Huawei P40 Pro recensione e camera test: tutti i pro e contro

News
30/04/2020 Alessandra Basile 2260

Come funziona uno smartphone senza GMS? Scoprilo in questa recensione di Huawei P40 Pro con HMS, ma soprattutto con tanta innovazione tecnologica e un comparto foto/video top.

Ti ho già parlato nei mesi scorsi delle vicende di Huawei in seguito al Ban di Trump. Non spenderò, quindi, molte parole perché molte ne sono già state dette e scritte a riguardo. Nelle scorse settimane ho potuto provare Huawei P40 Pro, il nuovo top di gamma che è la diretta evoluzione di Huawei P30 Pro che tanto avevo apprezzato l'anno scorso. E, per quanto mi riguarda, è stata la mia prima volta con uno smartphone senza servizi Google, infatti proprio in seguito al ban di cui sopra, ora le novità smartphone Huawei dispongono degli HMS, vale a dire dei Huawei Mobile Services. Ti racconto com'è andata in questa recensione di Huawei P40 Pro, ma sta tutta qui la questione? Assolutamente no, come sempre Huawei non ha mancato di portare tanta tecnologia sul nuovo smartphone, a partire dalla fotocamera che diventa ancora più performante ed intelligente, così anche il comparto video. Partiamo prima però dalla scheda tecnica di Huawei P40 Pro.
 

Huawei P40 Pro – Caratteristiche tecniche

Lo smartphone Huawei P40 Pro presenta uno schermo con diagonale da 6,58" su pannello OLED con risoluzione Full HD+ da 2340 x 1080 pixel. Presenta un doppio foro nella parte superiore sinistra che alloggia la fotocamera anteriore per i selfie ed una cam ad infrarossi per lo sblocco del telefono tramite riconoscimento del volto.
Huawei P40 Pro monta il processore Kirin 990 con modem 5G. È supportato da 8 GB di memoria RAM, mentre per quanto riguarda la memoria interna hai a tua disposizione 128 GB espandibili con scheda NM fino a 256 GB. La batteria ha una capacità di 4.200 mAh ottimizzata dall’intelligenza artificiale che pervade tutto il sistema generale del dispositivo.
Per quanto riguarda il comparto fotografico, troviamo una quadrupla fotocamera così composta: monta un sensore principale da 50 MP con focale f/1.9 ti tipo RYYB, un sensore secondario da 40 MP, apertura f/1.8 grandangolare da 120°, un terzo sensore da 12 MP con focale f/3.4 con zoom ottico 5X e, infine, un quarto sensore da 2 MP ToF 3D. Invece, la fotocamera anteriore ha una risoluzione da 32 MP e focale f/2.0.

Huawei P40 Pro – Scheda tecnica completa

Huawei P40 Pro – Schermo e design

Mai come in questo caso, schermo e design vanno di pari passi. Infatti, gli ingegneri di Huawei hanno dichiarato di essersi ispirati all’immagine di una cascata per il form factor di Huawei P40, partendo proprio dallo schermo. Infatti, è stato introdotto il cosiddetto Display Quad-curve Overflow: concretamente, significa che lo schermo è curvo su tutti e quattro i lati. Questo conferisce un aspetto sicuramente elegante, una presa ferma, solida ed ergonomica. Per quanto riguarda il resto del design, Huawei P40 Pro non presenta altri particolari elementi distintivi, ma la linea generale risulta sicuramente pulita ed aggraziata.
Ma su questo fronte, il display rappresenta sicuramente un punto di forza. Infatti, risulta molto luminoso, ben calibrato nei colori, con un’ottima risoluzione e tutto questo si traduce in un piacere per i tuoi occhi quando guarderai video e altri contenuti multimediali sullo schermo di Huawei P40 Pro. Tra l’altro, risulta sempre ben leggibile anche alla luce diretta.

