristica: si trattava di un documentario naturalistico che mostrava varie specie floreali, ed effettivamente alcune immagini di fiori rossi risultavano particolarmente nitide e con una resa cromatica delle sfumature davvero sorprendente.
Questa complessivamente rende la gamma cromatica più completa, naturale e "calda", risultando particolarmente gradita agli estimatori della (ormai obsoleta) tecnologia al plasma.

Software Android, massima semplicità e completezza

Tutti gli smart TV Sony sono dotati di architettura software Android, con la possibilità (per tutta la gamma) di disporre di aggiornamenti completi, scelta indubbiamente "democratica" per i consumatori.
Accedere alle funzionalità smart dal telecomando è molto semplice: anzitutto sono presenti 2 grandi pulsanti colorati che portano direttamente a Netflix e a Google Play (per l'acquisto o il noleggio di film), oppure si può utilizzare il menù classico per aprire la barra di app e scegliere il proprio contenuto preferito.
Plus molto interessante è la possibilità di utilizzare i comandi vocali: schiacciando un pulsantino in alto sul telecomando, quando la spia rossa a LED si accende si possono pronunciare parole o frasi che vengono riportate sullo schermo, a cui seguono i risultati della ricerca. Se per esempio pronunci il titolo di un film, esso apparirà in versione noleggio, acquisto (naturalmente su Google Play) oppure puoi visionarne il trailer su YouTube.
Non ho rilevato particolari criticità nella fluidità e intuitività del menù per quanto riguarda le principali funzionalità, che sono accessibili con la massima semplicità da parte di qualsiasi utente.
 

Soundbar HT-ZF9: il surround verticale in casa

La soundbar HT-ZF9 che abbiamo potuto vedere e provare è attualmente al top della gamma Sony per quanto riguarda questo segmento: naturalmente i motivi non mancano.
Concepita grazie a tutto il know-how sviluppato dal colosso Sony Picture Enterteinment, cioè uno dei leader mondiali nella produzione di film, questa soundbar è in grado di simulare quello che è uno dei plus delle più evolute sale cinematografiche, cioè il Vertical Surround, che al cinema viene configurato collocando a precise distanza dalla platea delle serie di diffusori che arrivano fino soffitto, per dare allo spettatore la massima esperienza immersiva possibile nella vicenda narrata sullo schermo. Sentire il rumore di un elicottero o di un aeroplano provenire dall'alto ha un impatto emotivo impagabile: ebbene, effettivamente questa soundbar, grazie ad un’attentissima configurazione software basata sugli standard DOLBY ATMOS e DTS:X, originati in ambito cinematografico, è in grado di simulare un effetto audio molto vicino a quello ottenuto con le casse al soffitto grazie al Vertical Surround Engine. Stando a qualche metro di distanza, di fronte al TV, e scegliendo un contenuto DOLBY ATMOS o DTS:X nativo, si ha davvero la sensazione di essere circondati dal suono. Qualora il contenuto non sia stato configurato originariamente con questi standard, un apposito tasto ti consente di simulare in ogni caso un effetto vertical surround, che non è esattamente lo stesso dei contenuti nativi ma offre comunque un coinvolgimento sonoro maggiore rispetto allo standard stereo.
 

Oltre a queste caratteristiche strettamente "cinematografiche", la soundbar è in grado di leggere contenuti Hi-Res audio: collegandomi via Bluetooth ad uno smartphone (naturalmente un Sony Xperia…), ho ascoltato un pezzo musicale (prodotto da Sony Music…) nativo Hi-Res audio, ed effettivamente la dinamica del suono è eccezionale, puro hi-fi 100%.
Davvero completa la connettività: 2 ingressi + 1 uscita HDMI, Bluetooth e Wi-Fi integrato e persino l'ingresso ottico, ancora amato da qualche purista dell'Hi-Fi che lo utilizza con l'amplificatore o il lettore CD.
La configurazione 3.1 genera una potenza totale di 400W RMS, 100 da ciascun diffusore, e grazie a Chromecast integrato attivabile con l'apposito pulsante Cast sul telecomando, puoi lanciare la tua playlist preferita in streaming da smartphone o tablet.
Questo prodotto, infine, può essere configurato in modalità multiroom ed è compatibile con Google Home.
 

Giudizio finale

Ho potuto restare nello showroom un tempo più che sufficiente per fruire di vari contenuti ed effettuare numerose prove, sia di utilizzo dei contenuti smart sia di streaming musicale con la soundbar. Configurati insieme via HDMI (serve questo standard di collegamento per avere pieno usufrutto in Vertical Surround dei contenuti nativi Dolby Atmos e DTS:X) questi due prodotti sono in grado di offrire un’esperienza audio-video indubbiamente di massimo livello: con contenuti cinematografici recenti in Dolby ATMOS e DTS:X, fruiti attraverso per esempio attraverso un lettore Blu-Ray o una Playstation, l'effetto è davvero coinvolgente e la qualità generale molto elevata. Sorprendente è anche la facilità d’uso: configurarli e utilizzarli nelle varie modalità previste (anche la soundbar può essere configurata in diverse modalità a seconda del contenuto con cui viene utilizzata) non è per nulla complicato, e il tocco in più offerto dal microfono integrato nel telecomando del TV per la ricerca vocale rende ancora più semplice  la ricerca di contenuti Internet.
Il TV KD55XF8096BAEP resta attualmente uno dei prodotti col rapporto qualità/prezzo più interessante nella sua fascia di mercato, mentre la sounbard XT-ZF9 ha il prezzo che ci si aspetta per un prodotto top di gamma di un brand già di per sé al massimo dell’awareness per quanto riguarda audio e Hi-Fi: un prezzo non lontano da quello del TV.