Monclick Magazine Ufficio Schede PCI USB 3.0: a cosa servono?
Ufficio

Schede PCI USB 3.0: a cosa servono?

Guida all'acquisto
07 dicembre 2015 Monclick 138

Su tutti i nuovi PC desktop e notebook sono ormai presenti le porte USB 3.0. Ma per chi possiede ancora computer dotati del solo standard di comunicazione USB 2.0 è possibile aggiornare il proprio dispositivo e godere appieno di tutti i vantaggi che l'USB 3.0 offre. 



Aggiornare il PC all'USB 3.0
Con l'arrivo dello standard di comunicazione USB 3.0 è stato necessario attrezzarsi di nuove periferiche in grado di supportare questa tecnologia che garantisce un'altissima velocità di trasferimento. Ma l'acquisto di nuovi hard disk USB 3.0, ad esempio, può rivelarsi incompleto se non viene accompagnato da un aggiornamento del proprio PC. In questo caso è sufficiente procurarsi una scheda PCI USB 3.0 da installare sulla scheda madre del proprio computer.

La soluzione in una scheda
La caratteristica dell'USB 3.0 è la grande velocità, dato che assicura una velocità di trasferimento di 4.800 Mbit al secondo e la possibilità di trasportare quindi 600 MB di dati al secondo, cioè 10 volte la velocità dell'USB 2.0. Questa capacità la rende ideale per il trasferimento di grossi file. Si tratta di una tecnologia di comunicazione che mantiene la retrocompatibilità con l'USB 2.0, pertanto chi acquista una nuova periferica USB 3.0 avrà la sicurezza di possedere un dispositivo funzionante con qualsiasi computer.
Per godere però delle massime prestazioni consentite da questa tecnologia è necessario che anche la scheda madre del pc, desktop o notebook, supporti il protocollo USB 3.0, altrimenti l'unità si limiterà alle prestazioni standard USB 2.0. Per rendere fruibile l'USB 3.0 anche per il vostro vecchio PC sarà quindi sufficiente l'innesto sulla piastra madre di un modello di scheda PCI USB 3.0, che può offrire due o tre porte su cui collegare in modo pienamente efficace le periferiche USB 3.0.
 
Condividi
Seguici Su