ASUS ZenBook 13 con ScreenPad 2.0: la recensione

News
13/03/2020 Maria Antonia Frassetti 2433

In questi giorni ho provato ZenBook 13, il notebook di ASUS più piccolo della serie con ScreenPad di seconda generazione. Un dispositivo ottimo per lavorare in mobilità. Ecco tutto quello che devi sapere.

ASUS ZenBook 13 con ScreenPad 2.0Era stata la grande novità ASUS a IFA 2018 e ti ho mostrato tutte le sue funzionalità nella recensione di ZenBook Pro 15. Di cosa sto parlando? Di ScreenPad, il display secondario multifunzione che ASUS ha introdotto al posto del tradizionale touchpad su una serie di device portatili. In questi giorni ho potuto testare il notebook più piccolo della seconda generazione di ZenBook, ovvero ZenBook 13, il cui carattere innovativo sta nel nuovo ScreenPad 2.0. Sei curioso di sapere cosa cambia dalla prima versione? E più in generale, com’è andato il test? Per conoscere le risposte a queste (e ad altre) domande continua a leggere la mia recensione.
 

ASUS ZenBook 13: caratteristiche tecniche

Partiamo, come di consueto, dalla scheda tecnica. ZenBook 13 con sistema operativo Windows 10 Home è un notebook dotato di display Full HD da 13 pollici con design NanoEdge. Il modello che ho avuto in prova (UX334FL) monta un processore Intel Core i7 di ottava generazione (i7-8565U), una RAM da 8GB e un SSD PCIe da 512GB. Alla scheda video integrata si aggiunge una NVIDIA GeForce MX250. Buono il set di porte disponibili: oltre al jack per le cuffie e all’ingresso dell’alimentazione, abbiamo una porta HDMI, una porta USB 2.0, due porte USB 3.1 Gen 2 e un lettore di memoria microSD. In dotazione ho trovato anche un adattatore che consente di aggiungere una presa RJ45 al PC tramite porta USB. L’impianto audio è firmato Harman Kardon.

ASUS ZenBook è disponibile anche nella versione da 14 pollici con 16 GB di RAM e SSD da 512 GB

Porte per la connettività di ASUS ZenBook 13

ScreenPad 2.0: il touchpad ancora più intelligente

Va detto subito: la seconda versione di ScreenPad nasce per arricchire le funzionalità e migliorare alcune criticità della generazione precedente. Io stessa su ZenBook Pro 15 avevo riscontrato come non sempre l’interazione fosse fluida. Su ZenBook 13, invece, non ho avuto questo tipo di problema: ScreenPad 2.0 si è rivelato sicuramente più reattivo. L’altra ottimizzazione riguarda l’efficienza energetica, dato l’inevitabile assorbimento di energia che comporta questo tipo di strumento a discapito dell’autonomia del notebook. Anche in questo ambito è stato fatto un importante passo avanti.

Ma veniamo alle funzioni. Il nuovo ScreenPad è un touchscreen da 5,56” attivabile dallo stesso touchpad (che può essere usato comunque in modo tradizionale) oppure premendo il tasto F6 sulla tastiera. Può essere sfruttato come display secondario, quindi per svolgere altre attività oltre a quella in corso sul display principale, per esempio per ascoltare musica su Spotify oppure per guardare video su YouTube. Naturalmente è personalizzabile, quindi puoi aggiungere tutte le app (e quindi funzioni) che vuoi in base alle tue necessità. L’utilizzo è intuitivo, grazie anche all’interfaccia migliorata che richiama quella di uno smartphone con cui abbiamo tutti familiarità. Certo, bisogna prenderci un po’ la mano e capire quello che serve davvero in funzione delle esigenze personali, lavorative e non.

