Le migliori piastre per capelli lisci e mossi

Guida all'acquisto
28/04/2017 Alessandra Basile 943

Per avere ogni giorno capelli setosi e lucenti con ogni acconciatura c'è una sola scelta: la piastra per capelli. Nella nostra guida vi segnaliamo le migliori. 

Per il secondo capitolo della nostra nuova rubrica dedicata alla tecnologia al femminile, ho deciso di parlarvi di piastre per i capelli. E non ritenetela una scelta di genere, magari un po' scontata o sdolcinata, è che dobbiamo fare i conti con il fatto che i capelli rappresentano un punto fondamentale di come appariamo. Vi racconto, infatti, una piccola curiosità a tal proposito. Quando stavamo cercando il logo per questa rubrica, abbiamo scandagliato i database iconografici alla ricerca di immagini rappresentative dell'universo femminile. Ebbene, la stragrande maggioranza dei risultati vedeva loghi di donne la cui caratteristica principale era la chioma fluente o, comunque, l'acconciatura. Lunghi o corti, lisci o mossi, con i boccoli alla Shirley Temple o con i ricci afro, i nostri capelli rimangono impressi come un connotato distintivo.
Una volta fatta la pace con questo pensiero, la domanda successiva è: come fare per avere in ogni occasione capelli al top? Signore, fate amicizia con la vostra nuova alleata: la piastra per capelli. Io ho usato per la prima volta una piastra stiracapelli circa dieci anni fa ed è stato amore a prima vista. La porto con me in ogni viaggio e la mattina prima di uscire un colpetto di piastra per sistemare i ciuffi ribelli è sempre ben accetto. Quindi, vi do qualche consiglio su come usarla o vi indico le migliori piastre per capelli.

Come avere capelli lisci e mossi con la piastra
Io non ho i capelli lisci, ma nemmeno ricci. Non si possono neanche davvero definire mossi o ondulati. Sono semplicemente strani. Solo al mare mi permetto di non usare la piastra o, comunque, di usarla solo se ho qualche occasione speciale. Altrimenti il periodo delle vacanze estive vede costantemente una chioma leonina che prende il sopravvento rispetto a quella domata da Milanese Imbruttita. A Milano no: i capelli devono avere un senso. Quindi, che preferiate una bella acconciatura con capelli super lisci alla asiatica, piuttosto che vogliate avere i capelli mossi con le onde alla Belen, dovete usare la piastra per capelli. Riuscire, infatti, nelle stesse imprese solo con il phon e la spazzola è molto più difficile e, comunque, la piastra è più veloce e lascia i capelli più luminosi e setosi.
Ci sono alcune regole di base che non dovreste mai dimenticare quando usate la piastra per capelli. Ma ce n'è una che è la regina di tutte le regole: mai, dico mai, usare la piastra sui capelli bagnati. Pena la bruciatura degli stessi. Sono sicura che non avete voglia di vedere del fumo uscire dalla piastra e ritrovarvi con un ciuffo di capelli bruciati in mano, no? Ecco, quindi prima si asciugano per bene i capelli con il phon. Non c'è bisogno di pensare già alla piega, lasciateli naturali.
Poi procedete riscaldando la piastra. Le migliori piastre per capelli si riscaldano molto rapidamente quindi non abbiate timore di perdere tempo. Dopo di che, suddividete la chioma in ciocche. Se lo fate da sole, scegliete voi come vi trovate più comode: potete dividerle in orizzontale o in verticale, è abbastanza ininfluente. Personalmente, mi trovo meglio a dividerli in orizzontale, lavorando quindi prima sui capelli più nascosti sotto per arrivare pian piano a quelli più visibili. Le migliori piastre dispongono di rivestimenti in ceramica o, comunque, in materiali che proteggono i capelli dai danni provocati dal calore, tuttavia applicare qualche goccia di un fluido termoprotettore prima della piega è sempre una buona norma.
Infine, ciocca per ciocca, passate la piastra semplicemente dalla cute verso le punte con un movimento regolare. Se, invece, volete creare l'effetto onde per dei bei capelli mossi, allora dovrete arrotolare la piastra intorno alla ciocca e poi lasciarla andare. Mi raccomando, non troppi capelli alla volta, altrimenti il calore non riuscirà a "scolpire" bene il risultato.
Ora che sapete come fare per domare la vostra chioma e usare al meglio la piastra per avere capelli lisci, ondulati o mossi, vi racconto quali sono per me le migliori piastre per capelli.
 
