I 5 migliori ferri da stiro a caldaia

Guida all'acquisto
08/02/2018 Alessandra Basile 2841

Tra la Stirella e la Vaporella, scegliere il ferro da stiro migliore non è poi così banale come sembra. Ci sono una serie di fattori da prendere in considerazione e ognuno risponde a una specifica esigenza. Ecco la mia classifica dei migliori ferri da stiro con caldaia.

Sulla stiratura ci sono diverse scuole di pensiero e abitudini. Da chi afferma con fierezza "Io non stiro nulla perché è sufficiente stendere bene e non ce n'è bisogno" a chi stira qualsiasi cosa gli passi sotto tiro, anche gli asciugamani. C'è chi ha un rituale consolidato settimanale con un momento ricorrente dedicato allo stiro dei panni della settimana, chi si riduce all'ultimo a stirare d'emergenza i vestiti che gli servono per la stessa giornata. Personalmente mi trovi un po' nel mezzo: io stiro più o meno una volta a settimana, cercando di rispettare il ritmo per non ritrovarmi con la classifica pigna malefica che sembra non avere fine e che mi guarda facendomi sentire in colpa. Però tralascio gli indumenti che non sono proprio indispensabili, soprattutto se sono stanca, come i vestiti per la palestra o le magliette da tenere in casa. Tutto il resto mi piace che sia ben stirato e in ordine. Ci vuole, quindi, un ferro da stiro professionale. La Stirella è ormai quasi un'icona e viene menzionata praticamente per antonomasia. Ma ci sono anche altri marchi come Rowenta e Polti che propongono ferri da stiro professionali di ottimo livello.
Io ho sempre usato ferri da stiro a caldaia, sarà perché mia madre mi ha abituata così, ma anche perché credo che l'efficacia del vapore non si batte. Però è importante che tu scelga il ferro da stiro con caldaia giusto. Giusto per cosa? Giusto per te. Se hai le braccia esili o hai problemi di cervicale – come la sottoscritta – allora il ferro da stiro migliore è quello con un peso contenuto. Se invece tu o il tuo compagno usate molto camice e completi eleganti, allora dovresti scegliere come tuo miglior ferro da stiro a caldaia uno che consenta la stiratura con vapore anche in verticale. Non sei praticissima con le varie regolazioni? Allora ti consiglio un ferro da stiro professionale che non richiede di impostare manualmente la temperatura e che fa tutto da solo, senza rovinare i tuoi vestiti. Quindi ti riassumo in primis quali sono i principali fattori da prendere in considerazione nella scelta del miglior ferro da stiro e poi ti elenco i modelli che ho scelto per te nella mia classifica dei migliori ferri da stiro a caldaia.

Ferri da stiro a caldaia: piastra e punta on top
La qualità dei materiali è un aspetto fondamentale da non sottovalutare. Scegliere il ferro da stiro a caldaia migliore può prevedere di spendere qualche euro in più, ma sarai ripagata da una minor fatica quando stiri (e scusa se è poco!) e da risultati senza compromessi. Vuoi mettere la comodità e il risparmio di tempo di passare una volta sola sui tuoi capi da stirare, piuttosto che dover ripassare – pure con forza – su quelle ostinate pieghe?
Il materiale con cui è rivestita la piastra è molto importante. Quelli più comunemente utilizzati nei ferri da stiro professionali sono l'acciaio Inox, il teflon, l'alluminio, così come la ceramica da sempre scelta per le sue capacità conduttive. È fondamentale, infatti, che il materiale conduca bene il calore e che la piastra del tuo ferro da stiro a caldaia non si surriscaldi con il rischio di rovinare i vestiti.
Altro criterio da prendere in considerazione è la punta, elemento chiave per i dettagli e le rifiniture. I migliori ferri da stiro con caldaia hanno la piastra in alluminio che concentra il calore proprio in punta. Oppure, scegli un ferro con una piastra che abbia un sistema di microfori in punta per dirigere meglio il vapore.

