Monclick Magazine Audio e Video Come costruire un impianto hi-fi per la casa
Audio e Video

Come costruire un impianto hi-fi per la casa

Guida all'acquisto
30 novembre 2016 Danilo Pagnin 2395

Se ti piace ascoltare la musica con qualità e desideri acquistare un impianto hi-fi per la casa, ti guideremo a scegliere il componente giusto partendo dal centro di tutto: l'amplificatore.

Non è necessario essere degli audiofili esperti per costruire un impianto hifi per la propria casa degno di questo nome. E' sufficiente conoscere alcune nozioni di base per comporre al meglio il proprio sistema. Con la nostra guida impararete a conoscere tutti i componenti necessari e le loro caratteristiche principali.

Amplificatore e sintoamplificatore
E' la base di qualunque sistema hi fi, il componente intorno al quale prende forma l'intero impianto stereo. Deve anzitutto avere una potenza adeguata all'ambiente in cui dovrà essere collocato e all'uso a cui è principalmente destinato: per un uso domestico e una stanza d'appartamento di medie dimensioni (tra i 20 e i 30 mq), potrà andare bene un amplificatore a due canali stereo a partire da 60W (30+30) di potenza. Se dovete installarlo in ambienti più grandi (e non avete problemi con il vicinato...), oppure per un uso all'interno di taverne, bar e locali, è meglio scegliere un amplificatore di potenza più elevata, cioè con almeno 40/50W per canale, quindi occorre un amplificatore dagli 80W in su. Va ricordato, in ogni caso, che la potenza totale massima non sarà praticamente mai utilizzata, ma è un indicatore indispensabile per decidere l’acquisto. Inoltre, in linea di massima, più elevata è la potenza di un amplificatore, migliore sarà la qualità del suono anche a volumi bassi.
Un’altra caratteristica ormai presente su molti amplificatori e sintoamplificatori è la presenza di una porta USB, per poter ascoltare musica in formato digitale archiviata su supporti mobili (chiavette USB, hard disk, ecc.).

Scegli l'hi-fi per la tua casa

Un sintoamplificatore è un amplificatore con integrato il sintonizzatore radio: generalmente più costoso del semplice amplificatore, in alcuni modelli include anche ingressi video e configurazioni audio 5.1 o 7.2, adatto quindi a supportare un sistema di home cinema. Il sintonizzatore integrato è ormai quasi sempre digitale (Dab+), e molti modelli montano di serie l'ingresso di rete LAN per poter ascoltare radio Internet da tutto il mondo e supportando lo streaming musicale di provider come Spotify e Pandora. Alcuni modelli sono inoltre controllabili attraverso una app per smartphone, che consente di navigare tra le sorgenti musicali di pc, tablet e smartphone.

Streaming audio
Alcuni sintoamplificatori hanno un'interfaccia wireless che può includere standard bluetooth, Wi-Fi e AirPlay, per l'ascolto di musica direttamente da smartphone, tablet, lettori mp3/ipod, pc (se dotati di queste interfacce wireless) in streaming audio.
Esistono già sul mercato sintoamplificatori con funzioni integrate di lettore cd e audio di rete: significa avere un hi-fi completo in un unico componente con amplificatore, lettore CD, lettore di rete per streaming audio da Internet per servizi in abbonamento (Spotify, Pandora, ecc.), radio digitale DAB+ e tutti gli standard di streaming audio per utilizzo con smartphone o tablet. Il prezzo è naturalmente elevato, ma considerando le funzioni integrate rappresenta un validissimo investimento di lungo periodo per chi ama l'hi-fi.

La scelta dei diffusori acustici
Il secondo passo fondamentale, dopo l'acquisto dell'amplificatore o del sintoamplificatore, è la scelta dei diffusori (anche detti altoparlanti, casse acustiche o speaker). Anzitutto la loro potenza in Watt RMS (cioè la potenza in grado di essere supportata senza che la cassa si danneggi) deve essere proporzionata a quella dell’amplificatore: tendenzialmente meglio evitare di utilizzare speaker con potenza RMS inferiore a quella massima dell’amplificatore, in quanto questo esporrebbe a rischi di picchi che potrebbero danneggiarle.
Vi sono diffusori a pavimento (tra cui alcuni modelli denominati a colonna) e da scaffale (noti anche come bookshelf speaker): i diffusori a pavimento, specie quelli a colonna, hanno generalmente una potenza più elevata.  La tecnologia consente oggi di avere casse di dimensioni anche molto ridotte con potenza acustica notevole, mentre qualche decina di anni fa per avere una cassa potente occorreva necessariamente avere dei veri e propri "armadi" ingombranti e spesso antiestetici.
Anche speaker con potenza molto più elevata rispetto a quella totale dell’amplificatore sono sconsigliate: a parità di volume il suono tenderebbe ad avere meno profondità rispetto a casse acustiche di potenza proporzionata.
Se si acquista un sintoamplificatore con configurazioni audio 5.1, 7.2 ecc., sarà possibile configurare un sistema audio home cinema, collegando un TV e/o un lettore dvd/blu-ray/decoder, un subwoofer e i relativi satelliti.
Potendo effettuare dei test o anche semplicemente leggendo delle recensioni, è possibile capire se le casse che si stanno acquistando hanno un suono più morbido, e in questo caso saranno adatte in particolare all’ascolto di musica classica, chill out o jazz, oppure più secco e con bassi in evidenza, generalmente più adeguato per musica rock, disco o house.

