Recensione Climatizzazione Intelligente V2 Tado°: tutti i pro e contro

News
01/06/2018 Danilo Pagnin 431

Ho provato la nuova Climatizzazione Intelligente V2 di Tado°, un sistema di domotica della giovane azienda tedesca dedicato al mondo clima.

Nonostante la crisi economica, negli ultimi anni si è registrato un trend in continua crescita di vendite di condizionatori dell'aria: i cambiamenti climatici causati dal riscaldamento globale stanno portando in Italia estati molto calde e prolungate, intervallate da fenomeni temporaleschi spesso di grande intensità. L'ondata di calore del 2015 determinò un balzo delle vendite di condizionatori nel mercato italiano che nel 2016 proseguì con un + 28% (dati Assoclima), un trend che poi si è mantenuto fino ad ora, anche se non su questi livelli. Ciò significa che la climatizzazione sta diventando un tema centrale nelle case di molti italiani, soprattutto per l'impatto sui consumi di energia elettrica. Tado°, giovane azienda tedesca nata nel 2011, sta scalando rapidamente il mercato dei sistemi domotici presentando prodotti molto interessanti che mirano all'ottimizzazione dei consumi energetici legati soprattutto al mondo del clima e a quello del riscaldamento e più in generale al concetto di smart home. Ho provato per alcuni giorni il nuovo sistema di Climatizzazione Intelligente V2, presentato a Milano l'8 maggio 2018: ti racconto le mie impressioni.
 

Installazione della Climatizzazione Intelligente V2 Tado°

Nella confezione, oltre al termostato-sensore, trovo il cavo USB, l’alimentatore di corrente con due tipi di prese intercambiabili (quella italiana classica e quella in uso in Germania e altri Paesi), due clip biadesive per appenderlo ad una parete o ad un mobile, la garanzia e infine un depliant in cui vengono spiegati i primi 3 passaggi per l'installazione, che procede quasi esclusivamente attraverso l'app Tado° (Assistente Climatico Intelligente versione V2, la più recente). Una volta scaricata e configurata, occorre collegare alla corrente il cavo USB (piuttosto scomodo l'attacco del cavo sul device, in una scanalatura con poco spazio di manovra). A questo punto inizia il processo di configurazione vero e proprio: l'app si connette alla Climatizzazione Intelligente V2, la riconosce, quindi si sincronizza dopo aver inserito il numero di serie e un altro codice che si trova scritto dietro il prodotto (Auth code). Si deve quindi creare un account Tado° (denominazione casa, nome utente, indirizzo email, indirizzo di casa, ecc), dopo di che l'app chiede la marca del condizionatore e che tipo di display è presente sul telecomando (esteso o ridotto): a questo punto la Climatizzazione Intelligente V2 va avvicinata al telecomando per la "copia" delle informazioni in esso contenuto, ed è sorprendente la velocità con cui questa operazione viene effettuata, grazie alla nuova versione dell'app che consente in tempi rapidissimi l'accesso ad un gigantesco database con la gran parte del modelli di condizionatori.
Ultimo passaggio, la configurazione dell'aggancio alla rete Wi-Fi domestica, senza la quale ovviamente il prodotto non funziona. A questo punto si può collocare il prodotto nella posizione preferita purché nei pressi del condizionatore, con cui deve "dialogare".

Come funziona la Climatizzazione Intelligente V2

Dopo aver eseguito l'installazione, si può iniziare a impostare sull'app il funzionamento del condizionatore in casa a seconda delle proprie esigenze: si sceglie temperatura, pianificazione settimanale, ampiezza del raggio della home zone, al di là della quale entra in funzione la modalità "away", anch'essa configurabile. Quando l'app segnala (attraverso la lettura della posizione col gps) che il tuo smartphone ha oltrepassato il limite tracciato dal raggio della home zone impostato sull'app, puoi scegliere di far spegnere il condizionatore oppure di lasciarlo acceso mantenendo una temperatura prefissata.
Terminata l'installazione di un device, è possibile aggiungerne altri e configurarli con altri split, in modo da poter poi programmare attraverso l'app orari, temperature e modalità away per ciascuno split della casa o dell'ufficio.
La programmazione delle temperature e delle fasce orarie è abbastanza semplice: si possono impostare diversi valori a seconda dei giorni e con orari a tua scelta, e queste impostazioni sono in ogni caso facilmente reversibili o modificabili. Una volta che il condizionatore ha emesso un beep, hai la conferma che l'apparecchio sta funzionando e ha "preso in mano" il tuo condizionatore per gestirlo in autonomia, senza più dover usare il telecomando originale.
Molto interessante la possibilità di sincronizzare questo device con Alexa, Google Assistant e IFTTT: quando sarà disponibile in Italia Apple HomePod, Tado° ha assicurato che potrà funzionare col suo Assistente Climatico senza problemi.
Il prodotto è dotato di un doppio sensore, per rilevare temperatura e livello di umidità.
 

