Honor View 10 Lite: la recensione con tutti i pro e i contro

News
19/10/2018 Alessandra Basile 3289

Novità anche in casa Honor quest'autunno: ecco V10 Lite, un medio di gamma con caratteristiche interessanti. L'ho provato in questi giorni e ti racconto com’è andato il test in questa recensione.

Ottobre è il mese delle castagne, delle zucche, delle foglie sugli alberi che iniziano a diventare rosse e di tante novità in ambito telefonia che si susseguono una dietro l'altra. Pochi giorni fa ti ho raccontato della presentazione di Honor View 10 Lite, il nuovo medio di gamma della casa cinese e ora sono subito a presentarti la mia recensione perché ho avuto modo di provarlo subito dopo il lancio. Honor V10 Lite si colloca nella fascia media del mercato, ma si contraddistingue per un design ricercato, elegante, con un tocco distintivo, e sicuramente per la qualità manifatturiera di pregio. Partiamo con una veloce carrellata sulla scheda tecnica e poi passiamo nel concreto della recensione per scoprire come si è comportato su strada Honor View 10 Lite.
 

Honor View 10 Lite – Caratteristiche tecniche

V10 Lite presenta una diagonale con schermo da 6,5 pollici su pannello IPS Full HD+ e form factor da 19:9. Il processore in dotazione è il Kirin 710, proprietario, un octa-core coadiuvato da 4 GB di memoria RAM e 128 GB di memoria interna. Android è nella sua release Oreo 8.1, personalizzato con la solita EMUI nella versione 8.2.
Per quanto riguarda il modulo della fotocamera abbiamo a che fare con una dual cam, composta da un sensore principale con risoluzione da 20 MP e focale f/1.8, supportato da uno secondario da 2 MP. La fotocamera interna per i selfie, invece, ha una risoluzione da 16 MP.
La batteria ha una capacità di 3.750 mAh e Honor View 10 Lite è uno smartphone dual sim, con tre card slots, quindi ha lo slot dedicato per la microSD, utile per espandere ulteriormente la memoria dello smartphone.

Scheda tecnica

Display e Design

Prima di passare alla vera e propria considerazione estetica, giriamo virtualmente insieme Honor V10 Lite tra le mani. Sul lato destro troviamo il bilanciere del volume in unico tasto e, subito sotto, il pulsante di accensione e spegnimento. Sul lato inferiore il jack per le cuffie da 3,5 mm che tanto mi piace ritrovare sugli smartphone, la porta micro USB (ecco, perché ancora micro nel 2018 invece di una di tipo C?) e lo speaker audio. Il lato sinistro presenta solo lo slot per microSD e SIM e su quello superiore è presente il microfono.
Sul retro troviamo la dual cam posizionata in verticale, leggermente sporgente, ed il sensore delle impronte. Ma la vera caratteristica sta nella banda verticale che attraversa tutto il retro in vetro di Honor V10 Lite e che presenta una diffrazione cromatica molto suggestiva. Oltretutto, io ho avuto in test la colorazione rossa, che entrerà in commercio a fine anno, e questo gioco di luci e colori è veramente bello. Inutile cercare tanti altri aggettivi: Honor View 10 Lite è proprio bello. Con un piccolo tocco di design, Honor è riuscita a dare una connotazione distintiva a questo smartphone. Il display è un altro aspetto che mi ha convinta molto. Pur essendo un IPS, i colori sono sempre accessi e ricchi. Ottima la luminosità e il contrasto, il che rende V10 Lite sicuramente uno smartphone adatto alla fruizione di video.

Honor View 10 Lite – Processore e prestazioni

Kirin 710 non è il processore più potente di casa Huawei, eppure si è comportato bene durante il test, senza presentare particolari rallentamenti. Anzi, le prestazioni sono sempre state piuttosto rapide e reattive. Nota di merito per il fingerprint: uno dei più fulminei che abbia mai testato. C’è anche lo sblocco tramite riconoscimento facciale.
Honor View 10 Lite è un AI Phone grazie all’intelligenza artificiale in dote al processore. Quest’AI si spalma in maniera piuttosto omogena sulle prestazioni dello smartphone, anche dal punto di vista del risparmio energetico. Infatti, l’autonomia della batteria è sempre stata ottimale: nessun problema ad arrivare abbondantemente al termine della giornata lavorativa.

Fotocamera

Luci ed ombre sul comparto fotografico – gioco di parole non voluto! Ci sono alcune condizioni in cui mi ha particolarmente colpita (ad esempio controluce), altre in cui mi ha lasciata un po’ perplessa, in particolar modo nelle foto scattate all’interno con luce artificiale perché diventano sempre rossastre. Merito e colpa dell’intelligenza artificiale che applica maschere di saturazione e contrasto che, in alcuni casi vanno effettivamente ad esaltare la bellezza di uno scatto; in altri lo snaturano un po’. Di buono c’è sempre la possibilità di disattivarla in fase di post produzione, semplicemente dall’app della galleria.
Bene il bokeh nei ritratti e nelle macro, piuttosto preciso e convincente. Trovi, come sempre, alcuni scatti al termine di questa recensione di Honor View 10 Lite per farti un’idea.

Honor View 10 Lite – Giudizio finale

Credo che prima di esprimere il mio parere finale, tirando un po’ le somme di tutti i pro e contro in questa recensione di Honor V10 Lite, sia importante fornirti un dato: il prezzo di lancio è di 299 Euro. Quindi, di nuovo, Honor è stata in grado di sfornare uno smartphone con un eccezionale rapporto qualità prezzo. Per meno di 300 Euro ti puoi portare a casa un AI phone con dual cam, prestazioni ottimali e un’estetica davvero invidiabile, soprattutto se ti piacciono gli smartphone con display grande.