Monclick Magazine Audio e Video Mini proiettori tascabili, immagini grandi ovunque
Audio e Video

Mini proiettori tascabili, immagini grandi ovunque

Guida all'acquisto
28 novembre 2015 Monclick 2238

Scopri i mini proiettori tascabili, video e presentazioni ovunque con la comodità pocket.



Proiettare dovunque


La possibilità di portare in giro facilmente uno strumento con cui poter proiettare film, presentazioni e fotografie fa molto comodo. Una volta i soli proiettori disponibili non erano proprio indicati per un agevole trasporto, oggi invece con la comparsa dei mini videoproiettori tascabili tutto è cambiato, e ci si può portare un vero videoproiettore in tasca, letteralmente.

Tascabili davvero

Una volta i proiettori considerati "portatili" si aggiravano sui dodici chili d'ingombro, oggi invece i videoproiettori portatili sono sempre più piccoli, comodi da portare dentro una valigetta ventiquattrore o nelle tasche dei pantaloni, il che li rende ideali sia per lavoro che per lo svago. Tra l'altro, a differenza dei loro "fratelli maggiori", i mini videoproiettori tascabili hanno spesso piccoli altoparlanti integrati e a volte anche uscite audio per il collegamento di casse esterne. Naturalmente le ridotte dimensioni comportano anche prestazioni ridotte rispetto ai videoproiettori tradizionali. Non tutti i mini videoproiettori tascabili sono uguali e offrono identiche prestazioni. Possono variare in termini di dimensioni, luminosità, risoluzione e connettività, per questo bisogna sapere come orientarsi per l'acquisto.

I requisiti che fanno per te

Per un videoproiettore normale non è necessario che la luminosità sia la massima possibile, ma per i mini videoproiettori tascabili il discorso è diverso e più la luminosità è alta, meglio è. Per i mini videoproiettori una buona luminosità è considerabile dai 10 lumen in su.
Il contrasto è il rapporto tra la luminosità delle aree chiare e quelle più scure, ed è un fattore che influisce sulla percezione della qualità delle immagini. Tuttavia per dispositivi così piccoli questo è un valore che non è davvero indicativo sulla qualità di un videoproiettore tascabile. Molto più utile considerare invece il tipo di risoluzione che si desidera avere. Per questo bisogna considerare la risoluzione nativa del proiettore, ossia il numero di pixel fisici presenti nel chip display del dispositivo. Non trascurate nemmeno il tipo di formato supportato: se ad esempio vi basta un'immagine in 4:3 o desiderate un proiettore che riproduca in 16:9 per immagini più "cinematografiche".
Infine considerate le possibilità di collegamento del dispositivo. Molti mini videoproiettori offrono l'ingresso VGA per il pc e ingresso per il video composito.
Condividi
Seguici Su