I 5 migliori termoventilatori per l'autunno

Guida all'acquisto
29/10/2019 Maria Antonia Frassetti 1492

Se stai cercando una soluzione temporanea per riscaldare velocemente piccoli ambienti, il termoventilatore offre innegabili vantaggi. Vediamo come scegliere il modello giusto per te e quali sono i 5 migliori termoventilatori del momento.

È arrivato quel momento dell’anno in cui svestirsi per entrare nel box doccia o nella vasca da bagno inizia a essere un piccolo trauma. Non ci sono più le temperature estive a scaldarci, fuori l’aria è frizzante e le prime piogge autunnali portano l’umidità. Dobbiamo per forza accendere il riscaldamento? Assolutamente no: possiamo chiedere aiuto al termoventilatore - da non confondere con il termoconvettore che si basa su un sistema di riscaldamento diverso ed è molto più ingombrante! 

Denominato anche stufetta elettrica ventilata, questo elettrodomestico è la soluzione ideale per rendere più caldi e confortevoli i piccoli ambienti domestici durante le cosiddette mezze stagioni. Il bagno è sicuramente uno dei luoghi che più necessitano di questo strumento. Ma non è il solo. Pensa a quando sei sul divano di sera a guardare la TV o a leggere un libro, oppure quando stai tante ore seduto alla scrivania per lavoro o studio e ti si raffreddano i piedi e le mani. Ecco, anche in questi casi può essere utile avere un mini calorifero a portata di mano. Scopriamo le caratteristiche principali di questo dispositivo e quali sono i 5 migliori termoventilatori sul mercato.
 

Termoventilatore ceramico: vantaggi e funzionamento

Come funziona un mini termoventilatore? È molto semplice: si basa sulla presenza di una resistenza che, una volta riscaldata mediante energia elettrica, diffonde il calore attraverso una ventola. In genere la resistenza dei termoventilatori è elettrica, cioè è composta da un filamento metallico attraversato dalla corrente, ma ormai è sempre più diffusa la resistenza ceramica. Questo materiale ha diversi vantaggi: impiega meno tempo a scaldarsi, distribuisce il calore più uniformemente, si raffredda più lentamente e (come conseguenza diretta dei punti precedenti) consuma meno. Per tutti questi motivi, i migliori termoventilatori sono sicuramente quelli dotati di resistenza in ceramica, anche se per ovvi motivi costano di più
 

Il migliore termoventilatore? Le altre cose da sapere

Forma e dimensioni rappresentano un’altra caratteristica importante da considerare al momento dell’acquisto. Per esempio, se hai problemi di spazio quello di cui hai bisogno è un termoventilatore piccolo. I modelli più comuni sono quelli da tavolo: sono di misure ridotte e solitamente hanno l’aspetto di un box, spesso dotato di maniglie per facilitare il trasporto da una stanza all’altra. Esiste anche il termoventilatore da parete da appendere al muro per non occupare spazio a terra oppure da appoggiare sui ripiani dei mobili. Infine, c’è la variante a torretta, stretta e allungata, che diffonde l’aria attraverso un flusso verticale.

Veniamo alle prestazioni. La potenza massima dei termoventilatori elettrici si aggira tra i 1500 e i 2500 Watt, ma spesso può essere regolata su livelli inferiori. Ovviamente più sono potenti, più riescono a coprire una superficie maggiore e a scaldare stanze di grandi dimensioni. Ricordati che, a seconda della potenza e della portata, i costi in bolletta possono variare significativamente. Il consiglio è di valutare attentamente il termoventilatore in relazione all’ambiente che hai bisogno di scaldare, così da evitare sprechi e consumi inutili
 

I 5 migliori termoventilatori per affrontare i primi freddi autunnali: la nostra proposta


