Convertibile HP Spectre X360: la recensione

News
01/03/2019 Maria Antonia Frassetti 644

Al Mobile World Congress 2019 di Barcellona il mio compagno di lavoro è stato HP Spectre X360 13: un notebook convertibile top di gamma leggero, potente e curato nell’estetica. Scopri tutti i dettagli in questa recensione.

Per il Mobile World Congress 2019 di Barcellona avevo bisogno di un notebook compatto e leggero da tenere nello zaino e portarmi dietro tutto il giorno tra un evento e l’altro in giro per la città. Ma allo stesso tempo, però, era necessario che potessi contare su un dispositivo affidabile e prestante, che riuscisse a stare dietro ai ritmi di lavoro serrati tipici di una fiera. La scelta alla fine è ricaduta sul convertibile HP Spectre X360 13-ae001nl, un notebook versatile e reattivo che si presta perfettamente ad un utilizzo in mobilità. Prima di scoprire il perché nella mia recensione, passiamo brevemente in rassegna la scheda tecnica.
 

HP Spectre X360: caratteristiche tecniche

Il notebook si presenta come un convertibile molto bello ed elegante la cui tastiera è in grado di ruotare di 360 gradi trasformandosi in un comodo tablet. Il display da 13,3 pollici e diagonale da 33,78 cm è Full HD (1920 x 1080 pixel), con tecnologia IPS e strato protettivo Corning Gorilla Glass. Essendo touchscreen, Spectre X360 supporta la penna HP Tilt Pen che è inclusa nella confezione. Il sistema operativo preinstallato è Windows 10 Home.
Passiamo alla dotazione hardware: processore Intel Core i5-8250U, SSD da 256 GB, RAM da 8 GB e scheda grafica integrata. Per quanto riguarda le possibilità di connessione, troviamo a bordo 2 porte USB Type-C Thunderbolt, 1 porta USB 3.0 Type-A e un lettore di schede MicroSD. Sempre lungo i lati del dispositivo abbiamo a disposizione un jack audio da 3,5 mm, il bilanciere del volume e il tasto di accensione.

HP Spectre X360 - Scheda tecnica completa
 

Prestazioni

Ho utilizzato il convertibile Spectre X360 soprattutto per scrivere testi, navigare su Internet, fare photo editing e montare brevi video. Il mio giudizio nello svolgere queste attività è sicuramente positivo. Il notebook si è rivelato un dispositivo fluido e reattivo, non si è bloccato in nessun momento (nemmeno in multitasking) e non ha mai subito rallentamenti durante l’utilizzo. Del resto è supportato da un potente processore di ottava generazione. Non c’è una scheda video dedicata, ma Spectre X360 è più che adatto per lavori di grafica base (non di livello professionale). Anche durante le sessioni di lavoro più intense il convertibile è stato silenzioso, anche se ho notato un leggero riscaldamento nella parte inferiore della tastiera, vicino alla sezione centrale della cerniera. 

Notebook HP Spectre X360 - Multimedialità 

Oltre che per il lavoro, questo convertibile è indicato anche per la fruizione di contenuti multimediali soprattutto nelle modalità di utilizzo stand, tablet e tenda. Certo il polliciaggio non è generoso, ma il display ha dalla sua una risoluzione Full HD, la tecnologia IPS e la presenza di cornici strette e poco invadenti durante la visualizzazione dei contenuti. Le immagini risultano sempre molto luminose, brillanti e ben contrastate. Vale la pena fare un accenno anche all’audio: a bordo ci sono ben quattro speaker firmati Bang & Olufsen, quindi potenti e di buona qualità. Sono posizionati lungo una fascia orizzontale collocata appena sopra la tastiera così da ottimizzare la diffusione del suono e migliorare l’esperienza audio.
 

HP Spectre 2 in 1 - Design e ergonomia

L’estetica è senza ombra di dubbio uno dei grandi punti di forza di questo device. Realizzato completamente in alluminio, non è solo elegante e bello da vedere, ma è anche robusto e promette di durare nel tempo. Ciò che colpisce è la cura estrema dei dettagli, che emerge dalle finiture lucide, dalle forme di alcuni tasti (a diamante), dal sofisticato meccanismo di rotazione della cerniera e dai piedini in gomma attaccati sul fondo per dare stabilità al computer.
Le dimensioni compatte e il peso leggero rendono HP Spectre X360 facilmente trasportabile. Ho trovato la tastiera molto comoda da utilizzare con tasti grandi e ben distanziati tra di loro. Inoltre, è retroilluminata, anche se non si accende automaticamente (ma bisogna premere un tasto dedicato). Veniamo al touchpad: per quanto non sia eccessivamente generoso, è sempre stato fluido e reattivo. Come già accennato, all’interno della confezione è presente la penna per HP Spectre x360, ovvero HP Tilt Pen. Si ricarica mediante porta USB-C (a scomparsa) e integra due tasti personalizzabili (in particolare, il bottone presente sul cappuccio può essere utilizzato come gomma per cancellare). 

Durante il mio test, ho utilizzato prevalentemente la tastiera come dispositivo di input. Per quanto riguarda la penna, non è sempre stata precisissima. Va più che bene per un utilizzo occasionale, ad esempio per prendere appunti sporadici, ma non per disegnare o per svolgere lavori grafici di precisione.

HP Spectre X360 - Giudizio finale

Bello ed elegante, ma anche potente e pratico. Questa è in poche parole la sintesi di HP Spectre X360, un convertibile di fascia alta perfetto per il lavoro e l’intrattenimento on-the-go grazie alla compattezza delle dimensioni, alla leggerezza di peso e ad una buona autonomia. Lo consiglio a chi cerca un dispositivo flessibile e affidabile anche sotto stress (come può essere una fiera del calibro di MWC). Un ultimo punto a favore di questo device: lo sblocco della macchina mediante riconoscimento del volto con Windows Hello, che in pochi secondi ti permette di accedere al sistema e di essere subito operativi.