Monclick Magazine Casa e Benessere Cos'è un PC All in One e a chi serve
Casa e Benessere

Cos'è un PC All in One e a chi serve

Guida all'acquisto
03 dicembre 2015 Monclick 2152

Sono computer dal design sofisticato e moderno. Aiutano a risparmiare spazio e sempre più si vedono nelle case o negli uffici. Scopriamoli più da vicino. 

Nati diversi anni fa, i computer all in one sono tornati alla ribalta nell'ultimo biennio per far fronte alle esigenze delle molte famiglie che vogliono un computer bello da vedere, da tenere in salotto o da usare in altri ambienti domestici come la cucina, magari per guardare la TV e consultare le ricette online, più che per la produttività personale.

Tecnicamente si tratta di PC all-in-one con schermo touchscreen, che dietro al pannello installano tutti i componenti del sistema, dal processore al disco fisso. Non serve quindi una scrivania per appoggiarli, non ci sono cavi in giro e volendo si può spesso appenderli alla parete.

I componenti quasi sempre sono quelli per notebook. Abbiamo, quindi, PC all-in-one con processori Intel, dischi fissi ultrasottili o unità SSD, per tagliare lo spessore e la necessità di un sistema di raffreddamento voluminoso e rumoroso. In più rispetto ad un notebook offrono un'area di visualizzazione maggiore, grazie a schermi dai 20 pollici in su, che può essere sfruttata sia con mouse e tastiera esterni, sia con il touchscreen. Questo è soprattutto importante nei PC all-in-one con Windows 8.

Quello Microsoft, tuttavia, non è l'unico sistema tipico di questa categoria di prodotti. Molti produttori hanno a listino anche modelli di PC all-in-one Android con SoC Nvidia Tegra, che a ben vedere sono più tablet grandi che desktop all in one nel senso stretto del termine.

L'uso che se ne fa in ambito domestico comunque è lo stesso: riprodurre contenuti multimediali per tutta la famiglia, navigare online o al posto della TV sfruttando servizi web o tramite un sintonizzatore.

Non mancano i modelli a indirizzo professionale, che è possibile trovare nei luoghi pubblici per la consultazione di contenuti o per caricare foto da scaricare, e negli uffici. In questi casi la scelta si restringe a PC all-in-one con sistema operativo Windows e pesano sul prezzo il corredo per la sicurezza e le condizioni di garanzia e assistenza in genere migliori.

La chiave vincente però è quella domestica, anche se è da sottolineare che non ci sono modelli che nascono per sostituire un computer da gioco. Sono piuttosto dei PC per l'intrattenimento multimediale e in generale la fruizione di contenuti.

La connettività però è quella tipica di un computer, con tutti i connettori disposti lungo i lati, dove in genere si trova anche l'unità ottica montata in verticale. Nei modelli più sofisticati ci sono soluzioni di design interessanti, come la possibilità di reclinare il display fino a disporlo orizzontalmente rispetto al piano d'appoggio, o addirittura staccarlo dal piedistallo, per un uso per esempio come tablet, con la batteria integrata che permette di spostare il prodotto da una stanza all'altra della casa senza spegnerlo.

A fare la differenza in questo genere di prodotti spesso sono appunto il design, il cui gusto è soggettivo, e la flessibilità d'uso. A voi la scelta: se volete un computer/TV/sistema di intrattenimento per la stanza dei bambini o per la cucina l'all-in-one può essere la scelta giusta, esteticamente più accattivante di un desktop tradizionale.

Condividi
Seguici Su