Monclick Magazine Mobile Fotografare con lo smartphone: quanti megapixel servono e quali sono gli altri aspetti importanti
Mobile

Fotografare con lo smartphone: quanti megapixel servono e quali sono gli altri aspetti importanti

Guida all'acquisto
06 dicembre 2015 monclick 1566

Come scegliere il telefono cellulare giusto per realizzare fotografie di qualità? Le caratteristiche della fotocamera integrata sono importanti, ma non è tutto. Vediamo insieme cosa bisogna prendere in considerazione per non sbagliare modello.



Sei al ristorante e la prima cosa che fai è fotografare con lo smartphone il piatto che ti hanno appena servito? Stai facendo un'escursione in montagna e immortali il panorama usando il cellulare? Oppure, sei uno di quelli per i quali tutte le occasioni sono buone per scattare foto ricordo di sé e dei propri amici o familiari? Che si tratti di food photography, selfie o panoselfie (l'evoluzione panoramica dei selfie), ormai è evidente che lo smartphone non è più un prodotto che si usa esclusivamente per telefonare. Anzi, nella maggior parte dei casi, è un supporto multimediale funzionale a scattare foto e registrare video, da pubblicare poi sui social network o da condividere con parenti e amici.

Anche perché che sia uno smartphone o un phablet, l'abbiamo sempre a portata di mano, quindi è l'accessorio perfetto per scattare foto ricordo o improvvisare video, senza bisogno di portarsi dietro una fotocamera compatta o peggio ancora un'ingombrante reflex. Ovviamente queste ultime quasi sempre garantiscono scatti di qualità superiore, soprattutto con le regolazioni manuali. Chi però non ha nozioni di fotografia e userebbe comunque un'automatica, in genere, è soddisfatto di quello che riesce a ottenere con la fotocamera integrata nello smartphone.

Inoltre, fino a quando si scatta in buone condizioni di luce e lo scopo è solo documentare un viaggio o un momento personale, senza necessità di stampe in grandissimo formato, i limiti del sensore minuscolo o dei relativamente pochi Mpixel contano poco.

La qualità delle immagini che si riesce a catturare con lo smartphone, però, cambia a seconda della dotazione integrata, e in particolare del sensore, dello stabilizzatore d'immagine, del Flash LED, dei software a corredo, che permettono di ottenere immagini con colori più o meno fedeli in ogni condizione di luce.

La maggior parte degli utenti attenti alla qualità fotografica dello smartphone va alla ricerca del megapixel più alto: attualmente il range è compreso fra valori minimi di 5 a massimi di 20, a seconda dei modelli. Tuttavia, il numero di megapixel non è un diretto indice di qualità delle fotocamere: è vero che a un numero più elevato di pixel corrisponde in linea teorica una risoluzione maggiore. Tuttavia, l'apertura del diaframma, la sua luminosità e i software di gestione dell'immagine giocano un ruolo fondamentale.

Se ci tenete a scattare foto di qualità sarà bene controllare anche la presenza di un software di stabilizzazione dell'immagine, che è quello che vi permette di ottenere immagini perfettamente a fuoco, anche se il soggetto è in movimento e se la posizione che avete adottato non vi permette una presa perfettamente ferma sul telefono.

In secondo luogo troverete spesso la dicitura "f/" seguita da un numero: indica l'apertura di diaframma e in una fotocamera è il parametro che permette di capire se le foto scattate al buio saranno più o meno nitide, quindi più o meno di qualità. Il valore va di pari passo con la presenza o meno del flash LED, che può compensare la carenza di luce.

Infine, il software: i prodotti più raffinati hanno preinstallati software di gestione che sono lungi da quelli delle fotocamere professionali, ma permettono una minima possibilità di intervento sulle regolazioni elementari, come ad esempio la sensibilità ISO, che è un parametro con cui prendere dimestichezza: alzandola manualmente si riescono a ottenere foto di discreta qualità anche in condizione di luce ambientale scarsa, altrimenti sarà decisamente più difficile.
In ultimo, anche se l'aspetto è meno legato alla fotocamera, non è una cattiva idea prestare attenzione alla possibilità di espandere lo spazio di archiviazione con una scheda microSD: più è alta la qualità delle immagini, più spazio occupano.

Condividi
Seguici Su