Monclick Magazine Casa e Benessere Eco...che? Ecobonus, cos'è questa strana parola
Casa e Benessere

Eco...che? Ecobonus, cos'è questa strana parola

News
12 gennaio 2016 Giulia Dalessandro 201

Il Bonus arredi è stato prorogato fino a fine 2016: c'è tempo fino al 31 dicembre per gli acquisti ecologici di elettrodomestici



Risparmiare si può, basta solo investire. A combattere contro le bollette di luce e gas ci pensano gli elettrodomestici “intelligenti” ed ecologici, anche se più costosi. Il principio è uno solo: più alta è la classe energetica, meno salata sarà la bolletta e bye bye sprechi di energia e di denaro.

Scegli i tuoi elettrodomestici per usufruire del Bonus Arredi

Frigoriferi, lavatrici, condizionatori sono alcuni dei tanti acquisti che entrano nel piano di riqualificazione energetica e consentono di usufruire di una detrazione dalla dichiarazione dei redditi del 50%.

C’è tempo fino al 31 dicembre 2016 per continuare ad acquistare elettrodomestici per la casa che stai riqualificando. Il Decreto Ecobonus consente di recuperare, in dieci anni e con dieci rate di pari importo, la metà della spesa sostenuta entro un massimo di 10.000 €.

Gli acquisti devono essere obbligatoriamente “eco”, quindi la classe energetica dei grandi elettrodomestici deve essere sempre superiore alla A+, ad eccezione dei forni che possono essere anche solo di classe A.

Possono essere detraibili anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, purché siano state sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire del bonus, quindi bonifico o carte di credito, perciò è importante conservare fatture e ricevute fiscali.
 
Ma vediamo quali categorie di elettrodomestici entrano nel cerchio dei “privilegiati”: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

L’Ecobonus non solo consente di recuperare metà della spesa, ma aiuta a ridurre i consumi energetici delle abitazioni, rendendo le bollette più leggere e con un ulteriore attenzione alle piccole abitudini quotidiane si ottiene un risparmio energetico ancora più alto.
Condividi
Seguici Su