Recensione Nokia 3: il primo smartphone Android Nokia

News
14/07/2017 Alessandra Basile 1570

Nokia ha presentato il primo smartphone con sistema operativo Android: Nokia 3. Si tratta di un telefono entry level, l'abbiamo provato e lo consigliamo come dispositivo per le vacanze. Leggete nella nostra recensione perché.

Al Mobile World Congress di Barcellona, un bizzarro caso mediatico era sulla bocca di tutti: il ritorno di Nokia, non con uno smartphone top di gamma. Anzi, non si parlava proprio di smartphone. Nokia era tornata con un feature phone: il mitico Nokia 3310. E se a qualcuno questa trovata faceva sorridere, è innegabile che si sia trattata di una riuscitissima operazione di marketing che ha portato tutta la folla dei visitatori della più importante fiera mobile a livello globale al padiglione Nokia.
Ok il Nokia 3310, ma poi che altro? HMD, il nuovo distributore del marchio, ha le idee molto chiare su come riportare in auge lo storico brand: passare agli smartphone Android e posizionare un device per ogni fascia di prezzo. Ha deciso di attaccare il mercato tornando un po' in punta di piedi, partendo dalla fascia entry level. La scheda tecnica, quindi, è in linea con questa definizione, ma tutto sommato si tratta di uno smartphone da mettere in valigia per le vacanze. Vi spiego perché nella mia recensione.

