Honor 20 sta (finalmente) arrivando. Ecco la recensione

News
01/07/2019 Alessandra Basile 337

Dopo essersi lasciato desiderare, finalmente lo smartphone Honor 20 sta per diventare disponibile alla vendita. L'ho avuto in test, scopri tutti i pro e contro in questa recensione.

Honor 20 raccoglie l'eredità di Honor 10 che, l'anno scorso, aveva conquistato tutti per l'eccezionale rapporto qualità-prezzo, tanto che in molti temevano che avrebbe disturbato in casa il "fratello maggiore" Huawei P20 Pro. Quest'anno è la volta di Honor 20 che ha incontrato la sfortunata coincidenza di essere presentato proprio nei torridi e difficili giorni del discusso caso "Trump vs Huawei", tanto che per qualche settimana si è vociferato che, dopo il lancio di Londra, in realtà non sarebbe stato messo sul mercato. E invece no, è ufficiale la conferma che sarà disponibile alla vendita a partire dall'8 luglio. Quindi, rimani sintonizzato perché lo troverai anche su Monclick. Io ho provato Honor 20 nelle scorse settimane e ti racconto in questa recensione tutte le mie impressioni. Prima, però, come sempre passiamo alla scheda tecnica di Honor 20.
 

Honor 20 – Caratteristiche tecniche

Honor 20 è uno smartphone con schermo con diagonale da 6,26 pollici su pannello IPS e risoluzione FHD+. Abbiamo a che fare con uno schermo senza notch ma con foro, nella parte superiore sinistra. Il processore è il Kirin 980, supportato da 6 GB di memoria RAM e 128 GB di storage interno, non espandibili. Il sistema operativo è Android 9 personalizzato nell'interfaccia proprietaria Magic UI 9.1.
Per quanto riguarda il comparto fotografico, abbiamo a che fare con una tripla fotocamera così composta: sensore principale da 48 MP con apertura f/1.8, un sensore secondario di tipo tele con risoluzione 16 MP e focale f/2.2, un terzo sensore per le macro da 2 MP e apertura f/2.4 ed un ulteriore sensore da 2 MP e ancora focale f/2.4 per l’effetto bokeh. La batteria ha una capacità da 3.750 mAh e non dispone della certificazione per acqua e polvere.

Honor 20 - Scheda tecnica completa
 

Honor 20 – Schermo e design

Questo smartphone si contraddistingue sicuramente per un'ottima qualità manifatturiera. Durante il test ho avuto sempre la sensazione di tenere tra le mani un dispositivo solido, grazie ai materiali utilizzati (vetro e metallo). Le dimensioni rappresentano il giusto compromesso tra l'avere uno schermo su cui fruire al meglio di contenuti multimediali, ma non dover avere a che fare con un dispositivo eccessivamente ingombrante.
Sul fronte design, Honor 20 introduce una novità, vale a dire il fingerprint posizionato lateralmente sul pulsante di accensione e spegnimento. Sicuramente ne guadagna l'immediatezza d'utilizzo, perché il posizionamento è davvero strategico: comodo, intuitivo, non hai mai bisogno di ricordarti dove devi andare a cercare il sensore su questo smartphone. D'altro canto, essendo così facilmente raggiungibile, io mi sono trovata più volte a sbloccarlo senza volerlo. Se, come me, tendi a tenere lo smartphone in mano magari quando cammini (se per esempio stai chattando e non vuoi continuamente tirarlo fuori dalla tasca), ti capiterà molto probabilmente di sbloccarlo senza accorgertene e magari impartire volontariamente dei comandi sullo schermo. Quindi, attenzione.

Proviamo sempre a girare virtualmente insieme lo smartphone. Sul lato destro, oltre al sensore delle impronte di cui sopra, trovi anche il bilanciere del volume. Nella parte inferiore lo speaker stereo, l'USB di tipo C, ma niente jack per le cuffie, ahimè. Sul lato sinistro, invece, abbiamo lo slot per la SIM e su quello superiore la porta IR e il microfono. È presente anche il led per le notifiche, ma non è molto visibile.
 

Processore e prestazioni

Della velocità dello sblocco di Honor 20 ti ho già parlato. Passiamo al vero cuore dello smartphone: Kirin 980, il processore di casa Huawei con doppia unità neurale per l'Intelligenza Artificiale. Già provato su altri smartphone, rappresenta una certezza in termini di prestazioni ed affidabilità. Non ho avuto problemi durante il test, usando Honor 20 come smartphone di lavoro. Mai inceppamenti o rallentamenti, anche in multitasking o utilizzando app pesanti. La batteria da 3.750 mAh si è dimostrata sempre all’altezza degli smartphone Honor che notoriamente vantano autonomie da record. Con Honor 20 raggiungerai senza problemi la giornata e mezzo di utilizzo, anche con uso intenso. Bene l'audio, anche in chiamata, così come la ricezione del segnale e il download di dati.
 

Honor 20 – Fotocamera

Il comparto fotografico di Honor 20 si è dimostrato affidabile e con buoni risultati in modalità "punta e scatta". In condizione diurna e, comunque, di luce ottimale i colori risultano brillanti e precisi, anche se necessariamente dover attivare l'Intelligenza Artificiale. Cambia un po’ il discorso per le foto in notturna nelle quali si avverte un po' di disturbo. Può risultare una buona idea attivare la modalità notte, anche se esalta un po’ troppo la luce, senza risolvere veramente il problema del rumore. Dipende dal gusto personale, io ho preferito i risultati senza modalità notturna attivata.
Molto buona la fotocamera frontale che, con la sua risoluzione da 32 MP, permette di scattare selfie di qualità e con un ottimo effetto bokeh nei ritratti.
Al termine della recensione trovi un po' di scatti realizzati durante i giorni della prova su Honor 20, per farti un’idea concreta di cosa puoi ottenere con questo smartphone.
 

Giudizio finale

Dopo aver provato in maniera approfondita Honor 20 nelle scorse settimane, ti consiglio questo smartphone per l'autonomia della batteria che è veramente invidiabile. Questo, assieme alle prestazioni al top lo rendono ideale anche come smartphone per l’uso lavorativo perché non stenta a stare al passo dei ritmi più frenetici. E avrai comunque in tasca un dispositivo con cui fare buone fotografie.