Olimpia Splendid CaldoSilent
Il punto di forza di questo modello Olimpia Splendid è sicuramente il fatto di essere un termoventilatore silenzioso. Infatti, grazie alla tecnologia Silent System, il rumore percepito è minore del 50% e ha una pressione acustica fino a 3 dB(A) in meno rispetto ai modelli ad aghi tradizionali. Può essere utilizzato come scaldino per il bagno in quanto gode della protezione IP 21 contro il gocciolamento. Un altro plus sta nella potenza: CaldoSilent arriva a 2400 Watt e riscalda ambienti fino a 80 metri cubi. Per una diffusione uniforme del calore, è dotato di oscillazione a 90°. Infine, si tratta di un termoventilatore ad aria fredda (dispone anche della funzione ventilazione per l’estate) ed è provvisto di un timer 24h per la programmazione giornaliera (molto utile quando si è fuori casa). 

Rowenta Instant Comfort Aqua
Com’è facilmente intuibile dal nome, questo dispositivo può essere considerato il miglior termoventilatore da bagno sul mercato.  Infatti, grazie al pannello di controllo dotato di coperchio trasparente e allo speciale standard di protezione contro l’umidità (IP21), Instant Comfort Aqua è perfetto per riscaldare in tutta sicurezza il tuo bagno. Inoltre, è un termoventilatore silenzioso (45 dB) grazie alla funzionalità dedicata che ti permette di guardare la TV, di ascoltare la musica o di dormire senza essere disturbato da un fastidioso ronzio di sottofondo quando è in funzione. Infine, va segnalata la potenza che raggiunge i 2400 W, ideale per coprire un ambiente di 20-25 m2. 

De’Longhi Caldobagno HBC 3032 
Sono ben tre i livelli di potenza di questo apparecchio, che lo rendono senza ombra di dubbio un termoventilatore attento ai consumi. Infatti, è possibile regolare l’intensità del calore in funzione delle dimensioni della stanza in cui lo utilizzi e delle esigenze personali di riscaldamento. Anche questo modello è utilizzabile in bagno o in ambienti particolarmente umidi grazie alla protezione antigoccia IP21. Inoltre, la presenza di comode maniglie e le dimensioni contenute ne fanno un termoventilatore facile da spostare a seconda del bisogno. Tra le opzioni disponibili troviamo, infine, la funzione antigelo, che attiva il termoventilatore automaticamente quando la temperatura dell'ambiente scende al di sotto di una soglia minima. 

De’Longhi Bend Line HFX60E20
Tra i termoventilatori ceramici c’è questo modello firmato De’Longhi. Grazie a questa specifica tecnologia, la macchina regola in automatico l’emissione dell’aria calda in base alla temperatura della stanza. Un altro plus sta nella presenza di un filtro antipolvere lavabile, sviluppato per trattenere sostanze inquinanti e allergeni e, di conseguenza, per migliorare la qualità dell'aria che respiriamo dentro casa. De’Longhi Bend Line è uno dei termoventilatori portatili più pratici da utilizzare, grazie all’ingombro contenuto e alle maniglie per il trasporto. Infine, si tratta di un dispositivo sicuro: in caso di ribaltamento, si attiva un allarme che spegne in automatico l'elettrodomestico.

Argoclima Fusion
La lista dei migliori termoventilatori termina con questo termoventilatore eco energy che si basa su un sistema di regolazione intelligente della potenza di riscaldamento su tre livelli (ECO power). La tecnologia è sicuramente uno dei suoi punti di forza. Può essere controllato tramite un display digitale a LED oppure da remoto con un piccolissimo telecomando utilizzabile fino a 6 metri di distanza. Anche il termostato è digitale (5-35°C) ed è presente un timer di spegnimento programmabile (fino a 12 ore). Per una migliore diffusione del calore, Argoclima Fusion presenta un sistema di oscillazione orizzontale automatica di 90°. Infine, sono da segnalare due caratteristiche molto utili per la sicurezza: la doppia protezione elettronica contro i rischi di surriscaldamento e il sistema antiribaltamento del dispositivo. 

Leggi anche "Condizionatori: riscaldare casa con la pompa di calore conviene?"