Tutto quello che devi sapere per acquistare la migliore bicicletta elettrica

Guida all'acquisto
11/07/2019 Danilo Pagnin 255

Le vendite di e-bike sono in costante aumento, a conferma di un interesse sempre crescente per le biclette a pedalata assistita: ti spiego tutto quello che devi sapere per acquistare la migliore bici elettrica.

Termini come e-bike e pedalata assistita fino a pochi anni fa sarebbero stati quasi incomprensibili: eppure storicamente le biciclette elettriche non sono una grande novità. Esistono da oltre 100 anni e hanno conosciuto già fasi alterne di interesse e curiosità, e non sono mancate quelle prodotte in serie e vendute. C’è poi tutta una storia relativa ai kit di trasformazione, sia elettrici che a benzina: uno dei più noti in Italia è stato il Garelli Mosquito, un blocco con motore a scoppio applicabile su una normale bicicletta da passeggio, trasformandola di fatto in una specie di ibrido bici-motorino, aggiungendo al mezzo a pedali quella che ora si chiama “pedalata assistita”. Negli ultimi anni questi prodotti stanno conoscendo un successo senza precedenti: i dati di Confindustria ANCMA (l’associazione di categoria dei produttori di cicli e motocicli) parlano per il 2018 di un +16,8% di vendite rispetto al 2017, anno in cui già vi era stato un forte incremento. L’interesse per questi mezzi, insomma, sta conoscendo una crescita che sembra inarrestabile. Se hai intenzione di acquistare la migliore bicicletta elettrica, ti spiego tutto quello che devi sapere.

Guarda tutte le biciclette elettriche
 

E-bike, cosa è

Nel considerare l’acquisto della migliore bicicletta elettrica, devi anzitutto sapere di cosa stiamo parlando esattamente: per biciclette elettriche si intendono comunemente mezzi che a tutti gli effetti sono identici a quelli a spinta muscolare e a pedali, ma dotate di un motore collegato ad una batteria, in grado di entrare in funzione per aiutare il conducente nella pedalata. Vengono chiamate anche col termine e-bike o biciclette a pedalata assistita, per distinguerle dalle vere e proprie biciclette elettriche, cioè quelle in grado di muoversi senza bisogno di pedalare. Queste ultime, molto meno diffuse delle e-bike, sono soggette a normative simili a quelle che disciplinano i ciclomotori, per esempio rispetto all’utilizzo del casco (non obbligatorio sulle bici a pedalata assistita) e all’obbligo di immatricolazione (e di conseguenza, della targa).
Dal punto di vista legislativo, le bici a pedalata assistita possono avere un motore di massimo 0,25kw di potenza che deve disattivarsi automaticamente dopo il raggiungimento dei 25km/h di velocità.
 

E-bike: come funzionano

Il motore elettrico di una e-bike si attiva solo se stai già pedalando: un semplice sensore di pedalata o un sensore di sforzo "avvisa" la centralina elettronica che è necessario far entrare in funzione il motore. Le normative impongono a questi mezzi la disattivazione del motore quando si raggiungono i 25km/h di velocità massima e in caso di frenata. Per scegliere la migliore bicicletta elettrica, devi considerare non solo le variabili legate alla tipologia di bicicletta (mountain bike, city bike, da donna, da uomo, ecc.) ma anche ovviamente tutte le opzioni legate all’utilizzo del motore e alla capacità della batteria, a cui è in parte legata l’autonomia. Nelle e-bike più evolute, ad esempio, i sensori “capiscono” il livello di sforzo e regolano automaticamente, in modo progressivo, la potenza erogata. Al manubrio sono presenti comandi (e talvolta un display LCD) con cui impostare il livello di spinta che può erogare il motore: si può arrivare anche a 5/6 livelli diversi di "assistenza" da impostare, a seconda delle caratteristiche del motore e dei sensori presenti di serie. Il display, se presente, può fornire molte informazioni, tra cui il livello residuo di carica della batteria, la distanza percorsa, la velocità media, ecc.
 

