Monclick Magazine Casa e Benessere Liguria: terra e mare si uniscono in cucina
Casa e Benessere

Liguria: terra e mare si uniscono in cucina

News
29 agosto 2016 Giulia Dalessandro 242

La Liguria celebra la cucina mediterranea, portando a tavola piatti tipici semplici, leggeri e facili da preparare. Basta avere gli elettrodomestici giusti.



La Liguria, in cima alla classifica con ben 25 bandiere blu - due in più rispetto al 2015 - per la bellezza di spiagge e fondali, ma anche per l’impegno ambientale con territori come le Cinque Terre, patrimonio UNESCO, in cucina unisce tutto ciò che è il suo territorio. Sapori dell’entroterra si fondono alle tradizioni del mare, è una regione pervasa e impregnata di profumo di basilico, focaccia appena sfornata, acciughe e gamberi appena pescati.

Sua maestà il pesto
I prodotti tipici liguri sono abbastanza poveri, ci sono erbe aromatiche come basilico, maggiorana, timo e borragine che crescono spontaneamente e fanno da cornice a tutti i piatti regionali. 
Fra tutte le erbe, a dominare è sicuramente il basilico, che con olio, aglio, formaggio e pinoli, diventa sua maestà il pesto che accompagna trofie, lasagne, gnocchi e trenette per primi piatti veloci e gustosi. 
Per preparare il vero pesto gli ingredienti DOP sono fondamentali: il basilico deve essere di prima scelta, come quello di Prà, nel genovese, con foglie molto piccole e con un gusto non troppo forte; l’olio rigorosamente extra vergine d’oliva e realizzato a chilometro zero, parmigiano, una manciata di pinoli e due spicchi d’aglio. Perché il nome “pesto”? Perché per prepararlo si pestano gli ingredienti nel mortaio di marmo, ma per risparmiare tempo, è più facile utilizzare un frullatore o un miniper come questo:
 
Braun Minipimer MQ5177BK
Grazie al suo potente motore da 750W il minipimer Braun consente di lavorare efficacemente e in meno tempo, grazie anche a un sistema di regolazione di 21 velocità variabili con una sola mano senza interrompere la lavorazione.
Inoltre, con la tecnologia PowerBell è possibile lavorare gli ingredienti e ottenere risultati sempre perfetti. Nel pratico bicchiere da 600ml, adatto a creare un profumatissimo pesto, grazie a tutti gli accessori EasyClick, è anche possibile montare a neve con la frusta a filo, lavorare patate con l’accessorio purè, sminuzzare, affettare e grattugiare con il food processor.
Focaccia genovese o focaccia di Recco?  
In Liguria è sempre il momento giusto per gustare la focaccia, uno dei simboli gastronomici della regione. È un piatto povero fatto con farina di grano tenero, acqua, sale, lievito di birra e molto, molto olio. La focaccia classica viene poi arricchita con diversi ingredienti che la rendono ancora più buona; la versione più nota è quella della focaccia di Recco, ricoperta di crescenza, ma anche versioni con le patate tagliate sottili o con il rosmarino o le olive snocciolate. Il segreto è sia nell’impasto che nella doratura, per questo utilizzare gli strumenti adatti può semplificare il lavoro e rendere il risultato ancora più gustoso.
 
 
Impastatrice KMC050 Kenwood
Versatile, potente e veloce: sono le caratteristiche principali della kitchen machine Kenwood. Ottenere ottimi risultati è facile: impasta, grattugia, schiaccia, affetta, macina, mescola, spreme.
La struttura in metallo con testa “pop-up” sollevabile permette di rimuovere la ciotola in acciaio inox spazzolato da 6,7 litri e sostituire i vari accessori.
Il sistema di miscelazione su due diversi movimenti rotatori eseguite dalla frusta K è quello che viene definito “movimento planetario”: questo consente di ricondurre l’impasto sempre al centro della ciotola permettendo di amalgamare e impastare al meglio gli ingredienti.
Forno Electrolux PlusSteam EOB3414AOX
Il nuovo forno PlusSteam di Electrolux utilizza la tecnologia del vapore per creare croste croccanti e interni soffici e deliziosi.
Grazie alla ventilazione interna UltraFanPlus, inoltre, è possibile cucinare in modo potente, ma soprattutto uniforme.
Con la speciale funzione cottura pizza sarà facile ottenere una gustosa e soffice focaccia fatta in casa con bordi e fondo croccante, grazie anche al potente grill a doppio circuito.
Questo forno consente di cuocere più piatti contemporaneamente grazie a un vano XXL e una teglia InfiSpace, 25% più grande rispetto alle normali teglie.
Con estetica inox antimpronta non sono è bello da vedere, ma anche facile da pulire.

Mare, profumo di mare 
Anche il mare racconta le tradizioni di questa regione e porta con sé storie di marinai e navigatori che spingono piccole barche di legno in zone di pesca di pesce azzurro, come alici e acciughe, e di crostacei come il gambero rosso imperiale di Santa Margherita.
Le acciughe prendono la rivincita a tavola, guadagnando spazio nei menù come “Pan do ma”, ovvero pane del mare, come viene chiamato dai pescatori e dalla gente del luogo. Diventano anche le regine di sagre della riviera, come a Camogli nella Sagra del pesce e a Monterosso in occasione della Sagra dell’acciuga fritta.
Dalla regina del pesce azzurro al gioiello della pesca ligure, il gambero imperiale pescato nel mar di Levante è una delizia per il palato di tutti coloro che frequentano osterie, trattorie, ristoranti e localini sulle rive liguri.
Pesce, molluschi, crostacei, si sa, hanno bisogno di particolari attenzioni durante la preparazione. I piani cottura a induzione possono controllare con precisione le temperature e aiutare a creare piatti deliziosi in meno tempo.
 
Piano cottura Candy CI 640 CBA/1
L’induzione semplifica il processo di riscaldamento, grazie anche all’uso di pentole adatte per piani a induzione, il calore si adatta subito alle dimensioni dei tegami per garantire un ottimo risultato. Ciò consente anche di regolare la temperatura con attenzione in base a ciò che si sta cucinando e si può passare in un attimo dalla cottura a fuoco lento alla rosolatura.
Elegante, in vetroceramica nera, le zone di cottura sono quattro: due zone dal diametro di 180 mm (1,4 kW) e due zone di 180mm (2,0 kW).
Facile da pulire, è dotato anche di timer per programmare lo spegnimento di una zona di cottura.


Leggi anche "Viaggi e sapori di Puglia, cosa resta tornando a casa"
Condividi
Seguici Su