Pulire casa prima delle vacanze: 5 consigli

Guida all'acquisto
16/07/2020 Maria Antonia Frassetti 525

Le ferie si avvicinano! Se hai programmato di andare via, anche solo per alcuni giorni, è bene dedicarsi alla pulizia della casa prima della partenza per evitare brutte sorprese al rientro. Non sai da dove iniziare? Leggi i nostri consigli.

pulire casa prima di partire per le vacanzeStanno per arrivare le tanto sospirate ferie? Se hai deciso di concederti un periodo più o meno lungo fuori casa, avrai sicuramente iniziato a programmare tutto nei minimi dettagli, a partire dalla valigia e da quello che non deve assolutamente mancare al suo interno. Attenzione, però: se vuoi davvero goderti le vacanze e non ritrovarti spiacevoli sorprese al rientro, prenditi una giornata per svolgere alcune piccole azioni in casa.

Infatti, che tu parta per una settimana o (se sei più fortunato) per un mese, è importante lasciare la tua abitazione pulita e in ordine. In particolare, è bene prestare una certa attenzione ad alcuni ambienti ed elettrodomestici che, se lasciati sporchi, possono diventare veri e propri ricettacoli di germi, muffe e batteri oltre che causa di cattivi odori. Ecco allora in questa guida 5 semplici indicazioni su come pulire casa prima delle vacanze per andare in ferie senza pensieri. 
 

Passare l'aspirapolvere1. Fai una bella pulizia generale di tutte le stanze

Via polvere e peli di animali domestici: questa è la prima regola. Armati di aspirapolvere o di scopa elettrica e pulisci accuratamente tutti i pavimenti di casa, senza tralasciare gli angoli e i punti più nascosti. Non dimenticarti poi di lavare per terra, preferibilmente con un prodotto disinfettante (anche di tipo naturale): in questo modo, oltre a togliere eventuali macchie di sporco, igienizzi le superfici e impedisci che la polvere si riformi velocemente. Per velocizzare i tempi (utile non solo in questa occasione), sappi che esistono piccoli elettrodomestici tuttofare in grado di aspirare e lavare in una sola passata. Per completare l’opera, passa un panno umido sui mobili che, nel caso di un periodo prolungato fuori casa, è bene coprire con un telo o un lenzuolo per tenerli al riparo dalla polvere.
 

2. Concentrati su cucina e bagno

A causa dell’umidità che si forma per la presenza di acqua, sono le due stanze della casa più soggette alla proliferazione di germi, batteri e muffe. Per questo motivo, bagno e cucina vanno pulite molto accuratamente. Una soluzione efficace può essere quella di utilizzare un pulitore a vapore: così facendo non solo sciogli letteralmente lo sporco (pensa ad esempio al grasso che rimane sui fornelli o sul piano cottura della cucina) ma igienizzi anche le superfici trattate (utile in particolar modo per sanitari, lavandini e lavelli). Esistono in commercio vaporizzatori in grado di eliminare ben il 99,99% dei comuni batteri domestici. Insomma, si tratta di un metodo per pulire casa potente che, tra l’altro, non richiede un grande sforzo fisico né l’utilizzo di detergenti chimici. 
 
 

3. Pulizia casa: occhio al frigo e al congelatore

Prima di partire per le vacanze è buona norma consumare tutte le scorte alimentari che hai in dispensa e nel frigorifero. Quest’ultimo, in particolare, andrebbe completamente svuotato e scollegato dalla corrente. Pensa, infatti, a cosa succederebbe in caso di blackout elettrico se fosse pieno zeppo di cibo. Quale migliore occasione, allora, per sbrinare il congelatore (nel caso in cui non sia dotato di tecnologia No Frost) e per dare una bella pulita a tutto l’elettrodomestico? In questo caso vengono in soccorso i buoni vecchi rimedi della nonna. Bastano, infatti, pochi prodotti naturali essenziali: bicarbonato, aceto di vino bianco e limone. Un mix sgrassante e disinfettante da passare sui ripiani, sulle pareti e sulle guarnizioni, che si rivela efficace anche nel rimuovere gli odori sgradevoli lasciati dagli alimenti.
 
 

4. Come pulire la casa prime delle vacanze: non dimenticare il cesto del bucato

Non partire per le ferie senza aver prima lavato tutti i capi sporchi accumulati nel cesto della biancheria. I motivi per i quali dovresti seguire questo consiglio sono due. Il primo: al rientro ti ci vorrà una settimana per lavare tutto (oltre che per stirare e rimettere a posto negli armadi), visto che dovrai aggiungere anche la biancheria che hai utilizzato in vacanza. Il secondo: tra i panni sporchi si annidano milioni di batteri e sostanze nocive che portiamo da fuori. Se il bucato non viene messo subito in lavatrice, gli organismi pericolosi per la nostra salute trovano un terreno fertile per proliferare e moltiplicarsi. Un ulteriore accorgimento? Fai un lavaggio a vuoto ad alte temperature utilizzando un prodotto disinfettante o un bicchiere di aceto bianco: in questo modo igienizzi anche la lavatrice e previeni la formazione di batteri all’interno del cestello.
 
 

Rifare il letto5. Altre accortezze per pulire casa a fondo

L’ultimo consiglio mette insieme diversi piccoli accorgimenti: possono sembrare banali, ma non vanno sottovalutati. Innanzitutto, così come non devi lasciare panni non lavati in bagno, non devi nemmeno lasciare stoviglie sporche e maleodoranti in cucina. Controlla bene il lavello e la lavastoviglie, accertandoti che entrambi siano completamente vuoti e ben puliti. Butta la spazzatura, non solo quella della cucina. Se hai un cestino per i rifiuti in bagno, in camera o nello studio, svuotalo completamente: oltre alla polvere e ai cattivi odori, possono esserci briciole o altri scarti capaci di attirare gli insetti. Infine, non dimenticarti di rifare il letto. Residui di pelle, capelli e sudore (soprattutto d’estate) restano sia sulle lenzuola che sulle federe dei cuscini. Meglio, quindi, non lasciarli lì per giorni o peggio ancora intere settimane. E poi, cosa c’è di meglio quando si torna a casa dopo un lungo viaggio che dormire nel proprio letto bello fresco e profumato?