PIASTRA BELLISSIMA B9 400

Questa piastra Imetec è realizzata con lo Special Round Design, significa che le piastre sono arrotondate e, quindi, potrete avere i capelli lisci o mossi, come preferite voi, con una sola semplice passata.
Il vero asso nella manica di questa piastra è il rivestimento in cheratina e ceramica che fa molto di più di non danneggiare i capelli: li rende morbidi, luminosi, voluminosi e protetti dai possibili danni del calore.
Inoltre, grazie alla tecnologia Thermo Control, potrete scegliere tra ben 9 livelli di temperatura a seconda del vostro tipo di capello (ricordate che per capelli molto fini è meglio non eccedere con il caldo).
Infine, grazie al Quick Heating System, la piastra è pronta all'uso in pochi secondi.
PIASTRA SHINE THERAPY S8500

Probabilmente avrete già sentito dire che l'olio d'Argan è un toccasana per i capelli. Remington ha pensato bene, quindi, di utilizzare piastre infuse di micro particelle di olio di Argan marocchino e vitamina E. Entrambe le sostanze vengono rilasciate sul capello grazie al calore con tutte le loro proprietà benefiche e nutritive. La loro formula è studiata per durare per tutta la vita della piastra, quindi non temiate che col tempo la "magia" svanisca. Il risultato, ovviamente, sono capelli sani e lucenti, più morbidi e più lisci.
Anche per questa piastra, abbiamo 9 regolazioni della temperatura e il riscaldamento veloce in 15 secondi. Inoltre, le piastre sono oscillanti e garantiscono, così, una pressione uniforme sulle varie ciocche.
PIASTRA PHILIPS SUBLIME ENDS BHS677/00

Uno degli spettri più comuni quando si parla di capelli sono le fastidiosissime doppie punte che ci fanno sembrare la testa una scopa di saggina. Ora con questa piastra Philips questo problema è scongiurato, perché la tecnologia SplitStop protegge le punte fragili in modo che non si spezzino.
Non solo, grazie al sensore UniTemp potrete creare le vostre acconciature lisce, mosse e ricce con una temperatura uniforme e, soprattutto, utilizzando meno calore che è il vero responsabile dei danni sulle fibre dei capelli. Inoltre, il trattamento agli ioni e la cheratina vi garantiranno capelli luminosi e fluenti.
Altra importante caratteristica sono le piastre lunghe 105 mm per lisciare i capelli più velocemente, il che non è affatto male per chi ha poco tempo da dedicare allo styling.
PIASTRA BELLISSIMA CREATIVITY B8 100

Questa piastra ad infrarossi combina, appunto, la tecnologia infrared e l'efficacia di quattro elementi riscaldanti. Questo innovativo sistema permette di lavorare sul capello in maniera delicata, ma profonda e quindi con risultati ottimali. Sia che stiate cercando una piastra per capelli lisci, che una per capelli ondulati, questo modello è un'ottima soluzione.
La piastra è realizzata con rivestimento in cheratina e ceramica per la massima protezione dei capelli combinata ad elevati risultati in termini di luminosità e morbidezza. La temperatura può essere regolata elettronicamente e controllata sul display LCD con un minimo di 130° fino ad un massimo di 230°.
PIASTRA ROWENTA LISS&CURL ULTIMATE SHINE

Capelli lisci o mossi? Anche con la piastra Liss&Curl di Rowenta potete creare lo stile che più vi si addice. Le piastre ultra strette da 2,5 cm permettono di creare ricci e onde ben definite. Il rivestimento è in nano ceramica per la diffusione ottimale del calore sulla piastra.
I livelli di temperatura in questo caso scendono a 5, mentre i secondi necessari per il riscaldamento salgono a 30 (ma stiamo parlando di secondi!). In compenso, avrete a vostra disposizione un doppio ionizzatore per capelli super brillanti.
Infine, le piastre hanno i bordi arrotondati per risultati veloci in una sola passata.