Bicicletta a pedalata assistita: a chi è destinata

Una e-bike è potenzialmente appetibile per chiunque: se la usi tutti i giorni per andare a lavorare o a studiare, magari dovendo affrontare salite; se vivi in luoghi con frequenti dislivelli; se ami andare in bicicletta ma sei fondamentalmente un po’ pigro e non hai voglia di sforzarti troppo, ma anche se sei uno sportivo che ama percorsi estremi dove non è indifferente avere un "aiutino" elettrico. Nelle versioni pieghevoli, le e-bike sono eccezionali alleati per la micromobilità urbana nelle città: una volta piegate, le puoi trasportare su metropolitane e treni suburbani. Ma naturalmente una bicicletta a pedalata assistita rappresenta un’ottima soluzione anche per una persona non giovanissima o con caratteristiche fisiche che impongono di evitare gli sforzi eccessivi, e può rappresentare un ottimo aiuto terapeutico se stai effettuando riabilitazione fisioterapica, in alternativa alla noiosa cyclette casalinga o da palestra. Di certo non è il tuo mezzo ideale se sei un ciclista "puro" che ama fare sforzo e allenarsi sulle due ruote, anche se va ricordato che la batteria è smontabile e che, una volta tolta, il mezzo risulterà più leggero e utilizzabile come una bici tradizionale. Potrai in ogni caso scegliere tra un’ampia offerta di prodotti, caratterizzata da molti fattori tra cui quelli che caratterizzano anche una bici tradizionale, per esempio il materiale del telaio o le caratteristiche funzionali (mountain bike, city bike, numero di cambi, ecc.).
 

E-bike: prezzi e autonomia

I prezzi di una bicicletta elettrica partono intorno ai 500€ per una bici economica, per arrivare anche a qualche migliaio di Euro, nel caso in cui tu scelga un prodotto di alta gamma dotato delle migliori tecnologie. Siamo in ogni caso mediamente sotto i prezzi di ciclomotori o affini, a tutto vantaggio del fattore salute e dell’ambiente: l’unico elemento potenzialmente inquinante sono infatti le batterie, costruite però ormai con tecnologie che le rendono riciclabili anche al 90%, con processi di rigenerazione -e quindi con cicli di vita- molto lunghi. L’acquisto di una e-bike rappresenta quindi un’alternativa assolutamente ecologica rispetto ai mezzi con motori a scoppio.
Quanto al tempo di ricarica medio, è intorno alle 4-6 ore, mentre per quanto riguarda l’autonomia, dipende da molti fattori: sicuramente dalla capacità della batteria, ma anche da come si è utilizzato il motore, dai dislivelli affrontati, dal tipo di asfalto, dal peso del ciclista, dal vento, ecc. Diciamo che in linea di massima si va dai 30/40 km fino agli 80/90 km.

Quanto alla manutenzione, si tratta di avere cura delle parti in movimento (catena, mozzo, pedali, ecc.) esattamente come su una bicicletta tradizionale, con in più un occhio alla batteria e alle parti meccaniche specifiche del motore: oliare, pulire dallo sporco, evitare i colpi e ricaricare la batteria completamente rappresentano semplici accorgimenti per far durare a lungo la tua e-bike, con l'aggiunta, di quando in quando, di aggiornamenti al software resi disponibili dal produttore.
Bicicletta BEBIKE - BECOMFORT L6S6 Bianca
- € 300

Tipologia: Bicicletta elettrica; Diametro ruote: 26''; Colore: Bianco;

549,90
- 35%¤ 849,90

+ +
+ +
549,90
- 35%¤ 849,90

Bicicletta TekkDrone - Argento Bike Mini Max Nero pieghevole
- € 201  gratis Consegna gratuita

Tipologia: Bicicletta elettrica; Diametro ruote: 20 pollici; Colore: Giallo, nero;

1.197,99
- 14%¤ 1.398,99

+ +
+ +
1.197,99
- 14%¤ 1.398,99

Bicicletta Smartway - Smartway C1 in Acciaio ruote 26" 25 km/h
- € 300  gratis Consegna gratuita

Tipologia: Bicicletta elettrica; Diametro ruote: 26'; Colore: Nero, bianco, marrone;

07/19/2019 17:00:00

499,90
- 38%¤ 799,90

+ +
+ +
499,90
- 38%¤ 799,90

Bicicletta Momo Design - New York 16 Black 25 km/h
- € 275  gratis Consegna gratuita

Tipologia: Bicicletta elettrica; Diametro ruote: 16''; Colore: Nero;

623,99
- 31%¤ 898,99

+ +
+ +
623,99
- 31%¤ 898,99