Recensione Asus Zenfone 4 Selfie: perché comprarlo

News
27/10/2017 Alessandra Basile 2799

Ho provato per un paio di settimane lo smartphone Asus Zenfone 4 nella versione Selfie, che è sicuramente quella più adatta per un pubblico giovane che ha voglia di giocare con la doppia fotocamera interna. Ti racconto nella mia recensione come mi sono trovata.

Nelle scorse settimane Asus ha presentato durante un grande evento a Roma la sua ultima novità: lo Zenfone 4. Si tratta dell'evoluzione della fortunata serie di smartphone che negli anni scorsi ha convinto il pubblico e che in quell'occasione è stato annunciata in diversi modelli, ognuno con una caratteristica ben precisa e un utente tipico di riferimento altrettanto definito. Io ho voluto provare per la mia recensione lo Zenfone 4 Selfie, un prodotto di fascia media che si contraddistingue per la doppia fotocamera interna per i selfie accompagnata da un'interfaccia dedicata per creare fotografie divertenti da soli o con i propri amici da condividere sui social. Asus Zenfone 4 Selfie, quindi, si rivolge ad una fascia di pubblico giovane; ti racconto nella mia recensione tutti i pro e i contro e perché dovresti comprarlo. Partiamo, come sempre, da una veloce carrellata sulla scheda tecnica.
Asus Zenfone 4 Selfie – Caratteristiche tecniche
Zenfone 4 Selfie è uno smartphone Android con display da diagonale di 5,5 pollici. Si tratta di un pannello con tecnologia IPS Full HD con vetro curvo 2,5 oleorepellente. Monta un processore octa-core Snapdragon 430 supportato da 4 GB di memoria RAM, mentre per la memoria interna hai a disposizione 64 GB espandibili tramite microSD. Nota bene, puoi aggiungere la microSD per aumentare lo storage interno senza dover rinunciare a nessuna SIM. Asus Zenfone 4 Selfie, è un telefono dual SIM e ha tre slot: due per le SIM ed uno per la microSD. Su questo hardware gira Android Nougat 7.1 personalizzato con l’interfaccia proprietaria Asus ZenUI 4.0.
Per quanto riguarda il comparto fotografico puoi contare su una fotocamera principale con risoluzione da 16 MegaPixel ed una secondaria interna composta da due sensori, uno standard con ben 20 MegaPixel ed uno grandangolare da 8 MP. Per lo Zenfone 4 Selfie, però, non è corretto parlare di fotocamera secondaria, perché è il vero elemento di forza di questo smartphone. Ma te ne parlerò nel dettaglio più avanti. Infine, la batteria in dotazione ha una capacità da 3.000 mAh.

Leggi la scheda tecnica completa qui
Display e Design
Zenfone 4 Selfie si caratterizza per un design pulito, minimalista ed elegante. Grazie allo schermo da 5,5 pollici le dimensioni sono adeguate e il risultato generale è di grande maneggevolezza. Proviamo a girare insieme virtualmente il telefono: nella parte posteriore troviamo le casse altoparlanti e l'ingresso USB che, confesso, mi aspettavo fosse di tipo C; sul lato destro troviamo un unico pulsante come bilanciere del volume e il tasto di accensione e spegnimento; sul lato superiore sono presenti microfono e jack per le cuffie da 3,5 mm; concludiamo con il lato destro dove troviamo il comparto per le due SIM e l’eventuale microSD.

