Come scegliere un lettore di codici a barre

Guida all'acquisto
26/01/2017 Danilo Pagnin 11754

Hai un'attività commerciale e devi organizzare le operazioni di cassa o registrare i movimenti di magazzino? Ecco come scegliere il tuo lettore di codici a barre.

Sei un esercente e devi scontrinare i prodotti velocemente e riducendo al minimo le possibilità di errori di lettura, per evitare di dover digitare il codice EAN manualmente sul registratore di cassa o sul PC.
Gestisci un magazzino dove entrano ed escono decine di scatole ogni ora, che vanno identificate per compilare i registri di entrata/uscita e le fatture per i fornitori o i clienti.
Hai una farmacia con un piccolo banco vendite dotato di due o tre postazioni e devi gestire transazioni di pochi articoli per volta, con codici di dimensioni molto ridotte su piccole scatole.
Con questa guida, cercheremo di guidarti a scegliere il miglior lettore di codici a barre (o barcode) su misura per le tue esigenze.

Scopri tutti i lettori di codici a barre
 

Scegli il miglior lettore di codice a barre  

Tralasciando quei tipi di lettori barcode da incasso inseriti all'interno di pannelli (casse dei supermercati, rulli bagagli di aeroporti e corrieri, ecc.) chiamati scanner a contatto o semplicemente scanner codici a barre, quelli in commercio sono in gran parte lettori portatili con la caratteristica forma a pistola o palmari: questa tipologia è detta anche brandeggiabile.
Anzitutto si differenziano per il tipo di tecnologia del sensore: prevalentemente CCD, laser o imager.
Il lettore con sensore CCD utilizza una luce a LED e può identificare il codice a partire da una distanza di pochissimi centimetri fino ad un massimo di 20-30 cm: viene utilizzato sia nei lettori a contatto sia in quelli esterni a pistola/palmari, nel caso di utilizzo prevalente per operazioni di cassa su prodotti di piccole dimensioni e poco ingombro quali negozi, farmacie e simili, per via della sua ridotta capacità di leggere a distanza. Sono più leggeri dei sensori laser, ideali per i lettori portatili.
La tecnologia laser consente di arrivare a leggere un barcode ad una distanza fino a oltre 2 metri, quindi per un utilizzo anche in magazzini e per prodotti ingombranti e di grandi dimensioni. Il sensore interno è configurato con uno o anche più raggi laser e funziona insieme ad una testina oscillante per aumentare le performance del lettore e non avere rallentamenti nella lettura. I lettori a distanza, per esempio nei sorter bagagli degli aeroporti e dei corrieri, sono per lo più equipaggiati con questo tipo di sensori.
I sensori imager consentono una lettura più rapida, efficiente e permettono letture di codici anche leggermente rovinati e soprattutto sono indicati per la lettura di codici 2D, molto utilizzati per esempio nel mondo dei farmaci.
 

Lettore codici a barre: come funziona

Anche se per molti di noi i codici a barre sono ormai familiari, non tutti sanno esattamente cosa sono e a cosa servono. Fai conto di incontrare esseri di una civiltà aliena che non conoscono l’uso delle parole né dei numeri, ma sono in grado di identificare rapidamente delle sequenze grafiche. Hai il compito di sottoporgli alcune sequenze di numeri o di lettere per comunicare: affinché ti possano capire, occorre che queste serie - a cui noi umani siamo abituati da millenni- siano trasformate in sequenze grafiche, dove ad ogni linea corrisponde un numero o una lettera, a seconda dello spessore e della distanza tra l'una e l'altra. Ecco quindi quei lunghi codici a barre che ormai siamo abituati da qualche decennio a vedere su scatole e prodotti vari, che noi umani abbiamo ideato al fine di velocizzare al massimo operazioni di vario genere.
I tipi di codici a barre diffusi nel mondo sono numerosi e variano per tipologia di codifica.
Le due principali famiglie sono quelle dei codici 1D e 2D: i codici 1D (a una dimensione) sono quelli più diffusi in commercio e consistono in una sequenza di numeri (o di numeri e lettere) che si presenta graficamente che le tipiche barre verticali. La leggibilità delle informazioni è solo a una dimensione lineare.
I più diffusi tra questi sono il code 128 e l'EAN 13, che consistono in un part-number univoco. Il code 128 può contenere sia lettere che numeri ed è diffuso sia in ambito industriale che amministrativo pubblico, mentre l'EAN-13 è il codice solitamente in uso nei prodotti da supermercato e contiene solo numeri.
I codici 2D (o codici qr) invece sono quelli che si presentano quadrati e ricordano vagamente un labirinto: contengono sia sequenze orizzontali che verticali e possono veicolare molte più informazioni rispetto a quelli lineari. Nel mondo del commercio si stanno sempre più diffondendo in ambito farmaceutico e medico: li si trova sulle scatole dei farmaci e sulle ricette mediche, e grazie alle due dimensioni possono fornire sia il part number (codice) che il serial number (matricola) di un prodotto.
Nell'acquistare un lettore barcode devi dunque indirizzare la scelta verso quei prodotti in grado di leggere i codici utilizzati nel tuo settore commerciale o amministrativo: se hai una farmacia dovrai necessariamente scegliere un lettore codici qr.
 

Lettori barcode a cavo o wireless?