Serbatoio: interno o esterno?
La risposta è semplice: esterno. Il serbatoio di un ferro da stiro a caldaia è davvero l'elemento che fa la differenza. È pur vero che un serbatoio interno permette di avere un prodotto più compatto, ma la capacità in litri sarà sicuramente limitata e dovrai rabboccarlo continuamente. I ferri da stiro professionali hanno tutti il serbatoio esterno che permette, quindi, un'autonomia maggiore.

Potenza
Altro criterio importante da valutare è la potenza. Come per la piastra e la punta, anche questo incide direttamente sulla fatica che ti puoi risparmiare quando stiri. In linea teorica i migliori ferri da stiro a caldaia hanno una potenza di almeno 2.000 W. Ricordati che è importante tenere in considerazione anche la pressione, altrimenti la potenza si vanifica in soli numeri. Infatti, ci sono ottimi ferri da stiro a caldaia con potenza anche inferiore ai 1000 W. Il tutto si traduce direttamente in maggior vapore erogato e, quindi, una stiratura più rapida ed efficace.

Peso ed ergonomia
Sia che tu stiri solo per te stessa, sia che tu lo faccia per tutta la famiglia e quindi devi fare i conti con lunghe sessioni di stiro, ti consiglio di valutare con attenzione questi due aspetti. Infatti, un ferro da stiro professionale non dovrebbe mai pesare più di 2 kg, per non affaticare troppo braccia e spalle.
Anche l'impugnatura è importante perché dev'essere comoda: non troppo piccola, ma nemmeno troppo grande. L'ideale è che l'impugnatura sia leggermente ruvida, magari in sughero, per evitare che il ferro ti scivoli di mano mentre stiri.
Ora che ti ho spiegato quali elementi non devi assolutamente perdere di vista nella scelta del tuo prossimo ferro da stiro professionale, ti suggerisco quelli che secondo me sono i 5 migliori ferri da stiro a caldaia.

STIRELLA DE LONGHI PRO1465 – Il classico che non delude mai
Come ti dicevo prima, la Stirella viene considerata il ferro da stiro per definizione, quello che ti consigliano la mamma o la nonna. E loro non sbagliano mai su queste cose! La Stirella PRO1465 dispone di una piastra come quella dei ferri da stiro professionali realizzata in alluminio che, quindi, scivola agevolmente sui tessuti da stirare. Il serbatoio della caldaia ha una capacità di 0,85 litri per un'autonomia di stiro di circa 90 minuti. La potenza è di 800 W con una pressione massima di 4,5 bar che eroga vapore al massimo a 90 g/m. Inoltre, grazie alla funzione Eco Zone puoi regolare il vapore in funzione delle tue esigenze e risparmiare, quindi, fino al 35% di energia e acqua consumate.
Dispone dell'indicatore luminoso che ti avvisa quando il vapore è pronto e ti segnalo, in particolare, due funzioni sicuramente utili: l'erogazione del vapore in verticale e la stiratura a secco. In particolar modo, quest'ultima è importante se devi stirare capi delicati in seta o lana che potrebbero danneggiarsi con eventuali segni lasciati dall'acqua o da un getto di vapore troppo potente.

ROWENTA SILENCE STEAM DG8996 – Un campione di potenza super silenzioso
Non so te, ma se c'è una cosa che trovo particolarmente fastidiosa dello stiro è il fatto che l'emissione del vapore è un po' rumorosa, mentre a me "piace" stirare magari guardando un buon film per far passare prima l'incombenza. Ma devo necessariamente alzare di molto il volume. Ecco, questo che ti consiglio nella mia classifica tra i migliori ferri da stiro a caldaia è un modello di Rowenta che si distingue per la sua silenziosità, grazie all’integrazione della tecnologia Silence.
Non credere, però, che quindi emetta poco vapore. Tutt'altro, questo ferro da stiro è una vera potenza! 2400 W per una pressione di 7,5 bar con un getto di vapore che raggiunge 500g/m.
La piastra è realizzata in acciaio Inox antigraffio con la tecnologia brevettata MicroSteam400 che prevede 400 micro fori per una perfetta diffusione del vapore. Inoltre Silence Steam DG8996 di Rowenta è il ferro da stiro migliore se ami avere un occhio di riguardo all'ambiente. Puoi scegliere tra ben 5 impostazioni di risparmio energetico per risparmiare fino al 30% di energia e il ferro è realizzato con un design ecologico costruito fino al 42% con materiale riciclato. Infine, l'impugnatura in sughero come nei ferri professionali ne migliora il grip in tutte le condizioni.

