Scopa elettrica Samsung Powerstick VS6000: tutti i pro e i contro

News
04/05/2017 Danilo Pagnin 1785

Abbiamo provato la scopa elettrica senza sacco Samsung Powerstick VS6000: vi raccontiamo nella nostra recensione tutti i dettagli.

Il dilemma tra scopa elettrica e aspirapolvere è lo stesso che ci potrebbe essere tra uno scooter e una moto: fanno in fondo la stessa cosa, ma in modi diversi. E l’una potrebbe essere complementare all'altra, ma c'è chi si tiene solo l'una o l'altra pienamente soddisfatto. Noi abbiamo provato la scopa elettrica Samsung Powerstick VS6000, che fa un egregio lavoro del tutto simile alle (più potenti) parenti strette aspirapolveri, che potrebbe essere più che sufficiente per chi avesse pavimenti in piastrelle senza tappeti, e non soffre particolarmente di allergie. Iniziamo, però, prima dalla carrellata sulle specifiche tecniche.
 
Caratteristiche tecniche
La Powerstick VS60K6000 è una scopa elettrica senza filo prodotta da Samsung in vari colori (blu, bianco e giallo). Funziona a batteria ricaricabile al litio a 21,6 volt, con una durata dichiarata fino a 30 minuti e con un tempo di ricarica indicato in 2 ore.
La scopa può essere lasciata in posizione verticale in qualsiasi punto della casa, grazie ad una struttura free-standing appositamente studiata per questo.
Lo sporco aspirato viene depositato in un vano cilindrico dotato di un filtro a spugna facilmente lavabile, e l'elemento che lo contiene è staccabile dalla scocca della scopa diventando un efficace aspirabriciole, semplicemente schiacciando un pulsante.
La spazzola aspirante è dotata di tecnologia EZClean, studiata da Samsung per rendere particolarmente semplice la pulizia dei grumi di capelli che si formano intorno alle spazzole rotanti: sollevando una leva si può estrarre la spazzola dal tamburo e pulirla con molta facilità.
Sono compresi alcuni accessori: un tubo prolunga per arrivare agli spazi più nascosti e agli angoli più lontani, un raccordo con spazzola per la funzione aspirabriciole, da collegare all’elemento staccabile, e accessorio per la polvere, sempre da collegare all'elemento aspirabriciole.
 

L'unboxing
Il montaggio dei vari elementi una volta estratta dall'imballo è abbastanza semplice, anche se le immagini delle istruzioni su questo punto non sono chiarissime: meglio affidarsi all'intuito, e in un paio di minuti il gioco è fatto.
La batteria è un cubo da inserire in un vano dotato di slot contatti: per la ricarica, c’è l’apposito caricabatteria da collegare alla rete elettrica, e in un tempo ragionevole (meno di 2 ore, suppergiù) è pronta all’uso. La carica è segnalata da tre tacche luminose orizzontali, ben visibili.
L'elemento aspirabriciole è molto facile da staccare: premendo un tasto, si sblocca e basta afferrare la maniglia per scollegarlo dalla scocca.
Gli accessori presenti nella confezione sono di semplicissimo e intuitivo utilizzo: il tubo prolunga, l'accessorio polvere, la base caricabatteria.