Il lettore barcode wireless (Bluetooth o a radiofrequenza) è il più indicato nel caso lo si utilizzi in spazi non statici, per esempio nei magazzini, dove occorre muoversi frequentemente e si devono leggere codici di prodotti non sempre spostabili. Sono presenti anche in alcune catene di supermercati lettori barcode wireless che i clienti possono utilizzare per prepararsi da sé lo scontrino da scaricare e pagare in cassa rapidamente. Possono essere collegati ad un terminale PC o ad un tablet e avere anche dimensioni tascabili, come nel caso dell'Honeywell Voyager 1602G, ideale per utenti mobili durante gli spostamenti.
Il lettore cablato va benissimo alle casse di un esercizio commerciale, collegato ad un PC o a un registratore di Cassa, dove non è quindi necessario spostarlo dalla postazione.
Nell'acquisto occorre fare attenzione all'interfaccia del lettore (seriale rs232, USB, ecc.), che deve essere compatibile con il terminale (PC, registratore di cassa), al software che si possiede (non in dotazione coi lettori e che deve essere sincronizzabile col lettore) e alla dotazione di serie del lettore: eventuali cavi, stand di ricarica, ecc., in alcuni casi sono da acquistare a parte.
 
DATALOGIC QUICKSCAN QD2400
Lettore portatile con sensore imager. Molto versatile, legge codici 1D e 2D. Ad un prezzo molto vantaggioso una soluzione ideale per retailer, farmacie e tutti gli operatori commerciali che necessitano di una soluzione economica e di qualità.
Grazie al sensore imager il lettore legge fluentemente i codici lineari 1D stampati su carta e anche i più complessi codici 2D sempre più utilizzati nel mondo dei farmaci e sulle ricette mediche del sistema sanitario nazionale, rendendolo particolarmente idoneo per le farmacie. Impermeabilità con standard IP42 per protezione contro spruzzi, resistenza a cadute accidentali fino ad un’altezza di 1,5 metri.
Progettato con un sistema di illuminazione a LED e puntamento che consentono di ridurre lo stress visivo dell’operatore che lo utilizza.
Oltre che per punti vendita, è ideale anche per poste, banche, pubblica amministrazione.
In confezione: USB Kit con cavo 90A052065 incluso.
Zebra Ls3578 Bluetooth
Il robusto scanner senza fili Symbol LS3578-ER fornisce il più ampio raggio d'azione tra gli scanner consentendo di eseguire scansioni da una distanza minima di 10 cm a una massima di 13,7 m. Consente di passare rapidamente dalla lettura di un codice a barre per l'inventario all'acquisizione dei simboli più piccoli presenti su menu del codice a barre ed elenchi di codici. Negli spazi aperti, in magazzino, presso il centro di distribuzione, nell’impianto di produzione o in negozio, lo scanner Symbol LS3578-ER garantisce prestazioni e affidabilità di livello superiore ma anche un design pratico per una maggiore comodità durante i turni più lunghi. Inoltre, il Bluetooth integrato, consente di trasmettere i dati in modalità wireless e in modo sicuro e affidabile a dispositivi come il computer portatile per uso fisso/veicolare VC5090 di Motorola.
Lo scanner senza fili consente ai dipendenti di muoversi liberamente in tutto l'ambiente di lavoro, garantendo una produttività e un'efficienza superiore e l’aggiornamento costante della catena dell'inventario. Inoltre, l'assenza di fili riduce i tempi morti causati da rotture e guasti ai cavi, problemi comuni per i dispositivi portatili utilizzati negli impianti di tipo industriale.
HONEYWELL Voyager 1202G
Questo lettore palmare a tecnologia laser è stato progettato per leggere rapidamente qualunque tipo di codice a barre, anche di qualità molto scarsa. Perfetto in magazzini in cui vi è alta rotazione di merci e non si può perdere tempo di fronte a etichette deteriorate, il Voyager 1202G ha tra i suoi PLUS la possibiltà di sostituire la batteria semplicemente aprendo l'apposito vano manualmente. La tecnologia Bluetooth 2.1 consente di muoversi senza l'ingombro di cavi e di comunicare con la base fino ad una distanza di 30 metri in campo aperto libero e in ogni caso fino a 10 metri garantiti. Il Voyager 1202g configura automaticamente l’interfaccia corretta, contribuendo a ridurre i tempi di installazione. Dispone di una batteria a lunga durata in grado garantire un'autonomia fino a 12 ore, e può essere sostituita sul posto molto rapidamente. Molto pratica la funzione paging, che consente, premendo un tasto, di individuare i lettori eventualmente smarriti. Supporta tutte le principali interfacce in un unico dispositivo, sostituendo la scansione dei codici a barre di programmazione, dispendiosa in termini di tempo, con la configurazione e il rilevamento automatici dell'interfaccia
 
ZEBRA SYMBOL LS2208
Lo scanner palmare per codici a barre Symbol LS2208 di Zebra è un lettore veloce e affidabile contraddistinto da un ampio raggio d'azione che arriva fino a 43 cm,  ideale per contesti quali retail, ospedali, scuole o pubblica amministrazione. Più interfacce incorporate assicurano l'integrazione con un'ampia gamma di sistemi host.
Pratico e managgevole, è in grado di catturare i codici a barre UPC convenzionali da 13 mil, su articoli a oltre 63,5 cm di distanza, e i codici a barre ad alta densità utilizzati comunemente negli articoli di retail di piccole dimensioni.
Grazie al supporto di 97 tastiere internazionali, lo scanner LS2208 funziona in qualsiasi paese del mondo, senza necessità di configurazione.
Grazie alla sua struttura brevettata a scheda singola, all'elemento di scansione in polimero liquido per una totale assenza di frizione, alla finestra di uscita in vetro temperato resistente ai graffi e alla conformità ai rigidi requisiti delle specifiche di caduta e "tumble test", lo scanner LS2208 è in grado di garantire un funzionamento affidabile per tutta la giornata di lavoro, 7 giorni su 7.