Il lettore CD
La tecnologia di lettura laser dei cosiddetti Compact Disc fu sviluppata negli anni 80 da Sony e Philips, e tuttora la qualità del suono prodotta da un cd audio rispetto ad un file compresso (mp3/mp4/wma ecc.) resta più elevata grazie alla molto minore compressione digitale, che comporta l'eliminazione di alcune frequenze intermedie. Per apprezzare questa differenza occorrono naturalmente un impianto hi-fi e un orecchio allenato.
La resa sonora di un lettore può variare a seconda della qualità delle meccaniche del laser e soprattutto dei convertitori audio (DAC), che hanno il compito di trasformare il segnale digitale in analogico: i lettori che montano convertitori e meccaniche di alta qualità produrranno un suono più "caldo" e realistico, più simile a quello dei dischi in vinile. Le ottiche laser presenti all'interno del lettore hanno un numero massimo di ore di funzionamento dopo il quale vanno sostituite: per un uso intenso è consigliabile pertanto acquistare prodotti di alta gamma che con ragionevole certezza montano ottiche e meccaniche di miglior qualità.
Negli ultimi anni alcuni modelli di lettori CD integrano funzioni di lettore audio di rete, consentendo attraverso un'interfaccia wireless bluetooth, AirPlay o wi-fi  di riprodurre librerie di smartphone, tablet e pc (o NAS) e in qualche caso anche di accedere a Internet Radio e a provider di streaming audio come Pandora e Spotify grazie a una connessione Internet.

Il giradischi
Un disco in vinile rappresenta un oggetto emozionale ad impatto senz'altro maggiore rispetto al CD o a musica in mp3/mp4 memorizzata su chiavette USB e hard disk: l'esperienza d'ascolto con un suono più "caldo" e realistico attraverso un giradischi per molti audiofili non ha paragoni con l'ascolto di musica digitale. Non a caso le vendite di CD sono in calo mentre aumentano quelle di vinili.
I giradischi si dividono anzitutto tra quelli a trazione diretta o a cinghia: in quelli a trazione diretta il motore  è collegato direttamente al piatto, mentre nella trazione a cinghia il motore è collegato ad un piccolo elemento rotante che muove il piatto attraverso una cinghia. Vi sono argomenti tecnici sia a favore dell'una che dell'altra tecnologia: in estrema sintesi, il giradischi a trazione diretta ha vari vantaggi funzionali ma necessita di un adeguato isolamento dalle vibrazioni che il motore può trasmettere all'insieme piatto-braccio, garantito se il motore è di alta qualità tecnologica; mentre il giradischi a cinghia ha in misura minore il problema delle vibrazioni ma ha qualche svantaggio tra cui la sostituzione della cinghia da effettuare di tanto in tanto. I giradischi per DJ sono quasi sempre a trazione diretta, più adeguata per questo tipo di utilizzo (con frequenti scratching, mixing, spinning).
Il vero cuore del giradischi è in ogni caso la testina, che ha il compito -attraverso la puntina- di estrarre dal disco il maggior numero di informazioni sonore possibili e trasformarle in musica: la testina può anche essere sostituita con una diversa da quella originale, di miglior qualità.
 
