Monclick Magazine Ufficio Come allungare la durata della batteria del notebook
Ufficio

Come allungare la durata della batteria del notebook

Guida all'acquisto
25 novembre 2015 Monclick 105

Dover correre alla ricerca di un alimentatore per il notebook perchè sta spegnersi - in genere proprio al momento meno opportuno - è davvero fastidioso. Ecco alcuni semplici consigli per allungare la durata della batteria di notebook ed altri dispositivi. 

Batterie, resistenti ma non troppo

La caratteristica peculiare dei notebook consiste nella loro compattezza che li rende ideali per un utilizzo fuori casa e senza allacciamenti alla rete elettrica grazie alla batteria. Proprio l'autonomia della batteria dei portatili è però molto spesso appena sufficiente per garantire le prestazioni dei computer per un paio di ore al massimo. A fronte di un potenziamento notevole dell'hardware, negli anni non si è avuto un corrispondente avanzamento della tecnologia delle batterie dei notebook. Se quindi da un lato si è riuscito a produrre batterie più potenti, questa potenza è spesso richiesta per far funzionare un hardware che assorbe sempre più energia, annullando di fatto qualsiasi progresso nell'autonomia della batteria. Come allungare dunque l'autonomia e la vita della batteria di un pc portatile? E' necessario un po' di buonsenso, e qualche trucchetto.

Cominciare bene

Il primo passo per offrire alla batteria dei portatili una vita lunga inizia proprio con l'acquisto del pc. Solitamente i computer nuovi hanno una batteria carica solo per il 3% circa. Il consiglio del produttore è quello di mettere subito in carica la batteria per almeno 12 ore, ma in realtà la cosa migliore è quella di tenere acceso il pc con la batteria in modo da scaricarla completamente e solo successivamente metterla in carica. Successivamente adottate delle piccole precauzioni per allungare la vita della batteria. Ad esempio, evitate sempre di surriscaldare il pc, lavorando vicino a fonti di calore o sotto il sole, perché la batteria reagisce subito e negativamente al calore. Evitate poi di lasciare la batteria scarica sotto al 5% per troppo tempo, perché in questo modo si può compromettere la sua efficienza. Infine, se lavorate a lungo col vostro portatile collegato alla rete elettrica, togliete la batteria e conservatela in un luogo fresco e asciutto affinché si conservi al meglio.

Piccoli preziosi trucchi

Ma come allungare la durata della batteria mentre si lavora in giro, senza il collegamento alla rete elettrica? Durante l'uso a batteria prendete sempre la buona abitudine di chiudere i programmi in esecuzione che non sono strettamente necessari. Ci sono anche alcune operazioni nascoste che possono tenere il processore in azione inutilmente, per scoprire a quale applicazione potete rinunciare aprite il Task Manager e controllate. Allo stesso modo potete disattivare di volta in volta parti del pc che non utilizzate in quel momento ma che assorbono energia, ad esempio il connettore wi-fi o la porta bluetooth, ma anche la porta infrarossi e la webcam. Tenete poi a mente che si risparmia energia della batteria anche usando le cuffie per il suono, invece che gli speaker. Alcuni produttori installano sui propri modelli un software che controlla la velocità del processore in base ai profili di energia impostati. Controllate quindi se il vostro pc ne ha in dotazione uno e scegliete il profilo energetico che vi consente il maggior risparmio energetico.
Condividi
Seguici Su