Come scegliere la lavastoviglie: 5 consigli

Guida all'acquisto
20/02/2020 Maria Antonia Frassetti 4907

Fra gli elettrodomestici più utili in casa, c’è sicuramente la lavastoviglie: un prezioso alleato in cucina che permette di liberarci dalle incombenze post-pasto e di guadagnare un attimo di relax.  Ma come scegliere il modello giusto? Scoprilo con i nostri utili consigli.

In cucina, si sa, si va sempre di fretta. Si prepara il pranzo o la cena, si mangia al volo e poi, immancabilmente, arriva la fatidica domanda: chi lava i piatti? Il più delle volte si dileguano tutti e (diciamocelo in tutta onestà) capita anche di lasciare i piatti sporchi nel lavandino per qualche giorno. Per fortuna oggi c’è la lavastoviglie. Un tempo un bene di lusso, negli ultimi anni è diventato un elettrodomestico immancabile in cucina. In commercio esistono tanti modelli, anche molto diversi tra loro per estetica, funzionalità e caratteristiche. Come scegliere la lavastoviglie più adatta alle tue esigenze? Ecco 5 pratici consigli che ti aiuteranno a fare la scelta giusta.
 

1. La migliore lavastoviglie? Scegli bene il tipo di installazione

È il primo aspetto da valutare quando si acquista questo tipo di elettrodomestico. Esistono, infatti, diverse possibilità che dipendono dal gusto estetico personale e dall’organizzazione della cucina. Innanzitutto, puoi scegliere tra modelli a libera installazione e modelli a incasso. I primi sono posizionabili in qualunque punto della cucina (purché ci sia l’attacco all’acqua e agli scarichi), indipendentemente dal mobile. Per questo motivo sono particolarmente curati quanto a estetica e design. Attenzione, però: esistono modelli free-standing con il top removibile che possono essere anche inseriti sotto il piano della cucina.

Per quanto riguarda, invece, i modelli a incasso, bisogna distinguere tra lavastoviglie a incasso totale e a semi-incasso. I primi vengono integrati a scomparsa, sono cioè completamente rivestiti da uno sportello che è identico alle ante del mobile della cucina. Ovviamente, il pannello in questione non viene venduto con l’elettrodomestico, ma è fornito dal mobiliere che ha installato la cucina. In questo caso, tutti i comandi si trovano sul bordo superiore della porta dell’elettrodomestico. Le lavastoviglie a semi-incasso, invece, sono semi-integrate, in quanto la parte superiore (che contiene il pannello di controllo) resta libero. Questa differenziazione non è solo estetica, ma anche pratica perché cambia la posizione dei comandi e questo va a influire sulla loro modalità di utilizzo e visualizzazione.
 

2. Quale lavastoviglie comprare: dimensioni e capacità

Una lavastoviglie misura di norma 60 cm di larghezza, ma esistono modelli da 45 cm per rispondere alle esigenze di chi ha poco spazio in cucina e ha bisogno di un elettrodomestico dall’ingombro contenuto. Anche qui bisogna fare una piccola precisazione: quando le misure sono standard non significa che abbiamo a che fare per forza con una lavastoviglie a grande capienza. Esistono infatti modelli slim che possono contenere fino a 10 coperti. A fare la differenza è lo spazio interno disponibile e, soprattutto, l’organizzazione dei cestelli. Per esempio, nelle lavastoviglie più moderne non esiste più il classico cestino portaposate nel cestello inferiore ma un terzo ripiano scorrevole in alto che permette di guadagnare posto sotto per le pentole e le stoviglie più ingombranti.

Leggi anche "Le 5 migliori lavastoviglie piccole da incasso"

3. I consumi sono importanti: quale lavastoviglie scegliere

Un altro importante consiglio sulle lavastoviglie riguarda la classe di efficienza energetica. Anche se più costosi, sono da preferire i modelli in classe A+++ in quanto permettono di risparmiare al massimo sui consumi di acqua e di elettricità. Un dato importante da guardare al momento dell’acquisto è il consumo d’acqua per ciclo di lavaggio: tieni conto, per esempio, che una lavastoviglie da 15 coperti in classe A+++ può consumare meno di 10 litri per ciclo (appena), mentre in classe A arriva a 13 o 14 litri. A parte questo aspetto, è bene sapere che le macchine di ultima tecnologia sono dotate di particolari programmi e funzioni per ridurre ulteriormente i costi. Oltre ai programmi mezzo carico o economici, esistono programmi automatici che calcolano in autonomia il quantitativo di acqua e elettricità necessari in base al carico e al livello di sporco, ottimizzando così le risorse e limitando gli sprechi (e i consumi) inutili.
 