Scopa elettrica Samsung Powerstick VS6000: prestazioni
Leggera e comoda da impugnare, la Powerstick tra le mani gira come una trottola intorno a qualunque ostacolo grazie al tamburo totalmente snodato che segue mobili, gambe di sedie e divani con grande facilità. L'impugnatura è ampia ed ergonomica, anche tenendola per diversi minuti non stanca e non disturba il polso.
La potenza aspirante alla massima velocità mi è sembrata più che onesta per la pulizia quotidiana: se la cava discretamente anche sui tappeti, se non troppo setosi e folti (per esempio, va abbastanza bene sui tappeti persiani). Peccato manchi una terza velocità intermedia: alla velocità minima, infatti, l'aspirazione è appena sufficiente, da utilizzare solo nelle ore notturne o quando non si vuole comunque fare rumore.
La struttura free-standing risulta di grande praticità: se durante una sessione di pulizie squillasse il telefono, non è necessario cercare un angolo per appoggiarla, è sufficiente spegnerla, e mettere il manico in verticale e resta dov'è. Mi è capitato tuttavia, per abitudine, di appoggiarla ad un mobile o al muro e tende a scivolare. Non sarebbe male avere una sorta di pedalino che bloccasse la spazzola internamente.
La rumorosità resta entro limiti contenuti, specialmente alla velocità minima, quando la scopa emette un suono molto morbido, potenzialmente utilizzabile anche a tarda sera in un condominio senza incorrere in liti coi vicini.


L'utilizzo dell’aspirabriciole
Collegando i raccordi in dotazione all'aspirabriciole, risulta molto semplice rimuovere polvere da punti scomodi, eventuali ragnatele dagli angoli, oppure rimuovere le briciole dalla tavola, cioè l'utilizzo principale a cui è destinato. Ho trovato tuttavia non completamente soddisfacente l’angolo di utilizzo: per aspirare dalla tavola le briciole, occorre alzare il braccio più di quanto occorra con altri prodotti provati, in quanto l’imbocco dei raccordi ha un’angolatura migliorabile. Il risultato è che l’utilizzo è leggermente più faticoso. L'aspirazione resta, comunque, molto efficace. 

Durata e carica della batteria
I tempi di ricarica corrispondono con buona approssimazione alle 2h da scheda tecnica. Qualche dubbio sulla durata: Samsung dichiara "fino a 30 minuti", ma dopo un paio di pranzi e cene la batteria si stava scaricando, con la carica che segnava ancora 2 tacche. Beneficio del dubbio: come per qualsiasi batteria al litio, occorrono diversi cicli di ricarica per arrivare alla piena efficienza e alla totale corrispondenza tra led di carica e residuo effettivo, pertanto occorrerebbero tempi più lunghi per un giudizio definitivo.
 

La manutenzione
La pulizia del vano? Semplice, senz'altro, ma richiede tre step: apertura vano, rimozione filtro e di un supporto in plastica che sostiene il filtro all’interno. Certo, è un dettaglio, ma per chi fa le pulizie e si muove con gesti rapidi ed essenziali, anche dover appoggiare il filtro con una mano, tirare via il supporto con l’altra e, infine, svuotare tutto nella pattumiera richiede quel piccolo gesto in più che poteva essere evitato. Il filtro a spugna interna è facilmente lavabile.
All’altezza delle aspettative, invece, la pulizia della spazzola, vanto di Samsung per questo modello: si sfila dal tamburo in un attimo, poi pulirla è un gioco da ragazzi.

Samsung Powerstick VS60K6000: giudizio finale
L’abbiamo strapazzata un po', ma resta una scopa elettrica efficiente, "simpatica" e agile. Per l'igiene quotidiana della mia cucina si è dimostrata un’ottima alleata: devo dire che la sua facilità d'uso e la sua semplicità di collocazione la rendono di utilizzo immediato e facile, col risultato che il mio pavimento nei giorni della prova era mediamente molto più pulito rispetto ai tempi dell’aspirapolvere, più potente ma più scomodo, che quindi finisce per essere usato meno.
La consiglio sicuramente per chi vive in spazi piccoli, specialmente se con pavimento in piastrelle e al massimo un paio di piccoli tappeti. A quel punto non serve nemmeno comprare un'aspirapolvere: farebbe un egregio servizio già la Powerstick da sola. 
Con una terza velocità sarebbe quasi perfetta: nonostante questo resta un prodotto di buon livello e con un rapporto qualità-prezzo di tutto rispetto. La sua estetica colorata e "giovane" porta un tocco di allegria e simpatia nell’ambiente: anche senza uno sgabuzzino, può essere lasciata in un ambiente di servizio come la cucina senza particolari problemi.