VAPORELLA POLTI FOREVER 615 PRO – Per chi non si vuole fermare mai
C'è una caratteristica che si sta diffondendo tra i migliori ferri da stiro a caldaia: la carica continua. Infatti uno degli aspetti più noiosi di questi prodotti è che quando hai finito l'acqua, ma non i panni da stirare, devi aspettare che il ferro sia in sicurezza per aprire il serbatoio, riempirlo nuovamente e aspettare che si riscaldi l'acqua. Perdendo un bel po' di tempo. Invece, grazie al sistema di riempimento continuo non dovrai fare nessuna sosta. Inoltre, il serbatoio è estraibile e trasparente, quindi puoi sempre avere sott'occhio il livello dell'acqua.
La Vaporella 615 Pro ha una potenza di 2.150 W con una pressione massima di 4 bar. Da buon ferro professionale ha la piastra in alluminio per una migliore distribuzione del calore che si concentra in punta per far sparire le pieghe più ostinate.
Infine, grazie alla tecnologia No-Calc System, la pulizia della caldaia del tuo ferro da stiro Polti sarà un'operazione facile e veloce.

PHILIPS PERFECTTCARE VIVA GC7057/20 – Il più semplice da usare
È capitato a tutte almeno una volta di non aver azzeccato la temperatura del ferro oppure di aver pensato per pigrizia "Ma sì, cosa vuoi che cambi?" e poi ritrovarsi con la piastra pericolosamente appiccicata al tessuto. Ecco, tra i migliori ferri da stiro a caldaia non poteva mancare, quindi, uno che non richiede le regolazioni manuali da parte tua.
Ti consiglio Philips PerfectCare Viva GC7057/20 che dispone della tecnologia OptimalTEMP grazie alla quale potrai passare dai jeans ai vestiti di seta senza indugio. Scordati la noia di dover dividere i vestiti per la tipologia di tessuto, piuttosto che aspettare che la temperatura si aggiusti in funzione della nuova temperatura impostata. Zero problemi e un sacco di tempo risparmiato. Inoltre, la tecnologia OptimalTEMp è così sicura che questo ferro è l'unico sinora ad aver ottenuto la certificazione Woolmark Gold: si tratta di un riconoscimento che viene assegnato solo ai quei prodotti che sono ideali e sicuri per l'uso con tutti i capi di lana.
La potenza di questo ferro da stiro è di 2.400 W con una pressione massima di 6 bar e un colpo di vapore fino a 340 g/m. Il serbatoio è molto capiente, ben 2 litri che si traducono in un’autonomia di stiro di circa due ore. Devi avere proprio tanto da stirare per doverlo ricaricare! Infine, dulcis in fundo, pesa poco più di 1 kg.

ARIETE STIROMATIC 2200 – Il più compatto
A volte anche le dimensioni possono essere un punto da tenere in considerazione quando si sceglie il miglior ferro da stiro a caldaia perché, proprio per la presenza del serbatoio esterno, l'ingombro può aumentare. Questo ferro da stiro è molto compatto e può essere riposto praticamente ovunque. La piastra è in alluminio quindi scivola facilmente sui tessuti e con la funzione di emissione di vapore continua puoi tranquillamente stirare anche in verticale – particolare comodo per camice, completi e vestiti. La potenza è di 2000 W con una pressione della caldaia di 3 bar con una quantità di vapore erogato fino a 80g/m.
L'impugnatura è in sughero per una presa salda e confortevole. Dispone di una serie di indicatori luminosi per tenere tutto il sistema sempre sott'occhio: controllo del termostato, l'avviso del vapore pronto e la spia che ti segnala quando è terminata l'acqua nel serbatoio.