Come scegliere il miglior modem router

Guida all'acquisto
03/05/2018 Danilo Pagnin 2106

In questa guida ti diamo alcune informazioni per aiutarti a scegliere il miglior modem router per la connessione internet ADSL in casa o in ufficio, adatto alle tue esigenze e al giusto prezzo.

Disporre di una linea ADSL in casa o in  ufficio è ormai quasi uno standard: scegliere il miglior modem router o access point al giusto prezzo per la propria rete wi-fi determina le performance di connessione ad internet del nostro PC, tablet o smartphone, così come della nostra Smart TV. Anzitutto occorre conoscere la portata della propria rete ADSL domestica o dell'ufficio: molto diverso è avere una rete ADSL standard oppure una rete ADSL fibra, che rispetto alla prima ha un'ampiezza di banda molto maggiore, con un trasferimento dati decisamente più veloce. 
Un'altra opzione possibile, se viaggi spesso e ti servono connessioni wi-fi veloci, è un modem router wi fi portatile, che si connette ad una rete di telefonia mobile (TIM, Vodafone, ecc.) per creare la tua piccola e potente rete wifi, da usare da solo o in condivisione.
Occorre però prima conoscere cosa fanno esattamente modem, router e access point: in questa guida troverai le informazioni più importanti per scegliere il giusto device per la tua rete.
 
Guarda tutti i router e access point

Modem ADSL: cos'è e  a cosa serve

Un modem ADSL collega il PC alla linea ADSL rendendo possibile la connessione a Internet. Non offre di solito alcuna funzione avanzata di routing né un firewall integrato, né tantomeno una rete Wi-Fi o uno switch. Ha una sola porta Ethernet quindi ci si può collegare un solo PC.  Molto economico nelle sue versioni base, è l'ideale per chi deve collegare solo un PC a Internet o per chi ha già un router da posizionare a valle del modem stesso.
Nella prima éra di Internet, quando le connessioni Wi-Fi non erano diffuse e si usavano per lo più reti analogiche a 56k o ISDN, il modem era uno dei prodotti di networking più venduti, mentre oggi è raro trovare un modem "puro" in una casa o in un ufficio: i più venduti sono modem USB altrimenti noti come chiavette Internet, che nascono per essere usate con un PC singolo o al massimo per essere connesse ad un router, qualora non si disponga di una rete ADSL cablata e il router abbia una porta USB dedicata, mentre quando si acquista un apparecchio per connettersi ad Internet si acquista quasi sempre un modem router wireless.

Wireless router modem
Nel suo significato base, il router è un dispositivo che permette di collegare più dispositivi a Internet, attraverso un modem (esterno o integrato). Fai conto che Internet sia un grande fiume invisibile che attraverso il modem può entrare in casa tua e portare potenzialmente miliardi di informazioni digitali presenti nella rete: il router può instradare questo grande fiume in singoli "rivoli", consentendo a ciascun PC, smartphone o tablet (ma anche Smart TV) di trovare un canale "pulito", senza interferenze e sovrapposizioni con gli altri, per connettersi all'indirizzo web desiderato, mentre il modem puro collega 1 solo indirizzo web per volta.
I modelli in vendita oggi sono ottimizzati per essere collegati direttamente alla presa telefonica con linea ADSL, hanno quattro o più porte di rete Ethernet e generano una o più reti Wi-Fi. Per scegliere il miglior modem router devi anzitutto verificare la portata della tua rete ADSL (leggi anche la nostra guida su come scegliere la velocità wi-fi), e se disponi di una rete a fibra, ti occorrerà un router wi-fi potente.

Caratteristiche avanzate del router ADSL
Oltre alle funzioni essenziali descritte sopra, un modem router ADSL può offrire alcune caratteristiche in più, che possono portare ad un aumento del prezzo ed è indispensabile conoscere per orientare la scelta del miglior modem router:
 
- Una doppia banda di rete: oltre alla normale banda da 2,4GHz, alcuni router dispongono di rete a 5 GHz, meno vulnerabile a eventuali disturbi a patto che il tuo PC o smartphone si trovi a breve distanza dal router e senza significativi ostacoli (il segnale a 5GHz è infatti meno abile ad aggirare gli ostacoli rispetto a quello da 2,4GHz e perde facilmente potenza in presenza di muri o interferenze di altri apparecchi elettronici presenti nell'ambiente);
- Una rete per gli ospiti attivabile a scelta dell'utente;
- Un router con due o più antenne, ideale per case molto grandi o a più piani. Le antenne del modem router ADSL non sono sempre visibili a occhio nudo.
- Software di controllo avanzato, che permette di gestire porte, firewall, filtri ai siti web, funzione QoS e altro. In alcuni casi è anche possibile sostituire personalmente il firmware con uno alternativo, ma è un'opzione consigliabile solo ai più esperti: meglio attivare l'aggiornamento firmware previsto dal costruttore dalla maschera di gestione remota;
 
- La presenza di una o più porte USB sul router ADSL, a cui collegare hard disk o stampanti ma in qualche caso anche chiavette Internet, utilissime se non si dispone di rete fissa ADSL;
- La possibilità di usare il router anche come base di telefoni wireless che usano lo standard DECT. A volte con questa funzione c'è anche la possibilità di usare il router come centralino.
- Velocità di trasmissione superiore ai 300 Mbps: i router con standard 802.11 ac-n possono arrivare a 1.900 Mbps, velocità nominali che possono essere sfruttate in ambito gaming e per streaming video in HD.
 
Access point e router wireless: quali differenze?
Un Access Point è un dispositivo che consente di accedere ad Internet collegandosi ad un modem router. Se il router è dotato della funzione Wi-Fi è da considerarsi anche un Access Point.
L'access point ti può servire se il tuo modem router non è in grado di coprire tutta l'area in cui desideri che sia disponibile il segnale wi-fi (oppure se il modem router non è wireless): all'interno di case molto grandi e su più piani, per esempio, o in spazi quali hotel, palestre, uffici, ospedali e università, luoghi spesso equipaggiati con reti Wi-Fi utilizzate contemporaneamente da un alto numero di utenti.
Per quanto riguarda il prezzo, vi sono access-point da poche decine di euro adatti a contesti domestici, ma se ti servono impianti wi-fi molto potenti i prezzi arrivano anche a diverse miglaia di euro.
Sempre più diffusi sono i Powerline, a tutti gli effetti degli access point che propagano il segnale wireless all'interno di un ambiente domestico sfruttando la rete elettrica: sono a tutti gli effetti da considerarsi access point, che insieme al modem router possono costituire una rete mesh.