Monclick Magazine Ufficio Memorie RAM: quali sono le differenze tra DDR2, DDR3 e gli altri standard
Ufficio

Memorie RAM: quali sono le differenze tra DDR2, DDR3 e gli altri standard

Guida all'acquisto
26 novembre 2015 Monclick 2245

RAM - Random Access Memory - quei lunghi e misteriosi rettangoli all'interno del PC: vediamo cosa sono e quante tipologie esistono



Esistono diversi standard di memorie RAM. La RAM -  Random Access Memory - è la memoria che permette al sistema di funzionare. All'interno di essa transitano i dati calcolati dal microprocessore ma non solo, dato che può essere sfruttata per far interagire diversi componenti all'interno dei PC.

È una parte fondamentale del computer - senza il PC non funziona - e si installa in alcuni slot sulle motherboard. Le memorie RAM sono a moduli, ossia si presentano visivamente come dei lunghi rettangoli. Dopo anni in cui l'industria ha assistito all'esistenza di diversi standard di memoria, da diverso tempo ormai hanno preso piede le DDR, acronimo di Double Data Rate.

Le prime memorie DDR operavano fino a 400 MHz, anche se alcuni produttori si spinsero fino a 600 MHz. Le velocità di trasferimento erano pari a 400 e 600 MT/s rispettivamente, mentre la tensione di funzionamento era pari a 2,5 volt.

Poi arrivarono le memorie DDR2, nel 2003, contraddistinte non solo da una maggiore velocità nel trasferimento di dati da e verso i processori - fino a 1200 MT/s - ma anche da una minore tensione operativa, pari a 1,8 volt, anche se diverse soluzioni operavano a tensione maggiore. Queste memorie non erano retrocompatibili con le DDR, in quanto avevano 240 pin contro i 184 pin del precedente standard. Attualmente la quasi totalità dei computer supporta le DDR3.

Il beneficio principale di questo standard rispetto alle DDR2 è che le schede sono in grado di trasferire dati ad una velocità doppia. Le memorie più veloci operano ad una frequenza di 3000 MHz e hanno una tensione operativa di 1,65 volt. Esistono anche delle memorie chiamate DDR3L, che hanno frequenze inferiori ma che sono in grado di consumare meno, 1,35 volt.

Parallelamente all'incremento di velocità, ecco anche l'aumento della capacità per modulo. Oggi lo standard di fatto per un computer è almeno 4 GB, ma chi gioca può necessitare di almeno 8 GB. Nei prossimi anni prenderanno piede le DDR4, supportate per la prima volta dalla piattaforma Intel Haswell-E.

Si tratta di soluzioni che assicurano ancora maggiore velocità (esistono DDR4 da 3200 e 3300 MHz) e consumi inferiori - 1,2 volt - rispetto alle DDR3. Queste memorie sono del tutto incompatibili con le piattaforme DDR3, quindi sono da acquistare solo se il computer le supporta.

Condividi
Seguici Su