Sulla parte frontale di Zenfone 4 Selfie troviamo le due fotocamere per i selfie, così come il sensore di prossimità e della luce ambientale. Presente anche il sensore delle impronte digitali per sbloccare il telefono. Il fingerprint durante il test si è rivelato affidabile, è solo necessario a volte premere un po' di più l'impronta per farla riconoscere.
Il display è di tipo IPS che quindi magari non spicca per brillantezza ma, proprio per questo, i colori risultano sempre naturali e non distorti e, utilizzando a lungo lo smartphone, non si stancano gli occhi.
La scocca unibody vede un retro molto elegante satinato con due linee metalliche in alto e in basso che attraversano il telefono.
Zenfone 4 Selfie – Processore e prestazioni
Come ti ho anticipato all'inizio della mia recensione, Asus Zenfone 4 Selfie è uno smartphone di fascia media con hardware e prestazioni adeguate a questo livello. Il processore è uno Snapdragon 430, quindi non l'ultimo né il più potente di Qualcomm, ma è pur sempre un octa-core e riesce a supportare senza particolari problemi tutta l'infrastruttura. L'utilizzo delle app è piuttosto rapido e fluido, così come la navigazione su web e sui social.
L'interfaccia studiata da Asus è completa ed intuitiva, permette di personalizzare il telefono con temi a piacere e presenta tutti i componenti immancabili in un device come il launcher, la calcolatrice ed il meteo.
Mi ha particolarmente convinta la durata della batteria. Infatti, nonostante la capacità sia di 3000 mAh, sul mercato ne troviamo sicuramente di maggiori, lo smartphone è in grado di coprire tranquillamente la giornata e mezza di utilizzo. Peccato solo per l'assenza della ricarica rapida. Interessante anche la funzione Safeguard: premendo velocemente tre volte il pulsante di accensione, è possibile inviare una chiamata o un SMS di emergenza.

Asus Zenfone 4 Selfie – Fotocamera
Veniamo al vero e proprio punto di forza dello Zenfone 4 Selfie: entrambe le fotocamere (esterna ed interna) garantiscono sicuramente buoni risultati anche se la particolarità sta in quella per i selfie. Partiamo comunque da quella che, tradizionalmente, chiamiamo fotocamera principale. La risoluzione da 16 MP permette di scattare fotografie con un buon livello di dettaglio e luminosità.
L'utilizzo dell'interfaccia della fotocamera è intuitivo, lo scatto rapido quindi l'esperienza d'uso è sicuramente soddisfacente. Come sempre, al termine della mia recensione, puoi vedere alcuni scatti che ho realizzato in questi giorni con Zenfone 4 Selfie per vedere concretamente i risultati che puoi raggiungere con questo smartphone.
Ma passiamo alla fotocamera interna, anzi alle fotocamere interne, perché come ti ho detto Zenfone 4 Selfie monta due fotocamere per i selfie: una standard ed una grandangolare. In questo modo, puoi scegliere di usare il sensore standard se vuoi fare un selfie da solo, oppure di passare al sensore grandangolare per allargare l'inquadratura ed includere altre persone. Farlo è semplicissimo: devi solamente cliccare sul pulsante che mostra tre persone stilizzate invece di una sola.
Già nella fase di scatto del selfie puoi usare quella che Asus chiama "beautification", vale a dire una serie di regolazioni della fotografia per migliorare un po' il risultato. Puoi sbiancare un po' la pelle, per rimuovere eventuali macchie, piuttosto che levigarla (rughe e imperfezioni sparite, parola mia!), sfinare un po' il volto a ingrandire gli occhi. Insomma, c'è sicuramente da divertirsi incrociando tutte queste combinazioni.
Oltre a questo, trovi anche l'app Selfie Master per creare collage divertenti o fare video live in streaming sui social, sempre sfruttando la "beautification".
Ricezione
Asus Zenfone 4 Selfie è uno smartphone con connessione LTE, durante il test non ho riscontrato alcun problema in fase di ricezione. L'audio nelle telefonate è sempre stato chiaro e forte, il download dei contenuti piuttosto rapido.

Asus Zenfone 4 Selfie – Giudizio finale
In conclusione, quali sono i punti di forza di questo smartphone? Fotocamera per i selfie, ça va sans dire, batteria e facilità di utilizzo. Zenfone 4 Selfie conferma le mie aspettative sul target di riferimento: ti consiglio di comprare questo telefono se ami scattare fotografie, soprattutto per i social o, perché no, come regalo di Natale per qualcuno di giovane che sicuramente saprà apprezzare la particolarità della doppia fotocamera interna e si divertirà a giocare con il Selfie Master. Questo device sarà in grado di affiancarti nel classico utilizzo in mobilità durante la giornata come navigazione web, social e messaggistica istantanea.