Monclick Magazine Mobile Quanta memoria ci serve nel tablet? Quali opzioni abbiamo?
Mobile

Quanta memoria ci serve nel tablet? Quali opzioni abbiamo?

Guida all'acquisto
07 dicembre 2014 Monclick 1214

Scopriamo quanta memoria è necessario avere in un tablet, quali possibilità esistono per aumentarla e come si può fare per gestirla al meglio, a seconda dell'utilizzo che si fa del dispositivo.

I tablet non sono tutti uguali: può cambiare il sistema operativo, tra Android, iOS e Windows Phone; possono cambiare le dimensioni dello schermo, generalmente tra 6 e 10 pollici, possono cambiare alcune funzioni specifiche e può cambiare lo spazio disponibile dove mettere applicazioni e file personali.

Lo spazio di archiviazione accessibile è un criterio importante perché ci dice quante applicazioni potremo installare, quanta musica potremo tenere sul dispositivo o quanti video. Prima di tutto è importante però chiarire un dettaglio: lo spazio dichiarato nella descrizione non equivale mai allo spazio disponibile. Un tablet da 16 GB, per esempio, offrirà all'utente circa 12 GB - mediamente - davvero utilizzabili. Quelli mancanti sono occupati dal sistema operativo e dalle applicazioni predefinite, che non si possono togliere. La quantità di spazio "perso" in questo modo è variabile, ma in generale si possono togliere 3,5 GB dal totale. 

Quanto alla scelta, in linea di massima, è auspicabile orientarsi sempre sul tablet con il maggior spazio disponibile secondo le proprie possibilità. Volendo, è possibile comprare un tablet dotato di slot per schede di memoria MicroSD: la si potrà comprare in un secondo momento per aumentare lo spazio disponibile, riducendo allo stesso tempo la spesa iniziale.

Per capire quanto spazio ci serve dobbiamo poi chiederci cosa possiamo tenere online, su uno storage cloud, e cosa invece vogliamo che sia memorizzato sul dispositivo. Su uno spazio come Dropbox o OneDrive, per esempio, possiamo tenere anche decine di gigabyte di dati senza mai scaricare nulla sul dispositivo. Similmente, possiamo usare un servizio come Spotify per la musica, oppure Google Play Movies per guardare film a noleggio. Sul tablet avremo quindi le applicazioni, le fotografie scattate sul tablet stesso (che potremo comunque trasferire online) e tutto quanto decidiamo di salvare sul dispositivo. Questo aspetto è importante perché i dati online, in quanto tali, non sono accessibili se non c'è un collegamento a Internet disponibile via Wi-Fi o 3G.

Buona parte dei tablet in commercio offre 16 GB di memoria. Sono sufficienti per installare decine di applicazioni. Bisogna ricordare che non tutte hanno le stesse dimensioni e che alcune, come certi videogiochi, possono occupare anche due o tre gigabyte. Un modello da 16 GB può comunque ospitare una più che discreta collezione di fotografie e video e lo potremo usare anche per fare un po' di foto e video editing.

Se vogliamo conservare sul tablet anche altri dati, tuttavia, è meglio orientarsi su dimensioni più grandi. Una collezione di fotografie può tranquillamente portare via 3 o 4 GB, o anche di più. I film in HD occupano 2 GB cadauno (o di più) e una collezione musicale può richiedere a sua volta molti gigabyte, anche qualche decina nel caso di quelle più grandi.

Un tablet da 32 GB, in linea di massima, è adatto a soddisfare i bisogni della maggior parte di noi: possiamo tenerci qualche migliaio di fotografie, che saranno sempre disponibili da mostrare a parenti e amici. Ci sarà spazio per qualche applicazione "pesante", come i videogiochi, e per una discreta collezione di video e di musica. Un tablet di questo tipo è adatto per chi vuole portarsi un po' di contenuti in vacanza e si reca in luoghi dove non c'è accesso a Internet.

I consumatori con le più grandi collezioni multimediali, infine, dovrebbero orientarsi su un tablet con ancora più memoria: i modelli da 64 e 128 GB non sono esattamente all'ordine del giorno, ma si trovano in commercio. Con tanta memoria a disposizione possiamo trasferire nel tablet enormi collezioni multimediali, tenerci installate centinaia di applicazioni, con la tranquillità che i dati saranno sempre accessibili anche senza Internet. Da notare, comunque, che alcune app semplicemente non funzionano senza Internet e questo vale anche per certi giochi.

Condividi
Seguici Su