Monclick Magazine Tempo Libero Tecnologia indossabile: smartwatch e non solo
Tempo Libero

Tecnologia indossabile: smartwatch e non solo

News
03 dicembre 2015 Maria Antonia Frassetti 117

La cosiddetta wearable technology sta prendendo sempre più piede: sono in crescita i dispositivi tecnologici studiati per essere applicati direttamente sul corpo, come se fossero capi da indossare. Tra questi, i più conosciuti sono gli smartwatch, ma il mercato è molto vario.



Il 2015 è stato l’anno della tecnologia indossabile. Il mercato è cresciuto considerevolmente: l’offerta si è diversificata, i prezzi sono diminuiti, l’innovazione tecnologica ha permesso di migliorare le prestazioni. Questi device fungono da veri e propri assistenti personali, sono dei piccoli computer che ci seguono agevolmente nelle nostre attività quotidiane, ad esempio nel lavoro, nello sport, nel tempo libero. I primi prodotti a cui si pensa quando si parla di wearable technology sono gli smartwatch.

Innanzitutto, come funzionano questi “orologi intelligenti”? Niente di più semplice. Basta connetterli allo smartphone via Bluetooth e si possono usare comodamente per effettuare e ricevere chiamate, oppure per visualizzare direttamente sul polso messaggi e mail, o ancora per navigare su internet. Si dividono sostanzialmente in tre grandi categorie a seconda del sistema operativo: Android, WatchOS di Apple e Tizen, il nuovo SO sviluppato da Samsung. Gli smartwatch possono essere impiegati anche come lettori multimediali e più in generale per gestire tutte le applicazioni installate sul cellulare. Questi prodotti hanno conosciuto una rapida evoluzione, non solo a livello delle funzionalità, ma anche dal punto di vista estetico, trasformandosi in accessori sempre più eleganti e di design, del tutto simili a degli orologi veri e propri. 

Smartband, i bracciali per lo sport
Una categoria specifica di smartwatch è rappresentata dalle smartband: si tratta di dispositivi senza display e molto compatti, poiché hanno l’aspetto di un braccialetto, il cui cinturino colorato può essere cambiato a piacere. Questi activity tracker sono specifici per lo sport e stanno letteralmente spopolando tra gli amanti della forma fisica e del fitness. Infatti, grazie a dei particolari sensori, le smartband sono in grado di registrare le nostre attività, calcolando per esempio i km percorsi, i passi, le calorie bruciate, la velocità di corsa e molti altri dati legati all’esercizio motorio che si sta svolgendo.

Navigatori portatili per outdoor
Se invece sei un appassionato di trekking, bicicletta e escursionismo, quello che ti serve è probabilmente un GPS outdoor. Si tratta di un navigatore satellitare da polso dotato di display, in grado di rilevare la tua posizione e di indicarti il percorso da seguire per la destinazione prescelta. Alcuni modelli possiedono anche un altimetro barometrico che rileva l’altitudine alla quale ci si trova. Ovviamente, trattandosi di strumenti che si utilizzano prevalentemente in situazioni climatiche e ambientali estreme, ad esempio in montagna a temperature basse o sotto la pioggia, questi navigatori per le attività all’aria aperta devono essere molto robusti, impermeabili, resistenti alla polvere e agli shock, e avere una buona autonomia.

Questi appena visti sono solo alcuni dei dispositivi wearable attualmente presenti sul mercato e maggiormente diffusi. Considerato il successo avuto, l’industria del settore sta lavorando per studiare non solo nuovi device e campi di applicazione, ma anche nuove app e software per ottimizzare e accrescere le funzionalità dei dispositivi già esistenti. Si aprono, dunque, nuovi scenari e c’è chi, nella tecnologia indossabile e portabile, vede il futuro della tecnologia stessa, sempre più onnipresente nella vita quotidiana.

Condividi
Seguici Su