Modalità automatica e manuale

Se ad un certo punto preferisci uscire dalla modalità automatica e inserire quella manuale, di fatto il tuo smartphone attraverso l'app si trasforma in un telecomando, consentendoti di accendere o spegnere il condizionatore e di modificare eventualmente la temperatura ambientale (ma non il flusso d'aria, che resta quello preimpostato sul telecomando del condizionatore): basta premere su "off" dalla schermata principale e si arriva su un'altra schermata in cui è possibile avviare la modalità manuale, scegliendo l’operazione desiderata.
L’app riporta in tempo reale la temperatura realmente registrata nell’ambiente dal sensore contenuto nell’Assistente, peccato però non vi sia la possibilità di visualizzare in remoto lo stato del condizionatore (acceso/spento): se per esempio hai impostato lo spegnimento in modalità away, quando superi il raggio della home zone prefissata dovresti essere certo dello spegnimento del condizionatore, ma a meno che non rimanga qualcuno in casa a verificare, non puoi avere la sicurezza che condizionatore sia spento. Potrebbe verificarsi per esempio un guasto o altro evento imprevisto e non ne saresti informato. Ad ogni modo, con un po' di tipica diffidenza italica, ho lasciato la mia compagna in casa e mi sono allontanato (con lo smartphone al seguito) di circa 1 km: dopo qualche minuto, via Whattsapp mi confermava che il condizionatore si era spento.
 

La reportistica

Oltre all'interazione col gps dello smartphone (o tablet) per la lettura della posizione, l’altro aspetto molto interessante del prodotto è la reportistica. Vi è la possibilità infatti di visualizzare grafici in cui viene evidenziata la curva della temperatura, dell’umidità e le condizioni meteo esterne in quel momento, per poi produrre quello che viene considerato da Tado° uno dei fondamentali plus di questa Climatizzazione Intelligente V2  : il calcolo matematico del risparmio energetico realizzato grazie alla gestione "intelligente" del condizionatore. Si tratta ovviamente di un calcolo del tutto teorico, parametrato su un utilizzo del condizionatore senza l'ausilio di questo sistema domotico di controllo remoto, ma che offre in ogni caso interessanti informazioni sull'andamento dei consumi energetici. La Climatizzazione Intelligente Tado° non può essere paragonata ad una gestione manuale via timer: per fare un esempio, se imposti l'orario di accensione con il timer del telecomando originale e poi ti fermi a prendere un aperitivo coi colleghi oppure a fare la spesa, il tuo condizionatore si accenderà comunque all'ora impostata prima di uscire di casa, con spreco di energia elettrica, cosa che non accadrebbe con il sistema Tado°, che accende il condizionatore solo quando superi la "green line" preimpostata (e sempre modificabile, in qualsiasi momento).

Conclusioni

A mio parere la Climatizzazione Intelligente V2  Tado° si rivela molto utile e "risparmiosa" soprattutto per chi utilizza l'aria condizionata costantemente in ambienti medi e grandi, in cui vi sono più split e dove quindi impostare e poter monitorare tutto con un'app si può rivelare comodissimo. Se vivi in una casa con molte stanze, sei titolare di un ufficio composto di vari locali oppure se gestisci ambienti in cui vi sono ad esempio mobili, dipinti, libri o strumenti musicali delicati che necessitano di un livello costante di umidità e temperatura, questo sistema domotico ti potrà essere eccezionalmente utile: potrai avere sott'occhio, in qualsiasi momento e ovunque ti trovi, informazioni di grande utilità e potrai variare le impostazioni in tempi molto rapidi.
Ma anche se sei un utente medio, senza particolari esigenze ma che apprezza la tecnologia in ottica smart home, puoi  naturalmente trovare molto comodo gestire uno o più condizionatori in remoto: sicuramente si potrebbe rivelare meno utile se utilizzi  il condizionatore  in modo limitato e occasionale.
Migliorabili le informazioni dell'app: come già detto, troverei molto utile poter visualizzare lo stato del condizionatore sulla schermata principale e aggiungerei tra le funzioni in manuale l'impostazione del flusso d’aria.
Il prezzo d'acquisto non è particolarmente basso, tuttavia i risultati promessi da Tado° parlano di un risparmio potenziale fino al 40% del consumo energetico per la climatizzazione, quindi con risultati apprezzabili nel giro di qualche anno.