Processore e prestazioni

Il processore che dà vita a Huawei P40 Pro è il Kirin 990 con modem 5G che già avevamo trovato su Huawei Mate 30 Pro. Supportato da intelligenza artificiale e da ben 8 GB di RAM si conferma essere un compagno di lavoro e delle attività quotidiane. Infallibile, rapido, reattivo, non scalda mai e non presenta lag.
Da tempo Huawei ci ha abituati ad avere smartphone con autonomia da record e anche il nuovo smartphone Huawei P40 Pro. Non sono tanto i 4.200 mAh della batteria a fare la differenza, quanto il risparmio energetico e l’ottimizzazione dei consumi da parte del processore e dell’intelligenza artificiale. Durante le settimane di test, ho sempre raggiunto la giornata e mezza di utilizzo, anche due.
Sul fronte prestazioni ti segnalo anche lo sblocco del dispositivo. Puoi usare il fingerprint posto sotto lo schermo, che è ancora più veloce rispetto al passato perché l’area sensibile è più grande, ma quello che mi ha veramente convinta è lo sblocco tramite riconoscimento del viso. Infatti, la scelta di adottare una camera ad infrarossi ti permette di sbloccarlo anche al buio.

Ovviamente per quello che riguarda il sistema, parliamo ora di Huawei Mobile Services. Come prima cosa, ti consiglio di usare l’app Phone Clone per passare dal tuo vecchio cellulare al nuovo smartphone Huawei. Dovrai semplicemente inquadrare il QR Code riportato nell’app sul vecchio telefono, poi il QR sul telefono nuovo e via, verranno passate tutte le applicazioni, i tuoi dati e le configurazioni. Questo ti facilita la vita sempre, ma in particolare con uno smartphone come questo perché non devi cercare tu le varie applicazioni sullo store Huawei o su TrovApp (di cui ti parlo fra poco). Io ho fatto così per iniziare questa recensione di Huawei P40 Pro e, una volta terminata l’operazione, ho trovato praticamente quasi tutto pronto all’uso, anche i social erano già installati e configurati: WahtsApp, Facebook, Instagram, Telegram, LinkedIn, tutto passato in maniera facile ed indolore.
In alternativa, puoi decidere di installare tutto da zero e cercare le tue applicazioni preferite sullo store di Huawei, App Gallery, che sostituisce lo store di Google. Le app presenti sono davvero tantissime e di ogni genere, da quelle per il tempo libero a quelle per l’utilità quotidiana e lo store è in continuo aggiornamento grazie al lavoro degli sviluppatori. Se, però, non dovessi trovare delle applicazioni, allora ti consiglio di usare TrovApp che ti ho menzionato poco fa. Non è uno store alternativo, è un’applicazione che ti segnala dove trovare le altre applicazioni e scaricarle, ad esempio, da ApkPure. E se non dovesse trovare nulla, ti segnala un’app alternativa. Per quanto riguarda le app della suite di Google, ti segnalo questo: Gmail ovviamente non può essere usato con la solita applicazione Google, ma puoi installarlo senza problemi sul client di posta Huawei; Maps, invece, puoi scaricarlo da TrovApp; YouTube, infine, puoi guardarlo da browser.
Quindi ricapitolando: ho avuto problemi nella prima installazione di uno smartphone senza servizi Google? Assolutamente no, è stato molto più veloce e semplice di quello che pensavo. Ho avuto problemi nei giorni successivi l’utilizzo? Quasi nessuno. Ho dovuto ricalibrare un attimo il mio utilizzo nelle applicazioni della suite Google ed applicazioni che usano i servizi di geolocalizzazione di Google come Tado non funzionano, ma a parte questo è stato un attimo “diventare amica” di Huawei P40 Pro. E le prestazioni generali delllo smartphone sono così al top che non ci ho più pensato.