4. Caratteristiche delle lavastoviglie: quanti programmi deve avere? 

Tra i consigli su come scegliere la lavastoviglie non poteva mancare questo punto: una particolare attenzione va data ai programmi e alle funzioni disponibili. Non serve a nulla acquistare un apparecchio super tecnologico e avanzato, se alla fine utilizzi sempre i soliti programmi base. Oltre a quelli standard, i più comuni sono i cicli delicati per i cristalli e i cicli intensivi per le stoviglie molto sporche. Ci sono poi lavastoviglie che hanno programmi speciali a vapore per il trattamento delle incrostazioni oppure programmi completamente automatici (di cui ho parlato nel punto precedente) che fanno tutto da soli o ancora programmi di pulizia da usare una o due volte al mese per pulire accuratamente la vasca interna. Molto utile può essere la funzione doppia zona che permette di gestire i cestelli diversamente, intensificando il lavaggio su quello più carico e con le pentole più sporche.
 

5. Come scegliere una lavastoviglie silenziosa

Le lavastoviglie possono essere molto fastidiose. Se la tua cucina è un unico ambiente con la zona giorno e non vuoi essere disturbato durante i cicli di lavaggio, devi assicurarti di comprare una lavastoviglie piuttosto silenziosa. Basta guardare l’etichetta energetica: qui è indicato il livello di rumorosità massima (espressa in decibel). Tieni conto che questo valore può superare i 50 dB, ma ci sono apparecchi che viaggiano tra i 40 e i 45 dB, quindi poco rumorosi. Un ultimo consiglio: ci sono modelli di fascia alta che hanno programmi dedicati "silenzioso" o "notturno" che limitano al massimo le emissioni sonore e che possono essere attivati persino durante le ore di riposo.
Lavastoviglie da incasso Bosch - SMV68MX03E A scomparsa totale 14 Coperti Classe A+++

Tipologia Incasso: A scomparsa totale; N° coperti: 14; Efficienza energetica: Classe A+++; Larghezza prodotto: 59.8 cm; Larghezza incasso: 60 cm; Livello rumorosità: 44 dB; Consumo acqua: 9.5 litri; Altezza prodotto: 81.5 cm;

948,99

+ +
+ +
948,99

Lavastoviglie da incasso Electrolux - EEC67300L A scomparsa totale 13 Coperti Classe A+++
- € 377  gratis Consegna gratuita

Tipologia Incasso: A scomparsa totale; N° coperti: 13; Efficienza energetica: Classe A+++; Larghezza prodotto: 59.6 cm; Larghezza incasso: 60 cm; Livello rumorosità: 44 dB; Consumo acqua: 11 litri; Altezza prodotto: 81.8 cm;

721,99
- 34%¤ 1.098,99

+ +
+ +
721,99
- 34%¤ 1.098,99

Lavastoviglie da incasso Miele - G 4932 i Active Eco Plus Con frontalino a vista 13 Coperti Classe A+++

Tipologia Incasso: Con frontalino a vista; N° coperti: 13; Efficienza energetica: Classe A+++; Larghezza prodotto: 59.8 cm; Larghezza incasso: 60 cm; Livello rumorosità: 45 dB; Consumo acqua: 9.7 litri; Altezza prodotto: 80.5 cm;

1.099,90

+ +
+ +
1.099,90

Lavastoviglie da incasso Hotpoint Ariston - HIO 3O32 WG C A scomparsa totale 14 Coperti Classe A+++
- € 315  gratis Consegna gratuita

Tipologia Incasso: A scomparsa totale; N° coperti: 14; Efficienza energetica: Classe A+++; Larghezza prodotto: 59.5 cm; Larghezza incasso: 60 cm; Livello rumorosità: 42 dB; Consumo acqua: 9.5 litri; Altezza prodotto: 82 cm;

434,00
- 42%¤ 749,00

+ +
+ +
434,00
- 42%¤ 749,00