Cerniera Asus ErgoLift

ASUS ZenBook 13: le prestazioni

A fronte di una dotazione hardware di tutto rispetto, le prestazioni di questo notebook sono sicuramente eccellenti. Durante il mio test, il computer non ha mai avuto rallentamenti nè blocchi del sistema. Anche in multitasking, sono riuscita a svolgere tutte le operazioni velocemente e con fluidità. A livello di performance, ASUS ZenBook 13 risponde alle esigenze di chi ha bisogno di uno strumento di lavoro funzionale e affidabile. Ma non dobbiamo dimenticare la multimedialità. Questo dispositivo, infatti, si presta in maniera ottimale alla fruizione di contenuti audio e video (sopratutto fuori casa, viste le dimensioni contenute). Questo perchè monta una scheda grafica dedicata (che regge bene anche foto e video editing oltre che il gaming non estremo) e un audio certificato Harman Kardon. Per quanto riguarda l’esperienza visiva, devo riconoscere la bellezza del display NanoEdge con tecnologia wide-view: le cornici sono sottilissime e il rapporto schermo-corpo è del 95%. Concretamente, significa che si può godere appieno dei contenuti multimediali, in modo totalmente immersivo e coinvolgente.

Asus ScreenPad di seconda generazione

ZenBook 13: design e ergonomia

L’estetica è un altro fiore all’occhiello di questo computer portatile. L’alluminio spazzolato conferisce eleganza al device, ma allo stesso tempo dona solidità. Non a caso, quanto a robustezza, ZenBook 13 soddisfa i severi standard militari MIL-STD 810G: resiste agli ambienti più difficili, come altitudini e temperature estreme, così come alle cadute e alle vibrazioni. Da sottolineare, poi, l’esclusiva cerniera ErgoLift che all’apertura completa del notebook (a 145°) fa sollevare la tastiera nella parte posteriore, inclinandola di 3°. Questo intelligente espediente ha sostanzialmente tre vantaggi: permette una digitazione più confortevole sulla tastiera, ottimizza il sistema di raffreddamento grazie a una migliore circolazione dell’aria delle ventole e, non da ultimo, potenzia l’esperienza audio, poiché gli speaker sono posizionati nella parte sottostate della macchina. 

Ho già accennato alle dimensioni contenute di ASUS ZenBook 13. È il più piccolo della famiglia con una lunghezza di 303 mm e una larghezza di 189 mm. Giusto per farti capire meglio, sto parlando delle misure di un foglio A4. Nonostante la compattezza, ho trovato la tastiera molto comoda. Forse chi ha delle mani un po’ grandi può avere qualche difficoltà. Nel mio caso è perfetta, anche per scrivere molte pagine di testo. Ho apprezzato infine la retroilluminazione con tre livelli di intensità che permette di adattare la tastiera alle diverse condizioni di luce e, quindi, di lavorare in condizioni ottimali anche in situazioni di luce scarsa.

Tastiera retroilluminata ASUS

ASUS ZenBook 13 con ScreenPad 2.0: giudizio finale

La valutazione complessiva è sicuramente positiva. A mio avviso è apprezzabile, innanzitutto, l’impegno di ASUS nel voler portare avanti (migliorandola) la nuova modalità di interazione utente-macchina rappresentata dallo ScreePad. Penso che abbia delle indubbie potenzialità, soprattutto per quanto riguarda alcune funzionalità dedicate alla produttività che consentono di svolgere attività in multitasking sfruttando il doppio display. Mi riferisco in particolare alla funzione Number Key (che apre il tastierino numerico) e agli stumenti Doc, Slide e Sheet Xpert che permettono di avere sottomano alcune funzionalità per lavorare rispettivamente su Word, Power Point ed Excel. Per chi volesse è presente anche l’opzione Handwriting per prendere appunti a mano libera. Sempre in ottica business, ho trovato molto utile (e infallibile) lo sblocco del PC tramite riconoscimento del volto grazie a Windows Hello e alla presenza di una camera a infrarossi. Per tutti questi motivi, consiglio ASUS ZenBook 13 a chi ha bisogno di un pc portatile per il lavoro, da sfruttare soprattutto in mobilità (dato il limitato ingombro), senza rinunciare però alla robustezza e allo stile.

Chassis Asus in metallo spazzolato
Sistema di raffreddamento notebook Asus