Nokia 3 – Caratteristiche tecniche
Nokia 3 è uno smartphone Android con display LCD da 5 pollici con tecnologia IPS e risoluzione HD. Si tratta di un telefono dual sim con processore Mediatek 6737 quad-core da 1,3 Ghz, supportato da 2 GB di RAM, mentre per la memoria interna abbiamo a disposizione 16 GB espandibili fino a 128 GB tramite microSD. Pur essendo un entry level, Nokia ha deciso di installare di fabbrica Android Nougat nella release 7.0 con pressoché nessuna personalizzazione. Un paio di mesi fa, infatti, Nokia ci aveva raccontato di voler montare sui propri dispositivi Android in versione stock, in modo da ricevere sempre in maniera molto celere gli aggiornamenti di Google, soprattutto per quanto riguarda le patch di sicurezza. I telefoni Nokia, si sono sempre distinti per sicurezza, affidabilità e resistenza e HMD non intende perdere questo retaggio.
Per quanto riguarda il comparto fotografico troviamo due fotocamere identiche: sia quella frontale, sia quella anteriore hanno una risoluzione da 8 MegaPixel e apertura da f/2 con funzionalità HDR e LED flash sulla cover. Infine, la batteria ha una capacità di 2.650 mAh.
Display e Design
Come anticipato, il display non ha risoluzione Full HD, bensì HD (quindi la risoluzione è di 1280x720), tuttavia su una diagonale da 5 pollici non si nota chissà quale differenza rispetto a un FHD se non, al limite, andando a zoomare le immagini. La luminosità va un po' regolata e personalizzata a proprio piacimento. Trattandosi di un pannello IPS, io settandola al massimo durante il giorno, mi sono trovata bene.
Sempre sul tema della resistenza dei telefoni Nokia, troviamo sul display il rivestimento Gorilla Glass per proteggerlo dai graffi ed il trattamento oleofobico per non trattenere le impronte.
Il design di Nokia 3 è minimal, essenziale ed elegante con bordi stondati, ma senza sfociare in uno stile eccessivamente bombato. Allo stesso tempo, si presenta come un device solido anche grazie alla back cover in policarbonato opaca associata ad un frame in metallo.
Sul lato sinistro troviamo due slot: uno per la doppia sim, uno per la microSD. Interessante questa scelta di separarli in questo modo. Sul lato inferiore abbiamo lo speaker, l'ingresso USB 2.0 ed il microfono. Sul lato destro, invece, il bilanciere del volume e il tasto di accensione. Molto bella la fresatura lucida di questi due pulsanti, non così scontata su uno smartphone entry level. Terminiamo con il lato superiore dove è presente il jack da 3,5 mm per le cuffie.
C'è una cosa, però, che va appuntata al design di Nokia 3: la scelta dei pulsanti di navigazione. Non sono retroilluminati, quindi in condizioni di luce scarsa è abbastanza difficile trovarli subito al primo colpo. Bisogna farci un po' l'abitudine. Scelta strana, questa, che non capisco: se non sono retroilluminati (e non sono fisici), di solito si mettono a schermo.
Nokia 3 – Processore e prestazioni
Ribadisco a scanso di equivoci che ho tra le mani uno smartphone entry level, quindi la valutazione verte su questa premessa. Il processore è un quad-core, la RAM da 2GB, la scheda tecnica rispecchia le aspettative. Nell'utilizzo quotidiano troverete esattamente quello che ci si può aspettare con queste specifiche: qualche lag di quando in quando, soprattutto con applicazioni pesanti, ma ad ogni modo nulla per cui vi dispererete davanti al display, né alzerete gli occhi al cielo aspettando che si apra Facebook. Io l'ho usato anche come smartphone di lavoro e si è comportato bene nella gestione della posta e del calendario, nelle app di messaggistica istantanea. Qualche volta si è "incartato" per qualche secondo, per poi riprendersi come se nulla fosse. E non scalda mai.
Insomma, tenete sempre bene a mente un’informazione fondamentale: costa intorno ai 150 Euro. Per questo prezzo, siamo in linea con le aspettative.
La fotocamera
Mi ha colpita molto la scelta di Nokia di inserire due moduli fotografici identici per la camera principale e quella secondaria che, in questo caso, è più corretto chiamare più semplicemente interna ed esterna. 8 MP di risoluzione possono sembrare pochi sulla fotocamera esterna, ma sono abbandonati su quella interna. In ogni caso, c'è sempre l'HDR che aiuta ad ottimizzare i risultati. In concreto?
Questo è un altro dei motivi per cui ritengo che Nokia 3 possa essere uno smartphone low cost da portarsi in spiaggia. Con questo telefono potete fare fotografie delle vostre vacanze di tutto rispetto senza rimpianti. Se avete tempo e voglia, magari lavorate sulle impostazioni manuali perché in automatico le immagini tendono ad essere un po' sovraesposte e, quindi, alcuni colori vengono un tantino bruciati.
Non male anche la macro, bisogna giusto avere un po' di pazienza nella messa a fuoco, ma poi l'effetto bokeh è abbastanza evidente. Come sempre, al termine della mia recensione trovate un po' di scatti che ho realizzato durante i giorni di test, così vi potete fare un'idea più chiara dei risultati.
Nokia 3 – Batteria
L'autonomia della batteria è sempre stata uno dei punti di forza dei telefoni Nokia. Ora, non aspettatevi di avere tra le mani un dispositivo con una batteria da roccia che duri giorni e giorni come accadeva in passato. Stiamo pur sempre parlando di uno smartphone, con tutto quello che ne consegue dal punto di vista dei consumi energetici. Il fatto, poi, che monti Android Nougat per il quale Google ha proprio lavorato nell'ottimizzazione della batteria, è ovviamente un suo punto a favore.
Con un utilizzo medio-alto, io sono arrivata comunque alla giornata e mezzo di autonomia.

Ricezione
Questo sì che è uno degli assi nella manica di Nokia 3. Nessun problema per quanto riguarda la ricezione del segnale, anche in 4G. La qualità audio delle telefonate è sempre stata chiara e definita. Nessuna voce gracchiante, né fruscii o fastidi vari in conversazione.

Nokia 3 – Giudizio finale
Nokia 3 è uno smartphone low cost per chi non ha voglia di spendere un patrimonio per un telefono, ma non vuole nemmeno rinunciare alla qualità dei materiali e a prestazioni comunque accettabili. Oppure, come dicevo, dovreste comprarlo se avete voglia di prendere uno smartphone per le vacanze grazie all'autonomia adeguata e al comparto fotografico. Il fatto, poi, che la fotocamera interna abbia risoluzione da 8 MP, lo rende ideale per i selfie. E chi non fa un sacco di selfie in vacanza?