Monclick Magazine Casa e Benessere Come scegliere il rasoio giusto
Casa e Benessere

Come scegliere il rasoio giusto

Guida all'acquisto
09 marzo 2016 Massimo Cotugno 377

Desideri acquistare un rasoio elettrico ma non sai proprio quale scegliere? Scopri le 4 caratteristiche da tenere in considerazione 



Acquistare il prodotto giusto non è facile. Bisogna prima riflettere su quale sia la vostra esigenza. I modelli sul mercato sono numerosi e sempre più specifici, il prezzo varia dai 20 ai 300 euro, andando a coprire tutte le fasce.

Dai un'occhiata ai prezzi dei nostri rasoi elettrici 

Prima di tutto, essendo un’esperienza che proverete letteralmente sulla vostra pelle, consigliamo di evitare marche sconosciute che hanno come solo risultato quello di irritare la cute o addirittura strappare i peli. Affidatevi piuttosto a marchi quali Philips, Braun, Remington, Rowenta o Panasonic, solo per citarne alcuni.
Non tutti i rasoi elettrici, poi, sono uguali: esistono infatti almeno tre tipologie principali e l’autonomia delle loro batterie può essere determinante nella scelta.
Ma andiamo per ordine.

  • Rasoio elettrico a testine, a Lamina o a Motore Lineare Sonico
Forse il sistema più diffuso, in uso soprattutto tra i modelli della casa Philips, si distingue per la sua comodità e per la sua “adattabilità”: il rasoio a testine è infatti progettato per adeguarsi a qualunque rasatura e quelli più moderni presentano parti snodabili che seguono perfettamente sporgenze e lineamenti del viso. C’è poi il rasoio elettrico a Lamina, che garantisce una rasatura profonda già alla prima passata, ma potrebbe risultare meno ergonomico del modello a testine. Infine abbiamo il rasoio Elettrico a Motore Lineare Sonico, che si basa su una tecnologia avanzata in grado di produrre migliaia di micro-pulsazioni per catturare e tagliare anche i peli più corti. Quest’ultimo modello è decisamente fra i più cari, ma porta la rasatura a un altro livello.
 
  • Maneggevolezza ed ergonomia
Trattandosi di un oggetto che userete spesso, dovrete tenere conto anche di questo aspetto. Il rasoio deve essere leggero e garantire il massimo confort nell’utilizzo, in modo da non affaticarvi mentre tentate di radere i tratti più difficili del viso. La precisione è tutto in queste operazioni e il giusto materiale o il design adatto possono davvero fare la differenza. Non a caso sono i prodotti di fascia più alta a considerare questi fattori nella loro costruzione.
 
  • Autonomia
Quante volte vi siete trovati nel bagno di un aeroporto o di un albergo con il vostro rasoio elettrico e a metà dell’opera vi ha abbondato lasciandovi simile a DueFacce, il famoso nemico di Batman? Questo perché non avete tenuto in considerazione il fattore batteria. L’autonomia di un rasoio è infatti uno dei principali elementi di distinzione tra un modello entry-level e un top di gamma. I prodotti più evoluti sono infatti forniti di batterie al litio che offrono un’autonomia maggiore e tempi di ricarica ridotti, che variano da 1 a 3 ore.
 
  • Accessori
Alcuni rasoi presentano nella confezione un set di accessori, guai a sottovalutarne l’importanza. Ogni volta che si utilizza il rasoio, bisognerebbe pulirlo dai peli residui. Ecco che entra in gioco la spazzola che solitamente è fornita nella dotazione, ma non sempre è disponibile, specialmente nei modelli di fascia bassa. Altri accessori potrebbero facilitarti l’uso di questi modelli: la custodia da viaggio, per introdurlo comodamente nel tuo bagaglio a mano, o il coperchietto da applicare sopra le testine come protezione. Infine, la presenza di una base per la ricarica del proprio rasoio può fare la differenza nel momento della scelta del prodotto.
 
Condividi
Seguici Su