Monclick Magazine Ufficio Come scegliere la dimensione del monitor
Ufficio

Come scegliere la dimensione del monitor

Guida all'acquisto
04 dicembre 2015 Monclick 5149

Per scegliere un monitor, è importante valutare anche la dimensione. In questo caso, ci deve guidare il luogo in cui sarà posizionato, ma anche l’utilizzo che si intende farne.

I monitor per PC sono diventanti sempre più grandi con il passare degli anni, complici soprattutto le nuove tecnologie e i costi di produzione in ribasso, che permettono oggi di acquistare un monitor di grandi dimensioni e buona qualità a poche centinaia di euro. I tempi in cui la normalità era avere sulla scrivania un monitor da 14", e solo i veri appassionati investivano soldi in modelli più grandi, sono ormai un ricordo del passato.

Oggi è ancora possibile acquistare monitor di piccole dimensioni, ma la normalità è rappresentata dai modelli da 21 e 23 pollici. Se non avete problemi di spazio, e volete un monitor per un uso classico del PC, quindi per internet, posta elettronica, applicazioni da ufficio ma anche videogiochi, un modello da 23 pollici è quello che dovreste scegliere. È quello che offre il miglior rapporto tra dimensione, prezzo e, di conseguenza, ergonomia d'uso. Acquistare un modello più piccolo ha senso solo se avete problemi di spazio.

Chi dovrebbe acquistare un modello più grande? Dai 23" si passa ai monitor 27", differenza che si vede. Se avete spazio a sufficienza sulla scrivania, e la spesa aggiuntiva non è un problema, allora scegliete un modello da 27 pollici.

Uno schermo più grande non significa avere più spazio fisico sul desktop del computer, poiché la risoluzione è sempre la stessa sulla maggior parte dei modelli oggi in commercio. Significa però che vedrete immagini più grandi, quindi sarà più semplice consultare le mail o usare applicazioni di produttività. Con un modello da 27" potreste tenere uno zoom minore in excel, per esempio, visualizzazione più elementi a schermo, o due documenti word affiancati. Se siete dei videogiocatori, l'immersione nell'ambiente videoludico sarà migliore. Se inoltre volete usarlo per attività grafiche o di progettazione, più grande sarà lo schermo, meglio lavorerete. Per chi ama invece guardare i film, sono consigliati i monitor tv che, oltre ad avere uno schermo più grande e certamente più appagante, sono compatibili appunto con i pc.

Il monitor è un componente per cui vale la regola "più è grande, meglio è". Però c'è un limite oltre cui non dovreste andare, ed è proprio quello dei 27"/28". Per un'installazione tipica su una scrivania, considerando le dimensioni dei ripiani, un monitor si troverà a una distanza media dai vostri occhi di circa 50 cm, senza superare, praticamente mai, il metro. Un monitor di dimensioni superiori, a questa distanza, potrebbe diventare fastidioso per la vista.

Quindi, riassumendo in pochi e semplici consigli. Puntate sempre su un modello da 23", che offre un buon rapporto tra costo, dimensione ed ergonomia d'uso, ma se avete spazio a sufficienza e il prezzo non è un ostacolo, scegliete un modello da 27".

Condividi
Seguici Su