Recensione Samsung Galaxy S8: tutto quello che c'è da sapere

News
05/04/2017 Maria Antonia Frassetti 710

Abbiamo testato il tanto atteso Galaxy S8: ecco come ci siamo trovati e cosa ci è piaciuto del nuovo smartphone top di gamma di Samsung presentato ufficialmente settimana scorsa.

Come promesso, abbiamo provato per diversi giorni il nuovo Galaxy S8. Fin dalla prima accensione, le aspettative sono state molte e di un certo livello. Non poteva essere altrimenti: ancora prima dell’unpack ufficialetenutosi lo scorso 29 marzo, Samsung ha fatto sapere al mondo intero che il suo nuovo flagship sarebbe stato un device innovativo e rivoluzionario in grado di sovvertire il concetto stesso di smartphone fino ad ora inteso e condiviso, sia dal punto di vista estetico che tecnico. L’azienda coreana sarà riuscita nel suo intento? Il nuovo S8 è davvero così all’avanguardia come preannunciato? Qui sotto trovate tutte le nostre impressioni. Prima, però, vi diciamo tutto quello che c’è da sapere sulla scheda tecnica dell’ultimo arrivato della famiglia Galaxy.

Scopri il nuovo Samsung Galaxy S8

Caratteristiche tecniche
Rispetto al “fratello maggiore” Galaxy S8 Plus, Samsung S8 ha un display più piccolo da 5,8 pollici. Entrambi possiedono uno schermo Super AMOLED con risoluzione WQHD+ (2960 x 1440 pixel) e un nuovo rapporto di forma 18.5:9. Galaxy S8 vanta, inoltre, un display “edge”, ovvero dai bordi ricurvi (superando così la classica differenziazione tra versione “flat” e “edge” di uno stesso modello). L’altra novità sta nel cosiddetto “Infinity Display”: quest’ultimo è quasi del tutto privo di cornici, a parte un bordo ridotto all’essenziale presente nella parte superiore e inferiore del device. Per quanto riguarda la dotazione hardware, il processore installato è un Exynos 8895 octa-core con architettura a 10 nm. La RAM è di 4GB, mentre la memoria interna arriva a 64GB espandibili fino a 256GB con microSD. Dal punto di vista software, Galaxy S8 integra il sistema operativo Android Nougat 7.0 che si avvale di un nuovo assistente virtuale Bixby (che al momento non supporta ancora la lingua italiana), attivabile con un apposito tasto fisico posizionato sul lato sinistro dello smartphone. Infine, la fotocamera principale con tecnologia Dual Pixel ha una risoluzione di 12 MegaPixel, mentre la fotocamera frontale incorpora un sensore da 8 MegaPixel con autofocus
Che dire della confezione? All’interno del cofanetto, Samsung Galaxy S8 si accompagna ad una serie di accessori interessanti ed utili: un adattatore USB/USB-C, un adattatore microUSB /USB-C, un cavo USB-C, l’alimentatore per la ricarica rapida (che si completa in poco meno di 2 ore) e un set di auricolari in-ear AKG di ottima qualità. Se proprio vogliamo dirla tutta, non ci sarebbe dispiaciuto trovare nella confezione anche una cover per proteggere fin da subito uno smartphone di fascia alta come questo – visto anche il prezzo di lancio che si attesta sugli 829 Euro

Galaxy S8 - Display e design
Samsung Galaxy S8 è sicuramente uno smartphone innovativodal punto di vista dello studio del design, della qualità costruttiva e del display: la differenza estetica è evidente rispetto ai modelli precedenti, anche solo rispetto al Galaxy S7. Non solo Samsung ha incrementato l’area touch utilizzabile (oltre l’80% dell’intera superficie del device) riducendo i bordi al minimo indispensabile, ma ha anche introdotto un nuovo form factor di 18.5:9 che conferisce al telefono una forma più stretta ed allungata (pur non andando ad aumentare sensibilmente le dimensioni complessive dello smartphone). Personalmente, ho trovato questo nuovo fattore di forma molto comodo ed ergonomico: la sensazione che ho avuto è stata di avere sempre il telefono ben saldo in mano riuscendo a controllare tutti i tasti e le varie funzioni senza grandi problemi. Tra l’altro lo smartphone è molto leggero, avendo un peso di appena 155 grammi. Per poter dare più spazio allo schermo, il tasto Home è diventato un tasto virtuale e il logo Samsung è stato posizionato sul retro del device (altra grande novità), così come il lettore di impronte digitali. Inoltre, il telaio in alluminio e vetro (con protezione Gorilla Glass 5) rendono Samsung Galaxy S8 impermeabile e resistente alla polvere(certificazione IP68).
Per quanto riguarda, invece, la qualità del display? Basta aprire un video di YouTube per apprezzarne subito appieno l’elevata risoluzione e la tecnologia di alto livello che ci sta dietro. Colori brillanti e nitidi, immagini chiare e ben definite: con Samsung Galaxy S8 ci si immerge completamente in quello che si sta guardando, senza distrazioni o elementi visivi che possono ostacolare la piena fruizione dei contenuti multimediali.  E’ un po’ come avere il video direttamente tra le mani.

