Smartphone Huawei P Smart 2019 in prova: la nostra recensione

News
08/02/2019 Alessandra Basile 710

Notch, dual cam, intelligenza artificiale e una colorazione che attira gli sguardi: ecco gli assi nella manica del nuovo smartphone Huawei assieme al prezzo di lancio di 249 Euro.

È di Huawei il primo smartphone in prova del 2019 che inaugura le danze con un dispositivo giovane, dal design accattivante, con una dotazione tecnica interessante ed in linea con la fascia di mercato in cui si posiziona (quella media) e con un rapporto qualità prezzo davvero ottimale. Tutte queste premesse lasciano presuppore che sarà uno dei modelli più venduti dell'anno, così come fu per il suo predecessore Huawei P Smart. Prima di entrare nel vivo del mio test, vediamo insieme tutte le caratteristiche tecniche di Huawei P Smart 2019.
 

Huawei P Smart 2019 – Caratteristiche tecniche

Huawei P Smart 2019 monta uno schermo da 6,21 pollici 19.5:9 edge to edge con tecnologia IPS e risoluzione Full HD+. Il processore che troviamo "sotto al cofano" è il Kirin 710, supportato da 3GB di memoria RAM, mentre per lo storage dei tuoi dati hai a disposizione 64GB di memoria interna. Per quanto riguarda le prestazioni e l'elaborazione grafica, il sistema può essere potenziato con la GPU Turbo 2.0. Huawei P Smart 2019 esce di fabbrica con Android 9 Pie, personalizzato sulla EMUI 9.0 del brand. La batteria ha una capacità di 3.400 mAh.
Per quel che riguarda il comparto fotografico, la fotocamera principale è composta da una dual cam con sensore principale da 13 MP e apertura f/1.8 ed un sensore secondario da 2 MP con focale f/2.4. La fotocamera anteriore, invece, ha una risoluzione da 8 MP.

Huawei P Smart 2019 – Scheda tecnica

Schermo e design

Iniziamo girando virtualmente insieme lo smartphone Huawei P Smart 2019. Sul lato destro troviamo bilanciere del volume e quello di accensione e spegnimento. Sul lato inferiore, invece, ci sono lo speaker, la porta micro USB (davvero un peccato l’assenza dell’USB di tipo C), microfono e jack per le cuffie da 3,5 mm. Il lato sinistro è totalmente scevro da tasti, ingressi o slot, mentre sul lato superiore troviamo microfono e slot per la SIM. Sul retro, infine, troviamo il modulo fotografico e il sensore per le impronte digitali.
Sullo schermo troviamo un notch molto minimal a goccia. Il display è luminoso ed i colori sono piuttosto reali. Risulta sempre leggibile anche in condizione di luce diretta.
Uno dei punti di forza di Huawei P Smart 2019 è sicuramente la sua back cover. Lucida e con una colorazione gradiente, quindi con una delicata ma affascinante sfumatura. Durante queste settimane di test diverse persone si sono soffermate a guardare con ammirazione questa colorazione. Da questo punto di vista, Huawei ha fatto decisamente centro. C’è da dire che, appunto, è lucida e presenta pochissimo trattamento oleofobico, quindi trattiene tantissimo le impronte.
La scocca è realizzata in policarbonato ed il design presenta una finitura senza interruzioni tra la scocca e la cover posteriore. La dimensione del device e la sua maneggevolezza sono sicuramente ottimali, pur considerato i 6,2 pollici dello schermo.

Huawei P Smart 2019 – Processore e prestazioni

P Smart 2019 è uno smartphone pensato per un pubblico giovane e in linea con questa mission il processore è di fascia media. Abbiamo, infatti, Kirin 710 potenziato ed ottimizzato dall’intelligenza artificiale, quindi i processi funzionano piuttosto bene. C’è da dire che i 3 GB di RAM a volte si sentono se si prova a fare un uso intenso dello smartphone come faccio io quando lo uso per lavoro. Ma, come ho detto, non è un telefono con questo tipo di vocazione, quindi le prestazioni che ho riscontrate sono assolutamente coerenti con la fascia in cui si va a posizionare. Nessun problema durante navigazione e online e sui social.
La batteria da 3.400 mAh regge molto bene, arriverai senza problemi alla giornata e mezzo di utilizzo. Molto bene come sempre sugli smartphone Huawei lo sblocco tramite riconoscimento del viso e sensore fingerprint. Bene la ricezione, tra l’altro Huawei P Smart 2019 sfrutta la rete 4G+.

Huawei P Smart 2019 – Fotocamera

L'app della fotocamera è quella di Huawei che ormai siamo abituati a conoscere ed apprezzare. Ricca, intuitiva, permette di giocare con le fotografie a proprio piacimento. La dual cam ha un secondo sensore che ha il compito principale di raccogliere informazioni sulla profondità di campo ed applicare l'effetto bokeh che risulta buono, ma con un ritaglio della figura principale non sempre perfetto. Dipende se si tratta di un soggetto fermo o meno e se i contorni sono ben definiti. Come puoi vedere dalle fotografie che ti posto qui sotto, i ritratti che ho realizzato al mio cane sono venuti bene quando lui era quasi addormentato, un po' meno quando tendeva a sfuggire dalla fotocamera. Invece, la foto con il dettaglio della matita è ritagliata perfettamente. I colori sono sempre piuttosto fedeli alla realtà, da segnalare un po’ di rumore in condizioni di luce scarsa.

Huawei P Smart 2019 – Giudizio finale

La versione 2019 di Huawei P Smart 2019 punta ad essere uno dei best seller del comparto medio del mercato smartphone. Con una dotazione hardware di tutto rispetto e un design davvero accattivante non avrà problemi a posizionarsi bene. Il tutto supportato da un prezzo di lancio davvero interessante: 249 Euro. Lo consiglio, quindi, ai ragazzi che desiderano avere uno smartphone da mostrare agli amici per l’estetica originale e che possono sfruttare al meglio la dotazione tecnica.