Monclick Magazine Ufficio Come scegliere l'Hard Disk: interno, SSD o esterno
Ufficio

Come scegliere l'Hard Disk: interno, SSD o esterno

Guida all'acquisto
11 dicembre 2015 Monclick 1780

L'unica cosa che sai è che hai bisogno di spazio per i tuoi dati. Ora, però, devi capire quale dispositivo di archiviazione prediligere. Ecco la nostra guida alla scelta degli hard disk. 

L'hard disk è il componente che permette di archiviare informazioni come foto, video e dati di un computer. Può essere interno oppure esterno. L'hard disk interno è quello che s'inserisce dentro al computer, sia esso un PC Desktop o un notebook, mentre l'hard disk esterno si collega ai computer principalmente tramite la porta USB.

Gli hard disk interni attualmente in vendita si connettono tramite interfaccia SATA (Serial ATA), caratterizzata da un cavo sottile piatto. Per quanto riguarda le dimensioni, è possibile distinguere tra hard disk interni da 2,5 pollici e hard disk interni da 3,5 pollici. Entrambi possono avere una capacità elevata: i modelli più recenti sono hard disk con capacità superiore a 10 TB, anche se in commercio esistono soprattutto HDD da 2TB, 3TB e 4 TB. 

Non tutti gli hard disk hanno la stessa velocità di rotazione: quelli più comuni sono HDD 5400 RPM, 5900 RPM o 7200 RPM (giri al minuto). Le prime due velocità indicano prodotti a basse prestazioni ma che, allo stesso tempo, consumano meno. La velocità di 7200 RPM è la più alta per un classico hard disk tradizionale, anche se per i gamer ci sono HDD 10.000 RPM. In ambito server, invece, esistono hard disk 15.000 RPM.

Si possono inoltre trovare hard disk ibridi (SSHD), che in un unico prodotto integrano sia i piatti magnetici tipici degli hard disk che la memoria degli SSD. Queste soluzioni sono più veloci degli hard disk, per via della memoria in cui sono archiviati i file più usati di frequente, e allo stesso tempo sono capienti. Si trovano principalmente nei portatili e assicurano una buona reattività.

I consumi di un hard disk sono generalmente bassi, pochi watt, e non sono certo un problema all'interno di un computer, anche se l'hard disk consuma di più di un SSD, un componente molto più veloce che permette al PC di accendersi più in fretta, mentre i programmi si aprono in molto meno tempo.

L'hard disk interno è sufficientemente veloce per gestire qualsiasi operazione, anche se oggigiorno è sempre più indicato per meri compiti di archiviazione. L'hard disk esterno ha tutte le caratteristiche di quello interno, ma permette di spostare un gran numero di file da un computer all'altro con estrema facilità.

I più diffusi sono gli HDD esterni con interfaccia USB, ma ci sono anche hard disk esterni Thunderbolt. Quest'ultima è al momento l'interfaccia più veloce di tutte ed è pensata principalmente per il mercato professionale dove sono numerosi i dispositivi esterni con molti dischi che necessitano di alte velocità di trasferimento.

Attualmente la scelta dell'hard disk, sia esso interno o esterno, deve concentrarsi maggiormente sulla capacità più che sulla velocità. Un buon compromesso è quello dei 3 TB, che offrono molto spazio per file, musica e video. Inoltre, sarebbe meglio optare per hard disk interni con interfaccia SATA e hard disk esterni con interfaccia USB 3.0. Infine, potrebbe essere importante avere un hard disk con tecnologie di sicurezza come la codifica dei dati, in modo da mantenere le vostre informazioni al sicuro.

 

Condividi
Seguici Su