Processore e prestazioni
Grazie al potente processore Exynos 8895 octa core con architettura a 10 nanometri, le prestazioni sono notevoli: Samsung Galaxy S8 non ha mai dato segni di cedimento, nemmeno in condizioni di utilizzo intensivo. Sempre reattivo e veloce, ci è piaciuto molto per la fluidità con cui si passa da un’app all’altra e la rapidità con cui si aprono e scaricano i file, anche molto pesanti. 
Tra i punti di forza del device troviamo il focus sulla sicurezza e l’accesso istantaneo (nonché sicuro) del dispositivo. Vi avevamo già parlato delle quattro modalità di sblocco integrate nel nuovo S8: oltre al classico PIN, Samsung ha puntato l’attenzione sul riconoscimento biometrico mediante impronta digitale, volto e iride. Ci siamo divertiti a provare il sensore per la scansione dell’iride e dobbiamo ammettere che non ha fallito quasi mai, se non in condizioni ben specifiche. Ad esempio, sono rimasta sorpresa che lo scanner funzioni correttamente anche se si indossano gli occhiali e in situazioni di scarsa illuminazione. Se, però, abbiamo una fonte di luce diretta frontale, i riflessi che si creano sulle lenti possono impedire il riconoscimento dell’iride, ma è più che normale, in quanto fungono da schermo. Un paio di considerazioni personali: ho trovato poco pratico sbloccare ogni volta lo smartphone utilizzando questa modalità, soprattutto se si ha l’abitudine come me di consultarlo molto spesso, anche perché il telefono va preso in mano e sollevato ad altezza occhi ad una distanza ben precisa dal viso. Inoltre, per quanto riguarda il posizionamento del lettore di impronte digitale(in alto a destra sul retro), non sempre è raggiungibile facilmente e comodamente con le dita, considerata anche la forma allungata del device.

Galaxy S8 - Fotocamera
A differenza di altri brand, Samsung non ha scelto di dotare il suo ultimo smartphone di fascia alta della doppia fotocamera. La qualità del comparto fotografico è comunque notevole come potete vedere dagli scatti inseriti a fine articolo. Abbiamo portato Galaxy S8 alla Design Week di Milano e lo abbiamo utilizzato per fotografare le varie installazioni e i temporary store che abbiamo visitato in questi giorni: le immagini realizzate sono risultate sempre luminose e ben definite, anche in condizioni di scarsa illuminazione o di luce artificiale e riverberi.

Tutto questo grazie ad una potente fotocamera posteriore con risoluzione di 12 MegaPixel con apertura f/1.7, autofocus Dual Pixel e stabilizzatore ottico. La fotocamera anteriore è stata migliorata passando da 5 a 8 MegaPixel di risoluzione, con apertura focale f/1.7. La novità del modulo frontale sta però nell’integrazione dell’autofocus che permette di realizzare selfie perfetti e definiti. Tra le funzionalità più interessanti, c’è sicuramente la messa a fuoco selettiva per poter scegliere il livello e la zona di sfocatura e di messa a fuoco a seconda che si voglia fa risaltare il primo piano, lo sfondo oppure entrambi.
La batteria è l’altro elemento di differenziazione (oltre alle dimensioni dello schermo) tra Samsung Galaxy S8 e il modello S+. Infatti, la capacità è di 3.000 mAh, rispetto ai 3.500 mAh della versione Plus. L’autonomia è soddisfacente: anche se si utilizza lo smartphone in modo intensivo, ad esempio per guardare video, navigare sui social media e ascoltare musica, si arriva senza problemi fino alla fine della giornata. Nella sezione Impostazioni si trovano comunque molte opzioni sul risparmio energetico per migliorare l’autonomia del telefono. 

Ricezione
Per quanto riguarda la ricezione, non abbiamo riscontrato particolari criticità o difficoltà. L’efficienza telefonica ci è sembrata sempre ottimale, anche in contesti diversi al chiuso o all’aperto, così come le varie opzioni integrate per la connettività: LTE, Wi-Fi, Bluetooth 5.0, NFC, GPS. Insomma, nulla da segnalare al riguardo.

Samsung Galaxy S8 - Giudizio finale
Dal nostro punto di vista, il nuovo Galaxy S8 inaugura una nuova idea di design e una nuova concezione di display.Non per questo la qualità componentistica e software è venuta meno. Anzi, lo smartphone ci sembra incarnare in modo ottimale il connubio tra forma e tecnologia di cui tanto si è parlato in occasione della presentazione ufficiale. Sicuramente, l’S8 è la soluzione ideale per la fruizione di contenuti multimediali, viste le caratteristiche innovative dello schermo. Ma per la potenza del processore e le elevate performance garantite, lo smartphone è indicato anche per lavorare in mobilità. Interessante, a tale proposito, è Samsung DeX, la dock esclusiva (acquistabile a parte ad un prezzo che non dovrebbe superare i 150 Euro) con cui è possibile trasformare lo smartphone in un ambiente di lavoro desktop collegandolo a monitor, tastiera e mouse. Infatti, sul device sono disponibili le app Office per le attività business. Cosa non ci è piaciuto di Samsung Galaxy S8? Prezzo a parte, abbiamo solo qualche perplessità legata all’esperienza d’uso soggettiva, come lo sblocco dello smartphone mediante riconoscimento biometrico e l’assenza della funzionalità radio FM.