Pagare con lo smartphone è sempre più facile: Samsung Pay sbarca in Italia

News
23/03/2018 Alessandra Basile 137

Anche Samsung ha lanciato il proprio sistema elettronico per pagare con smartphone. Come sempre, sicurezza, velocità e semplicità d'uso al servizio dell'utente sono le parole chiave di quest'integrazione. Leggi tutto nel nostro articolo.

Lo scenario dei pagamenti digitali in Italia è sempre più ampio e da ieri abbraccia anche Samsung Pay, il nuovo metodo di pagamento elettronico di casa Samsung. Nel 2017 i pagamenti digitali con carta in Italia sono aumentati di oltre il 10%, raggiungendo i 220 miliardi di euro e i new digital payment stanno prendendo sempre più piede. L'incontro con la stampa di ieri al Samsung District di Milano ha visto la partecipazione di diversi partner che hanno contribuito al progetto o che, comunque, hanno fornito la loro analisi e il loro punto di vista sullo stato attuale dei pagamenti elettronici in Italia. A moderare il tutto, la giornalista Costanza Calabrese che ha intervistato in primis Carlo Barlocco, Presidente di Samsung Electronics Italia, in seconda battuta il Viceministro dell'Economia e delle Finanze Luigi Casero e, per finire, un breve confronto con le banche partner del servizio.
Ma senza troppi formalismi, voglio raccontarti perché pagare con lo smartphone è sempre più veloce e sicuro e come da oggi lo puoi fare anche dal tuo smartphone Samsung.

Samsung Pay – Come funziona
Samsung Pay è un pagamento digitale che sfrutta sia la tecnologia NFC (Near Field Communication), sia quella MST (Magnetic Secure Transmission) e funziona con quasi tutti i terminali di pagamento e con i circuiti di pagamento aderenti.
Se vuoi pagare con Samsung Pay dovrai semplicemente accedere all'applicazione dedicata, registrarti con le credenziali del tuo account Samsung ed inserire i dati della tua carta di credito. Il servizio è rapidissimo e in pochi secondi il pagamento viene concluso. Qualora tu abbia più di una carta di credito, dovrai selezionare nell'app quella che vuoi utilizzare. Poi dovrai scegliere la tua modalità di autenticazione preferita: puoi scegliere tra il sensore per il riconoscimento dell'impronta digitale, la scansione dell'iride o la digitazione di un pin sulla tastiera dello smartphone. Infine, dovrai avvicinare il tuo smartphone Samsung al POS. Fatto! E non dovrai sostenere alcun costo aggiuntivo per il pagamento.
Al momento Samsung Pay è disponibile sui seguenti modelli Samsung: Galaxy S9+, Galaxy S9, Note8, Galaxy S8+, Galaxy S8, Galaxy S7 edge, Galaxy S7, Galaxy A8, Galaxy A5 2017, Galaxy A5 2016, Gear S3 frontier, Gear S3 classic, Gear Sport.

La sicurezza
Durante l'incontro di ieri si è discusso a lungo di sicurezza perché è uno dei temi più caldi quando s'intende pagare con lo smartphone. Il servizio Samsung Pay garantisce la sicurezza dei dati della tua carta di credito grazie a tre livelli di sicurezza. Innanzitutto, per autorizzare ogni transazione ti dovrai autenticare con PIN, impronta digitale, o scansione dell'iride. In particolar modo, gli ultimi due sono dei riconoscimenti biometrici, quindi difficilmente contraffabili. Inoltre, Samsung Pay effettua la tokenizzazione dei dati della carta di pagamento. Il token è una stringa informatica che cripta i dati della carta. Quindi, se anche qualche malintenzionato dovesse entrare in possesso del token stesso, non riuscirebbe a risalire alla carta in questione. Non solo: né i dati, né il token vengono memorizzati sul dispositivo. Non ultimo, la protezione dei dati avviene tramite la piattaforma Samsung Knox integrata nello smartphone.
Pagare con lo smartphone probabilmente è più una questione di cambio di mentalità che di tecnologie. Ieri sono emersi alcuni esempi interessanti che mi hanno fatto pensare perché possono sembrare banali, ma spesso è in questa semplicità che risiede la verità. Per avere la carta di credito ti è sufficiente depositare la tua firma in banca e poi la porti con te nel portafoglio. Eppure, lo sapevi che uno studio ha riscontrato che per accorgerti che non hai più lo smartphone con te ti ci vorranno al massimo 7 minuti, mentre prima che tu realizzi che non hai più il portafoglio con soldi e carte possono passare diverse ore?

Se vuoi sapere di più sui pagamenti digitali, leggi anche "Pagare con lo smartphone, sempre più facile e veloce"