AMPLIFICATORE ONKYO A-9010BK
Amplificatore classico, dalle linee pulite e semplici. Con una potenza totale RMS di 160W è ideale per ambienti medi e grandi, in cui potranno essere collocati diffusori potenti e di alta qualità.
Dotato di ingressi ottico, coassiale e phono (per giradischi), è l'amplificatore ideale per amanti dell'Hi-Fi, che cercano elevati standard di ascolto e non hanno particolari esigenze di streaming audio e musica digitale in generale.
SINTOAMPLIFICATORE YAMAHA RX-V481D
Potente sintoamplificatore per ascolto di musica anche in wireless grazie alla compatibilità via Bluetooth, Wi-Fi integrato, AirPlay: supporta AV Controller App e altre funzionalità network. Questo sintoamplificatore AV a 5.1-canali è compatibile con segnali video pass-through 4K Ultra HD HDCP2.2, ideale quindi per la massima definizione attualmente disponibile. Inoltre la tecnologia Yamaha Compressed Music Enhancer permette la trasmissione audio via Bluetooth ottimizzata, assicurando una riproduzione musicale di eccellente qualità anche con una trasmissione wireless del segnale.
ll Wi-Fi integrato permette la connessione wireless con il router (wireless) semplificando notevolmente l'utilizzo della rete e dei servizi audio via network di streaming. Un prodotto completo, potente e con un suono di alta qualità, di un brand da sempre al top dell' hi-fi.
AMPLIFICATORE TEAC DAC AI501DAS
Amplificatore di piccole dimensioni ma alte prestazioni, dotato di tecnologia DAC (Digital-to-Audio-Converter) per un ascolto "caldo" e realistico anche da fonti digitali come cd e dvd. Con un output di 90W per canale risulta ideale anche in ambienti grandi. Ha uscita per cuffie e presa USB per ascolto di musica da supporti mobili.
SINTOAMPLIFICATORE NC-50DAB ALL IN ONE PIONEER
Sintoamplificatore, lettore CD e audio di rete all-in-one. Un'eccezionale soluzione con cui in un unico componente potrai godere di un impianto hi fi completo e di alta qualità, grazie al DAC (Digital-to-Audio-Converter) SABRE32 di ESS, che consente di riprodurre un suono caldo e realistico da qualsiasi fonte (cd, streaming audio con Bluetooth e AirPlay, lettori mp3, smartphone e tablet). Grazie alla potenza degli amplificatori Direct Energy HD, progettati da Pioneer, godrai di un suono trasparente, naturale e con riserve di potenza che nelle tecnologie tradizionali necessitavano di tutto il volume dell'alloggiamento.
GIRADISCHI TEAC TN300
Giradischi a braccio tangenziale e trazione a cinghia, dotato di piatto in alluminio pressofuso con copripiatto in gomma. Può convertire i vinili in file MP3 da archiviare su supporti esterni grazie alla presa USB.
La base è realizzata in MDF di massa rilevante, con finitura laccata. Il braccio tangenziale viene fornito con una testina MM Audio Technica AT95E, dotata di stilo ellittico, pre-montato. Il convertitore A/D incorporato e la relativa porta USB, danno la possibilità di digitalizzare e archiviare su PC/MAC i propri dischi in vinile. Lo stadio fono MM integrato permette il collegamento diretto ad amplificatori e sistemi audio moderni, di norma sprovvisti di ingressi per giradischi analogici; viene comunque fornita anche la normale uscita per i segnali equalizzati RIIA.
CASSE ACUSTICHE YAMAHA NS-P40
Compatibilità audio HD, per colonne sonore di alto livello.
I diffusori NS-P40 sono creati per un suono chiaro morbido piacevole anche per ascolti di lunga durata. In aggiunta i diffusori surround ed il subwoofer sono abbinati per un perfetto crossover: suono ricco e ampio per musica e film.
Questi diffusori di dalle dimensioni ridotte sono in grado di riprodurre un suono corposo e ben bilanciato. Accessibili e di elevata qualità, le NP-S40 sono una scelta eccellente per il proprio impianto Home Theatre.
La nuova tecnologia di Yamaha Advanced YST II (Yamaha Active Servo Technology II) combina i principi di impedenza negativa e corrente continua per pilotare i diffusori con un controllo maggiore che in precedenza. Utilizzando circuiti Advanced Negative Impedance Converter (ANIC), questo sistema ottimizza la reale impedenza dei diffusori per mantenere un'eccellente linearità. Ciò significa maggiore stabilità.
CASSE ACUSTICHE JBL ARENA 130
La tecnologia High Definition Imaging (HDI) della guida d'onda prende spunto dal leggendario JBL M2 Master Reference Monitor. Il posizionamento del driver ottimizzato al computer e l'integrazione della rete di crossover si concretizzano in una prestazione ideale ed un imaging realistico della scena sonora. Superiorità acustica comprovata attraverso rigorosi test e valutazioni sul campo.
Il woofer da 178mm in polycellulosa porta il suono avvolgente JBL per tutta la tua musica, programmi televisivi, film, e console di gioco. Il tweeter a cupola morbida da 25mm fornisce alti puliti e potenti. Sperimenta un'accuratezza che definisce uno standard con programmi TV, film e giochi. La forma moderna del cabinet con pannelli laterali e superiori angolati forniscono un look sofisticato, moderno. Finitura morbida al tocco intorno ai trasduttori e sulla guida d'onda. Disponibile nelle finiture bianco e nero, accentuate da griglie minimaliste e inserti di metallo spazzolato.
Condividi
Seguici Su