Huawei P40 Pro – Fotocamera

Eccoci ad un altro degli assi nella manica di Huawei P40 Pro: la fotocamera. La serie P di Huawei si è sempre distinta negli anni per aver conferito grande importanza al comparto fotografico e Huawei P40 è l’evoluzione di questo sistema. Come ti ho detto, si tratta di una quadrupla fotocamera che durante i test si è rivelata essere particolarmente versatile grazie alla presenza del sensore grandangolare, così come dello zoom che è ottico da 5x, ibrido da 10x e digitale da 50x. Innovazione importante a bordo è l’utilizzo del sensore CMOS più grande mai usato sinora su uno smartphone, il che si traduce direttamente in fotografie ancora più luminose. Molto bene la calibrazione dei colori, che risultano sempre pieni, brillanti e mai falsati. L’intelligenza artificiale aiuta come sempre e possiamo dire che con Huawei P40 Pro la fotocamera diventa ancora più smart. Infatti, è stata introdotta la funzionalità Huawei Golden Snap che ti permette di migliorare al volo le tue foto. Ad esempio, se stai fotografando una teca, un vetro o comunque qualcosa che riflette la tua immagine, puoi rimuovere i riflessi in postproduzione cliccando semplicemente su “Rimuovi riflessi”. La stessa filosofia vale per le foto in movimento che ti permettono di rimuovere i passanti. Insomma, una fotocamera adatta all’utilizzo di tutti i giorni, semplice da usare nonostante diverse caratteristiche pro. Ti riporto al termine di questa recensione di Huawei P40 Pro qualche scatto realizzato in questi giorni, così puoi farti un’idea.

Infine, due parole anche sul comparto video che, secondo me, quest’anno ha davvero vinto. I video possono essere realizzati con risoluzione fino a 4K a 30 fps o 60 fps. Risultano sempre stabili perché Huawei P40 combina lo stabilizzatore ottico con quello dell’intelligenza artificiale. Ma poi quello che ho trovato particolarmente interessante è stato il super slow motion che ti permette di realizzare velocemente video molto poetici o simpatici come quelli che puoi vedere nella videorecensione qui sopra e sul nostro canale YouTube.

Huawei P40 Pro – Giudizio finale

È inutile negare che il ban di Trump ci mette tra le mani uno smartphone particolare: lo store di Huawei, per quanto ben fornito, necessita ancora di lavoro per essere un’alternativa totalmente esaustiva o che, comunque, non richiede di dover ricorrere ad altri stratagemmi come TrovApp per completare l’esperienza finale dello smartphone. Però, non c’è che dire, una volta deciso di spendere qualche istante in più tra App Gallery e TrovApp, posso garantirti che potrai godere di uno smartphone completo, versatile, potente, che non ha problemi a sostenere ritmi di utilizzo sostenuti. Menzione particolare per la fotocamera e per i video che ti faranno apprezzare ancora di più questo nuovo smartphone Huawei.
Smartphone Huawei - P40 Pro 5G Nero 256 GB Dual Sim Fotocamera 50 MP
- € 34  gratis Consegna gratuita

Sistema operativo: Android 10 Open Source; Dual sim: Sì; Fotocamera: 50 MP; Memoria interna: 256 GB; Display: 6,58 ''; Rete: 5G; RAM: 8 GB; N° core processore: Octa-core;

1.015,99
- 3%¤ 1.049,99
¤ 50,75 / mese

+ +
+ +
1.015,99
- 3%¤ 1.049,99
¤ 50,75 / mese

Smartphone Huawei - P40 Pro 5G Silver Frost 256 GB Dual Sim Fotocamera 50 MP
- € 100  gratis Consegna gratuita

Sistema operativo: Android 10 Open Source; Dual sim: Sì; Fotocamera: 50 MP; Memoria interna: 256 GB; Display: 6,58 ''; Rete: 5G; RAM: 8 GB; N° core processore: Octa-core;

949,90
- 10%¤ 1.049,90
¤ 47,45 / mese

+ +
+ +
949,90
- 10%¤ 1.049,90
¤ 47,45 / mese