Ricevi un pacco rovinato: cose da fare e cose da non fare

Guida all'acquisto
08/11/2017 Danilo Pagnin 202

Acquistando online può capitare di ricevere un pacco danneggiato: vi diamo alcuni semplici consigli su come comportarvi.

Un acquisto su Intenet viene spesso preferito ad un acquisto in un negozio per ragioni di praticità e velocità: possibilità di scelta decisamente superiore ai punti vendita, risparmio di tempo e spesso prezzi migliori. Unica incognita: la consegna. La merce passa da diverse mani e viaggia talvolta per centinaia di km: il pacco potrebbe aver subìto colpi e arrivare danneggiato. Il danno esteriore è il più facile da individuare ma potrebbe trattarsi anche di danno occulto, non visibile dall’esterno. Con pochi semplici consigli puoi metterti al riparo da brutte sorprese. E non perdere soldi. Nella nostra guida trovi tutto quello che devi sapere.
 
Ricevi una scatola rovinata: meglio accettarla o respingerla?
Se ricevi una scatola visibilmente danneggiata (uno squarcio, uno schiacciamento evidente) sarebbe buona norma respingerla. Il corriere scriverà sul bollettino di consegna o sul PAD elettronico che la merce è stata rifiutata, torna al mittente e tu vieni rimborsato. Se desideri lo stesso prodotto dallo stesso sito Internet, comunicalo all'assistenza clienti e ti verrà generata una seconda spedizione con un nuovo prodotto, senza spese ulteriori. Il magazzino applicherà rivalsa sul corriere per il danno, ma questo non sarà più un problema tuo.
Se però ti sembra che il danno esteriore all’imballo non sia tale da compromettere l’integrità del prodotto, puoi decidere di accettarlo: ricordati però sempre, in questi casi, di firmare "con riserva" specificandone la ragione Senza la motivazione specificata, la riserva generica non ha valore legale. Quindi ti consiglio di scrivere, accanto alla firma o nell’apposito spazio sul bollettino di consegna cartaceo (o PAD elettronico), "con riserva per imballo schiacciato", "con riserva per imballo aperto", ecc. Grazie a questa specifica, le normative vigenti consentono la rivalsa sul corriere in caso di danni al prodotto. Ti basterà chiamare l’assistenza clienti dell’esercente che ti ha venduto il prodotto e avvisarla dell’accaduto, quindi, proprio grazie alla riserva specifica, l’esercente si attiverà per rivalersi sul corriere.
Senza riserva specifica, il pacco risulta accettato e l’eventuale danno non verrà rimborsato.
 
Ricevi una scatola integra e all’interno il prodotto è danneggiato: cosa devi fare?
In questo caso sei di fronte ad un cosiddetto “danno occulto”, come viene legalmente definito. Dovrai chiamare il venditore e spiegargli cosa è accaduto: ti verranno chieste le foto del danno, dell’imballo e (in teoria) una raccomandata in cui descriverai brevemente quanto hai constatato, ma è sempre più frequente che il venditore si attivi con una email PEC per comunicare l'accaduto, senza bisogno di raccomandate da parte tua. Legalmente, infatti, si tratta di un vero e proprio sinistro e come tale viene gestito. Con questi pochi semplici passaggi viene attivata la copertura assicurativa, che tutti i buoni venditori on-line dovrebbero avere. Tu verrai rimborsato oppure, a tua scelta, ti verrà spedito un nuovo prodotto. Non devi naturalmente sostenere alcuna spesa aggiuntiva.
Ricordati che dal momento della consegna hai otto giorni di calendario per poter contestare un danno occulto: oltre questo termine la legge non consente ulteriori contestazioni.

Se ricevi un frigorifero o una lavatrice danneggiati come devi comportarti?
Le normative non distinguono tra pacchi piccoli o grandi imballi per prodotti pesanti: valgono sempre le stesse regole appena descritte. Cambia, però, qualcosa dal punto di vista pratico: gli imballi dei grandi elettrodomestici infatti non sempre sono scatole, ma a volte insiemi di cellophane, protezioni in polistirolo e cartone assemblati insieme. Il danno è spesso visibile senza scondizionare il prodotto: se la lavatrice ha preso un colpo sulla scocca, dal cellophane talvolta può essere già evidente. In questo caso non accettare la merce: respingila e tornerà al mittente. Ma se dall'esterno non si vede niente di anomalo poi ti ritrovi un gibollo sulla scocca o qualcosa di rotto? Sei di fronte ad un danno occulto, e vale lo stesso iter descritto nel precedente paragrafo.
Se invece l’imballo risulta rovinato ma non noti danni al prodotto ad una prima occhiata, comportati come descritto nel primo paragrafo (firma con riserva specifica). Molti corrieri specializzati in trasporti di elettrodomestici hanno già una modulistica predisposta, con un doppio riquadro: uno per accettazione senza riserve, l’altro per l’accettazione con riserva, con già stampato “imballo danneggiato”. In questo caso non devi neppure aggiungere a mano qualcosa, ma semplicemente firmare in questo riquadro.

Il pacco è chiuso con nastro adesivo del corriere: puoi fidarti?
No! La chiusura con nastro adesivo del corriere è una delle prove inconfutabili che il pacco è stato manomesso: in questo caso è necessario sempre mettere firma con riserva "per presenza nastro adesivo corriere XYZ". Anche se il nastro adesivo è stato messo in buona fede da parte del corriere a fronte di piccoli danni, è in ogni caso una prova della non-integrità del pacco e va contestato in bollettino di consegna o PAD.